Recensione TP-Link Deco M9 Plus Mesh Wi-Fi

Subito dopo che i sistemi WiFi mesh sono entrati nel mainstream, lo sviluppo di nuove tecnologie di rete di tipo consumer sembra aver rallentato un po’ e i produttori hanno deciso di concentrarsi di più sul perfezionamento dei dispositivi già esistenti, mentre altri hanno diversificato la loro offerta. Così, Eero ha rilasciato il suo sistema tri-band di seconda generazione, Netgear ha rilasciato un successore dual-band al suo tri-band Orbi e Linksys ha aumentato il suo portafoglio con un Velop dual-band. Seguendo questa tendenza, anche TP-Link ha deciso di competere nel segmento di fascia alta e ha recentemente rilasciato il proprio sistema tri-band, il TP-Link Deco M9 Plus, che può essere considerato un successore del dual-band Deco M5 dello scorso anno.

Ma, oltre ad aggiungere un’altra radio a 5 GHz (per una migliore gestione del traffico di backhaul), TP-Link ha deciso di fare un passo avanti e ha incluso un’antenna ZigBee e un’antenna Bluetooth, quindi, oltre ad essere un sistema WiFi mesh, il Deco M9 Plus funziona anche come uno smart hub per le case intelligenti.

 

tp-link-deco-m9-plus

amazon

Eero ha scommesso i suoi soldi solo sul protocollo Thread (implementato nel sistema WiFi di seconda generazione), quindi è interessante vedere che TP-Link è andato con lo stesso SoC Gecko, ma ha pubblicizzato il supporto solo per la tecnologia ZigBee (anche il Google WiFi ha aggiunto supporto per la tecnologia ZigBee, che alla fine è rimasta inutilizzata).

Anche se otterrà un po ‘di trazione o no, questa è una bella aggiunta al M9 Plus che renderebbe superfluo l’acquisto di un hub separato. Detto questo, diamo un’occhiata più da vicino al TP-Link M9 Plus e vediamo se è un’opzione più attraente rispetto ai suoi concorrenti tri-band.
Info: Oltre al Deco M9 Plus, TP-Link ha rilasciato anche il Deco P7, un sistema ibrido WiFi e PLC Mesh (che utilizza lo standard HomePlug AV600).

Il Design

Generalmente, I sistemi WiFi di tipo consumer sono stati ben accolti dal pubblico, in parte grazie al approccio minimalista del design (oltre alla possibilità di coprire più spazio con WiFi), ma, mentre i sistemi dual-band non hanno avuto problemi ad aggiungere l’hardware necessario in unità piccole e compatte, i sistemi tri-band richiedono più spazio per non surriscaldarsi, quindi i router più grandi Orbi o Velop sono stati visti come un evento normale. Ebbene, fino a quando Eero (con la sua seconda generazione) è riuscito in qualche modo a mettere tutto l’hardware sotto un dispositivo delle stesse misure come la prima generazione e Asus ha rilasciato le sue piccole unità Lyra tri-band, ma questo è venuto a un costo pesante: una gestione del calore inadatta.

tp-link-deco-m9-plus

Ovviamente ci sono alcune eccezioni dalla regola, come nel caso di Asus che sta ancora utilizzando i router tradizionali, ma l’AiMesh è un altro paio di maniche o D-Link con il suo sistema Covr che alla fine ha ceduto ed è andato con unità più piccole. Il TP-Link Deco M9 Plus è da qualche parte nel mezzo perché non è grande come l’Orbi o il Velop, ma è cresciuto un po’ e abbiamo praticamente a che fare con un Deco M5 di grandi dimensioni.

Tuttavia, oltre alle proporzioni più grandi, non c’è quasi nessuna differenza tra il M5 e l’attuale M9 Plus: ha conservato l’aspetto circolare con quel design a conchiglia nella parte superiore, ma è cresciuto dai 11.9 x 3.3 cm del M5 a 14.4 x 6.35 centimetri ed è diventato anche notevolmente più pesante (pesa 0,43 kg). Ciò significa che le unità rimangono compatte e possono essere facilmente posizionate in ogni posto della casa grazie al loro design neutro. Inoltre, a causa dell’aumento di peso e dei quattro piedini in silicone posizionati sul fondo di ciascun dispositivo, nessuna delle tre unità (disponibile nella confezione) si sposterà anche se colleghi i cavi a tutte le porte. Un elemento che i sistemi WiFi hanno perso quando sono passati dall’aspetto tradizionale del router alla forma corrente (ispirata da Apple) è la possibilità di essere montati sulla parete, quindi sono vincolati per essere posizionati su una superficie piana; certo, ci sono alcune piastre di montaggio disponibili da terze parti, ma queste potrebbero impedire la ventilazione del dispositivo.

