Recensione Telecamera Annke C500 (I51DF)

I progressi compiuti nel reparto di connettività hanno consentito alle telecamere di sorveglianza di offrire una qualità dell’immagine migliore rispetto a un paio di anni fa (principalmente a causa del bitrate più elevato a una latenza inferiore) e la serie di telecamere Annke 500 mira a sfruttare appieno la risoluzione Super HD (con bitrate fino a 8 Mbps) per fornire un’eccellente qualità video. È vero che abbiamo la tendenza di essere meno critici riguardo il filmato all’interno, ma all’esterno tutto deve essere chiaro per identificare facilmente un numero di targa o la faccia di un intruso. E l’Annke C500 promette di essere all’altezza del compito con il suo sensore da 5 megapixel e la visione notturna a lungo raggio, ma non sono molto convinto dalle due luci IR (vedremo come si comporta nella sezione dei test).

annke-c500

VEDI PRODOTTO SU:

annke

Inoltre, una caratteristica che è stata mantenuta dai modelli precedenti è la compatibilità ONVIF, il che significa che supporta l’integrazione con software di terze parti, inclusi dispositivi NAS Synology o QNAP, Blue Iris, iSPY, ecc. Vale la pena notare che sia l’hardware interno che le funzionalità sono condivise tra tutti e tre i modelli della serie C500: solo il design è diverso, quindi puoi scegliere quello adatto alle tue esigenze. Il modello che ho ottenuto è la telecamera Annke C500 a forma di torretta (sono disponibili anche a forma di proiettile e una C500 a forma di cupola), quindi diamo un’occhiata più da vicino per vedere se questa fotocamera per esterni è una buona opzione rispetto ai suoi principali concorrenti.

Il Design e la Qualità Costruttiva

Il C500 (I51DF) molto probabilmente finirà montato capovolto, il che significa che sarà protetto meglio dalla pioggia o dalla neve rispetto alla telecamera di tipo proiettile. Analogamente all’RLC-520, la base è realizzata in plastica leggera con la staffa di montaggio già attaccata fuori dalla scatola e per rimuoverla, ci vuole un po’ di più che ruotare la staffa in senso antiorario.
Beh, molto di più da quando Annke ha voluto mettere in atto un tipo di sistema anti-manomissione quindi dovrai ruotare il supporto fino a quando il segno di plastica non si allinea con l’apertura stretta dove devi inserire un cacciavite o una moneta per staccarlo: devi eseguire questa operazione per le altre due sezioni e la telecamera dovrebbe essere staccata dalla staffa di montaggio.

annke-c500
A sinistra: Reolink RLC-520. A destra: Annke C500.

Certo, non è molto intuitivo, ma suppongo che questo sia il punto del sistema poiché scoraggia le persone dal provare a rimuovere la fotocamera. All’interno dell’involucro di plastica, c’è il corpo della telecamera che è realizzato in una lega metallica (molto probabilmente zinco) e, come previsto, non c’è posizionamento automatico, quindi dovrai regolare manualmente l’angolo. Il dispositivo stesso è abbastanza compatto e, poiché misura circa 11.0 X 9.3 centimetri, non attirerà molta attenzione. Inoltre, Annke doveva assicurarsi che il C500 sopravvivesse alle condizioni esterne, il che significa che l’I51DF è classificato IP67.

E a causa del modo in cui è costruito, non lo metterai davvero allo scoperto, su un palo, quindi sarà protetto da grandine e fulmini (fino ad un certo punto). L’Annke C500 dovrebbe anche rimanere operativa quando la temperatura scende a -30 °C o fino a 60 °C, il che lo rende adatta per quegli inverni più freddi. Ritornando alla parte anteriore della fotocamera, possiamo vedere una sezione circolare nera lucida abbastanza grande che circonda l’obiettivo da 5 MP (il resto del corpo è bianco opaco) e ho controllato il sensore di luminosità, ma sembra che la fotocamera faccia affidamento sull’obiettivo per “vedere” quando il livello di luce si abbassa e attivare la visione notturna. A proposito, questa serie ha solo due LED IR, quindi funzionerà meglio con soggetti vicini: non sono del tutto sicuro del motivo per cui non hanno aggiunto più LED o semplicemente hanno scelto un proiettore. Anche il sensore di movimento sembra essere integrato nella fotocamera, quindi non c’è un evidente rigonfiamento e sfortunatamente non c’è nemmeno un microfono o un’altoparlante.

