Recensione Caricabatterie Wireless Vebach 20W

Il Vebach JW33 è un caricabatterie wireless da 20W (tecnologia Qi) abbastanza economico, progettato per collegarsi magneticamente al telefono e caricarlo il più rapidamente possibile (in modo simile alla maggior parte dei normali adattatori da parete). Certamente, ci sono alcuni caricabatterie più potenti e più veloci (come il Kovol Sprint 120W), ma non battono davvero la comodità dell’utilizzo di un caricabatterie wireless. E 20W sono abbastanza per ricaricare uno smartphone con una batteria più grande in meno di due ore. Non nego che anche i caricabatterie wireless siano diventati più potenti, raggiungendo 30W e persino 50W (da Xiaomi), ma, a differenza dei caricabatterie via cavo, ci sono alcuni compromessi quando si carica il telefono in modalità wireless.

vebach-20w

VEDI PRODOTTO SU:

vebach

E ruotano principalmente attorno al calore che viene generato che ha un impatto negativo sulla batteria, soprattutto se non è più grande dall’inizio (il caso con gli iPhone). Inoltre, evitare di utilizzare il telefono mentre è in carica in modalità wireless dovrebbe rimuovere quasi completamente questo problema. Il caricabatterie wireless Vebach 20W è più focalizzato sugli iPhone e questo perché ha una piastra magnetica che si attacca al lato posteriore del telefono assicurando che non ci siano deviazioni. E questo risolve il problema comune di disallineamento che affligge altri caricabatterie wireless in cui la batteria continuerebbe a scaricarsi solo durante la notte. Quindi è bello vedere che i produttori riescano a prendere alcuni buoni elementi di design e migliorarli, soprattutto nel caso di Apple che è ostinatamente stagnante sull’adozione di nuove tecnologie.

La Qualità del Design e della Costruzione

È chiaro che Vebach è stato ispirato da MagSafe per quanto riguarda il meccanismo di attacco magnetico, ma è anche bello vedere che hanno superato il limite di 15W, spingendo 20W. Ma un iPhone può davvero essere caricato in modalità wireless oltre i 15W? Non al momento. Le linee di iPhone 12, così come il più recente iPhone 13, possono arrivare solo fino a 15W, che ovviamente cambieranno non appena Apple renderà disponibile un caricabatterie MagSafe migliore. Devi amare l’ecosistema Apple. Devo menzionare che l’iPhone 12/13 Mini è limitato a 12W di alimentazione di ricarica wireless. Gli smartphone Samsung che supportano la ricarica wireless possono arrivare solo fino a 15W, ma Pixel 6 Pro può arrivare fino a 23W, quindi ci sono progressi.

vebach-20w

In termini di design, il caricabatterie wireless Vebach (JW33) è compatto ed elegante, con una base circolare che si appoggia su una scrivania. L’intero dispositivo è ricoperto da una finitura bianca opaca e, se non fosse per il cavo che è collegato alla custodia circolare, lo si scambierebbe facilmente per un piccolo portabicchieri.
Il cavo è fissato in modo permanente al caricabatteria wireless Vebach e ad essere sincero avrei preferito che fosse collegato ad una porta USB-C, ma non mi lamento troppo perché all’altra estremità del cavo abbastanza lungo (90 cm), otteniamo un connettore USB-C. E c’è anche un caricabatterie da 20W nella confezione, qualcosa che Apple non si è preoccupato di aggiungere con i suoi nuovi iPhone (neanche Samsung con i suoi telefoni).

Mi sarebbe piaciuto vedere un supporto in silicone nella parte inferiore del caricabatterie per tenerlo in posizione, ma funziona comunque come previsto e, quando è attaccato al lato posteriore di un iPhone, aderisce molto bene ad esso, bloccando qualsiasi potenziale movimento. Avevo un iPhone 12 con i magneti integrati, oltre a una custodia che permetteva l’aggancio magnetico del caricabatterie Vebach. Ma non tutti i dispositivi lo hanno, come uno smartphone robusto che ho testato di recente, l’AGM Glory Pro, che ha varie creste sul pannello posteriore. Quindi, ho dovuto stare molto attento a come ho posizionato il caricabatterie in modo da allinearlo correttamente allo smartphone.

Info: Sebbene il JW33 abbia un bell’aspetto nel suo approccio al design minimalista, mi è piaciuto di più il pad di ricarica in alluminio dell’altro modello Vebach che è meno potente. Si spera che Vebach porti questo design anche sul modello da 20W.