tp-link-deco-m9-plus

Fortunatamente, TP-Link ha preso la gestione del calore più seriamente di alcuni dei suoi concorrenti (Eero, AmpliFi HD e Google WiFi), quindi ci sono alcuni fori perforati sul lato inferiore di ogni unità Deco M9 Plus per aiutare un po’ con la ventilazione dei dispositivi. Questo ha dimostrato di essere relativamente abbastanza per il più piccolo Deco M5 ed è in qualche modo accettabile anche per l’M9 Plus che si riscalda sul lato inferiore e ha alcuni punti caldi vicino all’etichetta.

Come il Deco M5, il Deco M9 Plus non usa la luce LED per migliorare l’aspetto dell’unità, quindi è lo stesso piccolo punto sul lato superiore e ha ancora il ruolo di mostrare lo stato del connessione e della rete: l’indicatore LED diventa giallo quando l’unità è in fase di avvio, inizierà a lampeggiare in blu quando il dispositivo è pronto per l’installazione e diventerà blu fisso quando l’utente inizia il processo di configurazione iniziale; se l’indicatore LED diventa verde, il dispositivo è registrato e tutto funziona correttamente, ma se il LED è rosso fisso, il router ha riscontrato un errore. Quindi, in un certo senso, il singolo LED è un po ‘più intuitivo rispetto agli altri sistemi WiFi (il verde è buono, il rosso è cattivo), ma l’utente ha ancora bisogno di un manuale per capire il significato degli altri colori.

 

tp-link-deco-m9-plus

Se prendi un Deco M9 Plus nel palmo della mano e guardi intorno alla custodia, vedrai immediatamente l’area delle porte, dove si trova uno slot di alimentazione per il collegamento del dispositivo a una presa di corrente, una porta USB, che, in questo momento, è “Riservato” (c’è una possibilità che nel futuro, il produttore potrebbe prendere in considerazione il rilascio di un dongle USB Z-WAVE, proprio come ha fatto SecuriFi) e, infine, ci sono due porte Gigabit Ethernet, una per la connessione a Internet, mentre l’altra può essere utilizzata per collegare qualsiasi dispositivo tramite un cavo.

L’Hardware

In termini di hardware interno, Deco M9 Plus è equipaggiato in modo molto simile a Eero seconda generazione, quindi viene con un chipset quad-core Qualcomm IPQ4019 (con il clock a 717 MHz), 512 MB di RAM (Nanya NT5CC256M16DP-DI), 4 GB di memoria flash (Micron MTFC4GACAAAM-1M) e un switch chip Qualcomm Atheros QCA8072. Inoltre, l’M9 Plus utilizza il chip Qualcomm IPQ4019 2×2: 2 per la radio da 2.4 GHz, lo stesso chip IPQ4019 per la prima radio a 5 GHz insieme all’amplificatore RFMD RFPA5542 e la seconda radio a 5 GHz utilizza il chip Qualcomm Atheros QCA9886.

tp-link-deco-m9-plus
Da FCC ID

Oltre a ciò, l’M9 Plus è anche dotato di un CSR8811 Bluetooth 4.2 SoC (Cambridge Silicon Radio), nonché un potente SoC Gecko EFR32 MG1B232GG per le tecnologie ZigBee e Thread, quindi consentendo al dispositivo di funzionare come una casa intelligente. Ogni unità TP-Link Deco M9 Plus offre una velocità di trasferimento di dati teorica massima di 400 Mbps sulla banda radio a 2.4 GHz e una velocità massima di trasferimento di dati teorica di 867+867 Mbps per la prima e seconda banda radio a 5 GHz (sommando a 2,134 Mbps che TP-Link arrotonda a 2,200 Mbps).
Info: Deco M9 Plus è compatibile con Alexa.