annke-c500

Ho anche controllato intorno al corpo della telecamera per vedere se c’è uno slot per schede microSD nascosto ma no, l’Annke C500 non supporta schede microSD di alcun tipo, quindi dovrai fare affidamento su un NVR o collegarlo a un NAS (o Blue Iris) – inoltre non sono riuscito a trovare un pulsante di ripristino. Si ottiene una vite di messa a terra e il cavo si biforca all’estremità per consentire il collegamento di un adattatore di alimentazione insieme a una porta Ethernet (al router) o l’uso di un singolo cavo Ethernet per una connessione PoE. Infine, durante il funzionamento, la fotocamera si è riscaldata, ma non è mai diventata calda al tatto.
Info: ho aperto la custodia della telecamera a torretta Annke C500 e ho visto che tutto è ben imballato, con una piccola scheda vicino al retro che è fissata a una piastra metallica con alcune viti e un pad termico che, una volta rimosso, rivelerà il secondo PCB in cui ho potuto identificare il processore HK-2019-7 CPATF2011 2012 09.

annke-c500

L’Installazione e la Configurazione

La telecamera a torretta Annke C500 non supportano una connessione WiFi, quindi il cavo Ethernet è l’unico modo per comunicare con il router, il che significa che dovrai pianificare attentamente come la tua telecamera riceverà l’alimentazione. Per semplicità, suggerirei uno switch Ethernet PoE economico (ho usato uno switch TRENDnet TPE-LG80 a lungo raggio) o un adattatore PoE (802.3af) e quindi inserire il cavo fornito attraverso un foro nel soffitto o semplicemente instradarlo sopra il muro – c’è un piccolo canale sul fondo della fotocamera per aiutare a mantenere le cose pulite. Successivamente, ho deciso di scaricare l’app dedicata chiamata Annke Vision che è compatibile con Android e iOS, ma ho avuto qualche difficoltà a trovarla sul Play Store, quindi ho semplicemente scaricato l’apk dal sito ufficiale.

annke-c500

Dopo aver installato l’app, ho dovuto consentire l’accesso alle foto, ai contenuti multimediali e ai file sul mio dispositivo, selezionare la regione in cui vivo attualmente e quindi registrare un nuovo account (o accedere a un account esistente, se hai aggiunto un’altra fotocamera Annke prima).
Non è necessario inserire un numero di telefono poiché la registrazione può essere effettuata tramite e-mail e, al termine, è possibile iniziare ad aggiungere dispositivi. Dopo aver toccato l’icona “Aggiungi dispositivo”, hai la possibilità di scansionare il codice QR o inserire il numero di serie. Poiché non c’è un codice QR, ho utilizzato il metodo secondario e, dopo aver selezionato dalla lista il Tipo di Dispositivo, ho dovuto inserire una Password personalizzata per attivare la fotocamera.

Il Software e la Funzionalità

L’interfaccia dell’app è abbastanza semplice, con le riprese live al centro e subito sotto, puoi scegliere quante telecamere possono essere mostrate simultaneamente (va da 4 a 16!). Più in basso, puoi selezionare la qualità dell’immagine che può essere di Base (utilizzerà la minima quantità di larghezza di banda), Standard o HD – ho selezionato HD e sono rimasto sorpreso dal lag minimo (meno di un secondo). La qualità HD farà uso della stessa funzione SuperHD che ho visto sulle telecamere Reolink ed è fondamentalmente un video con una compressione migliore, mantenendo più dettagli e offrendo colori migliori (il termine è stato usato per la prima volta da Netflix per mostrare che puoi ottenere vari tipi di qualità dell’immagine alla stessa risoluzione). E in effetti, durante una giornata di sole, i colori sono fantastici, tutti i dettagli sono lì anche se stavo filmando in lontananza (più di 100 metri). Ho anche notato che c’è un po’ più contrasto rispetto ad altre fotocamere, il che migliorerà l’aspetto del filmato (i colori risaltano molto di più).

annke-c500-telecamera

Durante la notte, le cose non erano così impressionanti. È abbastanza decente quando ho filmato all’interno di una stanza (a circa 3 metri di distanza), ma il limite di 10 metri per le prestazioni IR sembra essere molto preciso poiché a lungo raggio, alcuni dettagli si perdono e c’è una notevole quantità di rumore. Certamente, funzionerà bene se il tuo punto di interesse è molto vicino (come un piccolo cortile), ma per vedere in lontananza durante la notte, potresti aver bisogno di qualcosa di diverso. Tornando all’interfaccia dell’app, accanto alla qualità dell’immagine, puoi anche toccare l’icona della lente d’ingrandimento per ingrandire il video fino a 8x (è digitale), mentre più a destra, puoi catturare rapidamente una foto del filmato dal vivo o iniziare a registrare un video. Scorri a sinistra per mostrare ulteriori opzioni e la prima è per mettere in Pausa il video, seguita da un’icona che non sono del tutto sicuro di cosa fa poiché mi darebbe sempre Operazione non riuscita (102009); le ultime due icone servono per capovolgere la vista e per selezionare il livello di riduzione del rumore (per migliorare la qualità dell’immagine).

annke-c500-telecamera

Per regolare altre opzioni, tocca i tre punti nell’angolo in alto a destra (dove puoi anche selezionare l’opzione Riproduzione per visualizzare i video salvati) e seleziona Impostazioni. Qui potrai vedere alcune statistiche sulla telecamera, abilitare le Notifiche, aggiornare il firmware, abilitare la Crittografia dell’immagine o video, configurare DDNS o impostare la Configurazione remota (per accedere al filmato dall’esterno della rete locale). Non ho visto alcuna opzione di configurazione per il rilevamento del movimento, quindi ho deciso di controllare lo strumento cliente basato sul web. Per accedervi, è necessario inserire l’indirizzo IP nell’URL (verificarlo dall’interfaccia del router) e, quando richiesto, devi inserire admin come nome utente e la password precedentemente impostata nell’app per la telecamera. È importante sapere che dovrai scaricare un plug-in per vedere il video in streaming. Fatto ciò, sarai accolto dalla finestra Live View con il filmato allungato sul display e, a destra, c’è la sezione PTZ (che non si applica a questa telecamera) e le Impostazioni generali, dove puoi regolare l’aspetto dell’immagine e le impostazioni OSD. Oltre al Live View, c’è anche la Configurazione e, come avevo anticipato, ci sono molte più opzioni qui di quelle che potresti trovare sull’app.

annke-c500-telecamera

Innanzitutto, ci sono le Impostazioni Locali, in cui è possibile configurare il protocollo, le prestazioni video, il formato dell’immagine, nonché la posizione in cui verranno archiviati i filmati registrati e le immagini acquisite. Successivamente, c’è il Sistema, dove puoi regolare alcune informazioni sulla telecamera (di nuovo, non tutto può essere applicato al C500), riavviare / ripristinare o riportare il dispositivo alle impostazioni di fabbrica, esportare o importare un file di configurazione, regolare l’aspetto sicurezza della telecamera e, infine, c’è la sezione Gestione utenti in cui è possibile creare utenti aggiuntivi che possono accedere all’interfaccia utente della telecamera. La sezione Rete è anche molto più approfondita rispetto all’app e sì, sono disponibili alcune Impostazioni di base (include DDNS, Porta e NAT), così come alcune Impostazioni avanzate (include QoS, 802.1x, HTTPS e altro). Per modificare le impostazioni del video, vai su Video / Audio dove puoi regolare la Risoluzione, il Tipo di Bitrate, la Qualità del Video, la Codifica e altro; c’è anche la sezione ROI, dove puoi impostare una Regione di Interesse (può essere disegnata), mentre il resto dell’immagine sarà di qualità inferiore, risparmiando sulla larghezza di banda.

annke-c500-telecamera

In Immagine, puoi modificare la luminosità, l’esposizione, il contrasto, il bilanciamento del bianco e altro, oltre a impostare un’area di Privacy Mask nel caso in cui ti venga richiesto (o necessario) di rispettare la privacy di una persona o di censurare un luogo. La sezione Evento è ciò che stavo cercando nell’app (ma mancava) poiché è il posto in cui puoi trovare le impostazioni di rilevamento del movimento e sì, funziona in modo molto simile ad altre fotocamere. Si disegna un’area sul metraggio e si imposta la sensibilità al livello preferito: più il soggetto è vicino, più bassa dovrebbe essere la sensibilità. Hai anche alcune opzioni aggiuntive che ti consentono di impostare il tipo di notifica e il modo in cui il filmato verrà archiviato quando un evento attiva la registrazione. Sempre in Evento, ho scoperto che puoi impostare un allarme quando l’obiettivo è coperto, il che è un’opzione di sicurezza fantastica considerando che è la prima cosa che un intruso proverà a fare. Infine, puoi impostare le impostazioni della pianificazione di archiviazione.

La Conclusione

Come avrai notato, la serie di telecamere Annke C500 non offre alcun abbonamento Cloud o uno slot per schede SD (non è una cosa negativa dal punto di vista della sicurezza), il che significa che sono costruite per essere utilizzate insieme a un NVR o con un soluzione di terze parti (un NAS, Blue Iris), quindi, idealmente, dovresti acquistare più unità di questo tipo e creare un sistema di sorveglianza adeguato. Ed è una buona opzione dal punto di vista del rapporto prezzo / prestazioni, considerando che durante il giorno si ottiene un’ottima qualità dell’immagine (durante la notte le cose erano un po’ carenti), c’è un’enorme quantità di personalizzazione disponibile sul software basato sul browser (è disponibile anche un’app abbastanza completa), la telecamera è resistente alle intemperie e si ha la possibilità di utilizzare PoE per la connessione.

Annke C500 I51DF -
  • 8/10
    Il Design - 8/10
  • 8/10
    Facilità d'Uso - 8/10
  • 8/10
    Le Caratteristiche - 8/10
  • 8.5/10
    L'Accessibilità - 8.5/10
  • 8.5/10
    La Qualità dell'Immagine - 8.5/10
8.2/10
Sending
User Review
0/10 (0 votes)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *