Recensione Choetech Hub USB-C Adattatore 9-in-1 (HUB-M15)

Choetech vuole davvero associare il suo marchio agli accessori per laptop a prezzi accessibili e per essere più specifico, agli hub USB-C, e so di aver già testato l’HUB-M8 ultra-portatile, ma Choetech ha reso disponibile anche un adattatore USB-C 9 in 1 (HUB-M15) che, come suggerisce il nome, è molto più generoso con la sua offerta di porte (specialmente nel segmento di uscita video). È vero che ottieni più porte, ma il dispositivo perde alcuni punti in termini di portabilità, anche se solo un po’, considerando che sarai ancora in grado di portarlo facilmente con te.

choetech-9-in-1-usb-c-hub

amazon

E questo è l’intero concetto dietro questi hub USB-C poiché sono progettati per sostituire la mancanza delle porte dal tuo laptop ultra sottile facendo affidamento su una singola connessione tramite una porta USB-C. Se hai un laptop da gioco, dubito che avrai bisogno di quelle extra porte, ma un MacBook Pro (o Air) o un Dell XPS non sono adeguatamente attrezzati anche per le tue periferiche di base, figuriamoci per una connessione Internet cablata. Certo, potresti optare per una docking station, ma non sono sempre così facili da trasportare, né sono accessibili, quindi un hub USB-C economico è in genere sufficiente per collegare facilmente le tue periferiche o persino collegare un dispositivo VGA in un sala conferenze.

Choetech HUB-M15 mira a fornire le comodità suddette, caratterizzato da una custodia rettangolare piena di tutti i tipi di porte e mentre Choetech HUB-M08 è stato costruito in modo solido, l’HUB-M15 sembra meno robusto. La custodia è principalmente fatta in alluminio, ma è un po’ più sottile e c’è anche più plastica in gioco: le parti laterali e un altro lato (dove poggia il connettore VGA) sono privati di quella sensazione di metallo premium.

choetech-9-in-1-usb-c-hub

Inoltre, il dispositivo è coperto da una finitura opaca grigia e c’è una leggera pendenza verso l’area più sottile delle porte USB. Come ho detto prima, Choetech 9 in 1 HUB-M15 è lungo dall’essere l’hub USB più compatto sul mercato e, ai suoi 12.4 x 5.0 x 0.9 – 1.5 centimetri, è in realtà più del doppio rispetto a Choetech HUB-M08. Ma, ancora una volta, non ho avuto problemi a metterlo nella tasca dei miei jeans o in un piccolo scomparto sulla mia borsa da viaggio, quindi il dispositivo rimane abbastanza portatile. Un fastidio che ho avuto anche con l’adattatore Choetech più piccolo è la mancanza di piedini in silicone che assicurerebbero che il dispositivo non si muova così liberamente sulla scrivania e proteggere il corpo metallico dai graffi.

Anche il cavo è un po’ più lungo (ora misura 21 cm) e non sono sicuro di quanto possa essere considerato un vantaggio, ma aiuta con la tensione sul connettore USB-C e puoi anche essere in grado di tenerlo più lontano dal laptop (lo puoi mettere sul retro del computer per tenerlo lontano dalla vista). In modo simile all’HUB-M08 (che ha 5 porte), ci sono due modi per montare la scheda SD: puoi fare affidamento sulla porta TF (che si trova accanto alle porte USB 3.0) o inserendo la scheda in un adattatore e usare lo slot dedicato (sul lato opposto del cavo). Per vedere come Choetech ha gestito le prestazioni di archiviazione, ho subito preso una scheda microSD (un SanDisk Ultra U1 da 128 GB con un adattatore) e l’ho inserita nello slot dell’hub che, a sua volta, era collegata a una porta USB-C di Lenovo Y520.

choetech-9-in-1-usb-c-hub
A Sinistra: Connessione Diretta. A Destra: Choetech.

In questo modo, mentre eseguivo il benchmark sintetico CrystalDiskMark 6.0.2, ho visto una velocità di lettura sequenziale media di 85.93 MBps (Q32T1) e una velocità di scrittura sequenziale media di 60.82 MBps (Q32T1). Successivamente, ho collegato la scheda SD direttamente al laptop per vedere eventuali differenze di prestazioni e sono rimasto sorpreso nel vedere che l’hub Choetech offre velocità di trasferimento migliori rispetto al lettore di schede integrato: 69.67 MBps (lettura sequenziale) e 32.69 MBps (scrittura sequenziale).

Accanto al lettore di schede TF, ci sono solo tre porte USB 3.0 e sono ottime per le tue periferiche, ma se decidi di collegare tre SSD portatili e provi a trasferire file su una di queste, l’hub disconnetterà una delle restanti due unità SSD. Detto questo, ho eseguito alcuni benchmark sintetici su un’unità SSD portatile Samsung T5 mentre era collegata all’hub USB-C Choetech e i risultati non erano così diversi da quando l’unità era direttamente collegata all’Y520 – lo stesso è stato confermato dal ATTO Disk Benchmark 4.

choetech-9-in-1-usb-c-hub-5
A Sinistra: Connessione Diretta. A Destra: Choetech.
choetech-9-in-1-usb-c-hub-4
A Sinistra: Connessione Diretta. A Destra: Choetech.

Un’aggiunta interessante all’hub Choetech è la porta USB-C che si trova accanto al cavo ed è solo una porta di alimentazione che non può essere utilizzata per il trasferimento di dati – supporta un massimo di 100W di potenza pass-through, quindi puoi caricare facilmente un MacBook Pro (sì, anche i modelli più grandi), ma dovrai utilizzare adattatori PD originali o certificati per ottenere un output corretto. L’ultima sezione di interesse è dove troverai le uscite video, quindi nel mezzo si trova un connettore VGA – sì, lo so che è un vecchio standard e che siete già passati a HDMI e DisplayPort, ma nel mondo aziendale le cose sono molto più lente, quindi un’uscita video 1080p a 60Hz via VGA è una manna dal cielo quando si usano proiettori più vecchi.

Naturalmente, Choetech ha anche aggiunto una porta HDMI che il produttore afferma che può trasmettere video 4K Ultra HD a 30 Hz, ma poiché non ho un monitor o una TV 4K disponibile, potrei testarlo solo con un monitor 1440p e la frequenza di aggiornamento era 60Hz. Vale la pena notare che se si decide di utilizzare contemporaneamente la porta HDMI e VGA, la qualità dell’uscita HDMI scende a 1080p a 60Hz. Inoltre, accanto alla porta VGA, si trova una porta Gigabit Ethernet e, per vedere la velocità massima supportata, ho collegato l’adattatore a un MacBook Pro (attraverso una delle sue porte Thunderbolt 3) ed ho eseguito un test rapido: dal cliente al server, ho misurato in media 938 Mbps e, dal server al cliente, ho visto una media di 893 Mbps.

choetech-9-in-1-usb-c-hub-4

L’hub USB-C Choetech 9 in 1 rientra da qualche parte nella stessa categoria della Kensington SD1600P e, sebbene abbia un prezzo molto più basso, offre un’esperienza molto simile. Bene, fino a un certo punto, dal momento che fa fatica con più di due unità SSD collegate contemporaneamente e non mi è piaciuto che non ci sia un indicatore LED, ma ottieni una connessione Gigabit cablata, tre porte USB per le tue periferiche, un paio di lettori di schede e due opzioni di uscita video (una è in grado di passare a 4K), quindi se il tuo laptop ha poche porte, vale sicuramente la pena provare l’hub adattatore Choetech.

Info: Scopri altri prodotti Cheotech sul sito ufficiale https://www.ichoetech.com/

Choetech Hub USB-C Adattatore 9-in-1 -
  • 7.7/10
    Il Design - 7.7/10
  • 9/10
    Facilità d'Uso - 9/10
  • 8/10
    Le Caratteristiche - 8/10
  • 8.9/10
    L'Accessibilità - 8.9/10
8.4/10
Sending
User Review
0/10 (0 votes)

Leave a Reply

Your email address will not be published.