Le Prestazioni di Ricarica

Devo porre l’accento sulla facilità con cui un iPhone si collega al caricabatterie wireless Vebach e su come questo dovrebbe diventare uno standard per gli smartphone che supportano la ricarica Qi, nonché per i caricabatterie stessi. Per quanto riguarda i test, ho deciso di utilizzare un iPhone 12 e controllare quanto tempo ci vuole per passare da 0 a 100%. Non avevo nessun altro caricabatterie wireless con cui confrontarlo, quindi, a scopo di confronto, ho usato anche un caricabatterie 30W di Quntis. E sì, non è proprio un confronto equo, ma almeno abbiamo un’idea di cosa possiamo aspettarci dal caricabatterie wireless Vebach 20W. Come puoi vedere dal grafico (dove ho misurato la percentuale di batteria ogni 10 minuti), i dati mostrano che utilizzando il caricabatterie wireless Vebach 20W, l’iPhone 12 ha impiegato 2 ore e 30 minuti per passare da 0 a 100%.

vebach-20w

Ma tieni presente che ci sono volute meno di due ore per raggiungere il 90%, quindi, come siamo già abituati, le ultime percentuali di solito impiegano più tempo poiché la ricarica viene eseguita intenzionalmente più lentamente per non danneggiare la batteria e garantire che abbia un lunga vita.
Il caricabatterie Quntis da 30 W + cavo Apple ha funzionato come previsto poiché ci sono volute due ore per passare dallo 0 al 100%. Questo in realtà non racconta l’intera storia perché so che il caricabatterie Quntis da 30W può effettivamente ricaricare la batteria dell’iPhone 12 a un po’ meno di 15W, quindi come mai il caricabatterie Vebach da 20W che dovrebbe essere limitato a 15W non si è comportato nel allo stesso modo del cavo di ricarica?

È semplice, in realtà il caricabatterie wireless era limitato a 7,5W. E il problema non è il caricabatterie Vebach, è Apple che apparentemente lo sta limitando a 7,5W, altrimenti come giustificherebbero la vendita dei loro caricabatterie wireless MagSafe? Ho controllato l’AGM Glory Pro che era presumibilmente limitato a 10W, ma si è scoperto che si ricaricherà a 15W in modalità wireless, come puoi vedere nella foto. Quindi almeno gli smartphone al di fuori dell’ecosistema Apple saranno in grado di spingere il caricabatterie wireless Vebanch vicino al suo vero potenziale.

vebach-20w

Quali problemi puoi aspettarti durante l’utilizzo del caricabatterie wireless Vebach?

Come accennato nell’introduzione, è necessario prestare attenzione alla durata della batteria poiché una temperatura più elevata può ridurre la salute della batteria. Ma non devi preoccuparti di questo quando lo usi con un iPhone perché Apple si è assicurato di strozzarlo il più possibile senza far incazzare completamente i produttori di terze parti. Poi ci sono le precauzioni che devi prendere come faresti con qualsiasi caricabatterie wireless. Non mettere nulla tra il telefono e il caricabatterie perché può sciogliersi e persino prendere fuoco (una scheda può anche diventare non valida).

La Conclusione

Il caricabatterie wireless magnetico Vebach 20W è un dispositivo piccolo ed elegante che può fare miracoli con i tuoi telefoni (può caricarli abbastanza velocemente), ma è stato trattenuto da Apple. I 7,5W potrebbero non convincere le persone a utilizzare caricabatterie di terze parti quando si utilizzano iPhone, ma mi è piaciuta la comodità di portare in giro un dispositivo così piccolo e il modo in cui si aggancia semplicemente al retro del telefono è così soddisfacente. Se stai utilizzando un telefono Android che supporta la ricarica wireless, Vebach JW33 è una buona scelta, ma per gli iPhone, sta a te se desideri una velocità di ricarica più lenta.

Caricabatterie Wireless Vebach 20W -
  • 8.2/10
    Il Design - 8.2/10
  • 9/10
    La Facilità d'Uso - 9/10
  • 7.5/10
    Le Caratteristiche - 7.5/10
  • 8/10
    Le Prestazioni - 8/10
  • 8/10
    L'Accessibilità - 8/10
8.1/10
Sending
User Review
0/10 (0 votes)

Leave a Reply

Your email address will not be published.