La Prestazione

L’elemento principale (e praticamente il raison d’etre) di ogni sistema WiFi è la possibilità di coprire un’area più ampia con WiFi (rispetto al router tradizionale) utilizzando più di un’unità, garantendo una connessione senza interruzioni in tutta la casa anche se l’utente deve passare da un nodo all’altro. Per realizzare ciò, i produttori usano quella che chiamano la tecnologia mesh, che non usa realmente alcuno standard (è proprietario), quindi non sarà possibile connettere un nodo WiFi di Google a una rete Eero, ma, se sei deciso per l’ambiente che stai per costruire (e se sei deciso su TP-Link), puoi usare i nodi del sistema Deco M5 insieme alle unità del nuovo sistema Deco M9 Plus (è retrocompatibile).

tp-link-deco-m9-plus

L’implementazione di TP-Link della tecnologia mesh funziona praticamente allo stesso modo dei suoi concorrenti, quindi rileva tutti i nodi della rete per trovare il percorso più veloce attraverso le unità meno affollate e, nel caso in cui se aggiungano nuovi dispositivi Deco, lo rende automaticamente un membro affidabile della rete mesh (per la creazione di nuovi percorsi), mentre, nel caso in cui un’unità passa offline, i nodi rimanenti dovranno assicurarsi che i dati raggiungano alla destinazione.

Come nel caso dei ripetitori WiFi, i sistemi WiFi mesh soffrono ancora di una scarsa gestione del backhaul del traffico e, per tenerlo sotto controllo, alcuni produttori si sono basati sull’aggiunta di una radio a 5 GHz in più, dedicata specificatamente per il backhaul (come nel caso del Netgear Orbi), mentre altri consentono al sistema di scegliere dinamicamente una banda di backhaul (Linksys Velop) e alcuni hanno lasciato tutte le bande aperte sia per la connessione dei clienti che per la gestione del traffico backhaul (Eero Second Generation). Il TP-Link Deco M9 Plus ha la sua seconda banda 5GHz dedicata al traffico di backhaul, ma, se diventa congestionata (di solito il caso con sistemi multi-hop), il dispositivo “prende in prestito” fino al 50% dalla larghezza di banda della prima banda a 5 GHz e, se necessario, fino al 50% della larghezza di banda disponibile dalla banda a 2.4 GHz, aggiungendo fino a 1,5 Gbps (dovete tenere presente che la gestione del traffico di backhaul viene eseguita localmente). Ovviamente, come sul Deco M5, è comunque possibile utilizzare la funzionalità di backhaul Ethernet nel caso in cui non ti dispiace avere alcuni cavi Ethernet nella tua casa.

tp-link-deco-m9-plus

Un’altra caratteristica importante implementata nel Deco M9 Plus è il supporto per il Roaming Veloce 802.11r che assicura che l’handshake con il primo nodo venga eseguito prima che il cliente inizia a vagare attraverso i nodi disponibili, quindi l’utente non sperimenterà alcuna disconnessione (questa funzionalità è disabilitata per impostazione predefinita perché non funziona correttamente con i dispositivi meno recenti che non supportano questa tecnologia).
Per testare le prestazioni wireless del Deco M9 Plus, ho preso due computer, uno è un laptop che si collegherà al primo nodo tramite un cavo (il server), mentre il secondo computer si connetterà alla rete WiFi ed è dotato di un adattatore WiFi ASUS PCE-AC88 (il cliente). In questo modo, posso misurare la prestazione in vari punti all’interno della casa per una singola unità Deco e dopo, aggiungerò altri due nodi, uno a circa 10-12 metri dal router principale posizionato in linea di vista, mentre la seconda unità Deco sarà posizionato a circa 10-12 metri dal dispositivo principale, ma, in mezzo, con due muri di cemento abbastanza spessi.

Quindi, prima di tutto, ho collegato i due computer all’unità Deco principale e, dal client al server, sono riuscito a misurare una media di 558 Mbps (a non più di 1.5 metri) e una media di 592 Mbps a 5 metri (l’adattatore è stato un po’ sopraffatto a distanza ravvicinata, quindi, subito dopo aver messo un po’ più di spazio tra il cliente e il router, ho ottenuto un throughput migliore); a 10 metri, la velocità è scesa a 274 Mbps. Testando le prestazioni wireless dal server al cliente, sono riuscito a misurare una media di 340 Mbps a 1.5 metri e circa 312 Mbps a 5 metri; a 10 metri, la velocità è scesa a 208 Mbps.

tp-link-deco-m9-plus
Al passo successivo, ho aggiunto la seconda unità Deco M9 Plus alla rete e l’ho posizionata a circa 10 metri di distanza dal Deco principale (vale la pena sottolineare che dopo aver configurato la prima unità Deco, i router aggiuntivi diventeranno automaticamente nodi mesh, quindi, oltre a rilevarli tramite l’app, non dovrai fare altro.

Successivamente, ho collegato il laptop al nodo mesh secondario (utilizzando un cavo da 1 Gbps) e ho misurato le prestazioni dal cliente al server: a 1.5 metri, ho visto una media di 503 Mbps, mentre a 5 metri la velocità è leggermente aumentata fino a 472 Mbps e a 10 metri, ho misurato una media di 202 Mbps. Finora, questi sono tra i migliori risultati che ho visto su un sistema WiFi tri-band ed è chiaro che la gestione del backhaul è fatta bene per il primo salto (hop). Testando le prestazioni wireless dal server al cliente, ho misurato una media di 236 Mbps a non più di 1.5 metri di distanza dal nodo Deco, mentre a 5 metri la velocità è leggermente scesa a 215 Mbps e, a 10 metri, ho misurato non più di 125 Mbps.

tp-link-deco-m9-plus

Vale la pena notare che dopo che sono andato più lontano di 12 metri dal router principale con l’unità secondaria, il nodo Deco, a volte, si disconnetterebbe dall’unità principale, quindi 12-15 metri sembra essere il punto massimo (nel mio caso). Di solito, è possibile trovare il pacchetto Deco M9 Plus a due unità, ma, poiché ho ottenuto una terza unità, ho deciso di metterlo in prova. Per farlo, l’ho posizionato a circa 12 metri dalla Deco principale, ma con due muri di cemento tra di loro. Detto questo, testando dal cliente al server, ho misurato una media di 320 Mbps a 1.5 metri e a 5 metri, la velocità è leggermente scesa a 255 Mbps; a 10 metri, ho misurato non più di 160 Mbps. Dal server al cliente, sono riuscito a misurare una media di 182 Mbps a 1.5 metri, mentre a 5 metri la velocità è scesa a 152 Mbps e a 10 metri, ho misurato una media di 99 Mbps.
Info: TP-Link Deco M9 Plus è stato testato utilizzando la versione del firmware 1.2.3 Build 20180818 Rel. 68699.

La Configurazione e Il Software

Proprio come il Deco M5, la configurazione del TP-Link Deco M9 Plus è veloce e intuitiva, ma il dispositivo ha disponibile solo l’interfaccia app, quindi manca un’interfaccia utente basata sul Web (un approccio simile a Google WiFi). Il primo passaggio richiede di scaricare e installare l’app, creare un nuovo account TP-Link utilizzando un indirizzo email valido (o semplicemente accedere se hai già utilizzato l’app Deco) e scegliere il tipo di dispositivo che stai tentando di installare (nel nostro caso, sarà il Deco M9 Plus). Nella fase successiva, verrai guidato a eseguire correttamente l’installazione dell’hardware (devi collegare l’unità Deco a una fonte di alimentazione e quindi utilizzando una delle due porte Ethernet, collega il dispositivo al modem).

tp-link-deco-m9-plus

Successivamente, è necessario attendere che il dispositivo mobile rileva l’unità Deco (devi abilitare il Bluetooth) e, una volta collegato al router, è necessario selezionare la posizione, configurare la connessione di rete (nel mio caso, era PPPoE, quindi ho dovuto inserire il nome utente e la password del fornitore dell’Internet) e creare una nuova rete WiFi (nome e password). Al termine, devi connettere il dispositivo al nuovo SSID e aggiungere nuove unità Deco alla rete o semplicemente terminare il processo di configurazione iniziale per accedere all’interfaccia mobile completa.

L’interfaccia utente sembra molto consumer-friendly e consente di accedere immediatamente alle opzioni importanti: la Panoramica mostra il numero di Dispositivi di rete connessi e le posizioni dei clienti, ma ci sono anche scorciatoie per la sezione Antivirus, Controllo Genitori e, in alto, c’è l’icona Internet che, quando viene toccata, mostra tutte le unità Deco dalla rete (tocca qualsiasi dispositivo per vedere lo stato dell’unità e tocca nell’angolo in alto a destra per Riavviare o Rimuovere il dispositivo – puoi anche inviare qualche Feedback). Se si tocca i Dispositivi di rete, l’app mostrerà il nome di ciascun cliente connesso (devi toccare su qualsiasi cliente per visualizzare la velocità di Download / Upload, creare una Scorciatoia o impostare lo Scenario (l’automazione) e abilitare l’alta priorità su una specifica pianificazione).

tp-link-deco-m9-plus

La sezione Antivirus consente di abilitare il Filtro dei Contenuti Maligni (utilizza il database di Trend Micro per bloccare l’accesso a eventuali siti Web potenzialmente dannosi), il Sistema di Prevenzione delle Intrusioni (controlla il traffico di rete in tempo reale, in modo da proteggere la rete e i dispositivi da attacchi esterni – può avere un impatto sulle prestazioni generali del router) e il Dispositivo Infetto in Quarantena – questo è particolarmente utile se si dispone di più dispositivi IoT connessi (cosa che inevitabilmente succederà perché Deco M9 Plus è anche uno smart hub) perché alcuni di questi dispositivi non sono sempre aggiornati, quindi possono essere infettati rapidamente e questa funzione assicura l’isolamento del dispositivo compromesso per non infettare tutti gli altri clienti connessi.

La sezione Controllo Genitori ti consente di creare profili (e applicarli ai tuoi dispositivi collegati), ognuno con il proprio Livello di Filtro (puoi scegliere tra Bambino, Pre-Adolescente, Ragazzo e Adulto) – puoi anche selezionare il Contenuto filtrato (Categorie e App / Siti Web) e creare limiti di tempo (pianificazioni). Oltre alla sezione Panoramica, puoi anche visitare la sezione Scorciatoia, lo Scenario (qui puoi configurare le Impostazioni del Tempo, aggiungere un Evento, un’Azione e, infine, impostare un nome per l’automazione – non sembra fluido come l’hub SmartThings, ma fa il suo lavoro) o la sezione In Più, che presenta due sottosezioni principali: le Impostazioni del Router e la Cura della Casa.

tp-link-deco-m9-plus

Sotto le impostazioni del router, è possibile impostare il WiFi (cambiare SSID e password o abilitare la Rete Ospite), Testare la Velocità dell’Internet, creare una Lista Nera (Blacklist) per bloccare i dispositivi indesiderati, Aggiornare le unità Deco al firmware più recente o visitare l’area Avanzata, dove è possibile configurare le connessioni IPv4 o IPv6, Riservare Indirizzi IP, configurare il Port Forwarding, abilitare il TP-Link DDNS, VLAN o Fast Roaming. Qui è anche possibile Controllare la luce LED, abilitare / disabilitare le Notifiche e selezionare la Modalità operativa (router o access point).

La sottosezione Cura della Casa ti consente di configurare il Controllo Genitori, le opzioni Antivirus, il QoS (ci sono alcuni profili preimpostati tra cui puoi scegliere o puoi creare il tuo profilo personalizzato, selezionando la priorità delle applicazioni), visualizzare i Rapporti Mensili (un log molto intuitivo per tutto ciò che è successo durante il mese corrente) e creare nuovi Manager (gli account amministratore).

tp-link-deco-m9-plus

Nel complesso, ho potuto facilmente orientarmi nell’app Deco, ma, oltre alla configurazione di alcuni elementi di base, non avrò accesso a impostazioni approfondite, quindi la maggior parte delle volte ti sentirai come su un pilota automatico. So che la maggior parte delle persone, specialmente quelle che non sono esperti di tecnologia apprezzeranno l’input minimo necessario per avere una rete sicura e funzionante, ma preferisco un’interfaccia basata sul web e mi piace essere in grado di controllare quasi ogni aspetto della rete e le unità Deco.
Info: Ho notato che TP-Link Deco M9 Plus non offre la possibilità di poter separare le reti per ogni banda e vale la pena notare che il sistema ha bisogno di una connessione Internet per fornire indirizzi IP ai clienti.

La Conclusione

Se usi l’adattatore WiFi giusto, TP-Link Deco M9 è in grado di offrire una fantastica prestazione wireless e la gestione del traffico di backhaul è migliore rispetto alla maggior parte dei suoi concorrenti diretti. Inoltre, l’applicazione soddisferà i bisogni della maggior parte delle persone (c’è il Controllo Parentale e QoS decenti, nonché l’Antivirus e protezione contro siti Web dannosi), ma mi aspettavo un po’ più flessibilità nella quantità di configurazioni disponibili (e possibilmente un’interfaccia web?). Solo questi motivi rendono M9 Plus una soluzione convincente, ma TP-Link ha anche implementato tecnologie per le case intelligenti e supporta i comandi di Amazon Alexa e il protocollo IFTTT, quindi, se si desidera un buon sistema WiFi che funziona anche come un smart home hub, quindi il Deco M9 è una soluziona complessiva.

amazon

Articoli Simili

TP-Link Deco M9 Plus
  • 8.5/10
    Il Design - 8.5/10
  • 8.3/10
    L'Accessibilità - 8.3/10
  • 9/10
    Le Prestazioni Wireless - 9/10
  • 7.5/10
    La Configurabilità - 7.5/10
  • 9.3/10
    La Facilità d'Uso - 9.3/10
8.5/10

0 thoughts on “Recensione TP-Link Deco M9 Plus Mesh Wi-Fi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *