Recensione EnGenius ECW230 Punto di Accesso WiFi 6

EnGenius ECW230 è il punto di accesso wireless più potente dalla serie gestita da Cloud, che offre la maggior parte delle funzionalità previste dallo standard WiFi 6, come OFDMA, Target Wake Time (per i dispositivi IoT), MU-MIMO (4×4) e il dispositivo è anche l’unico (finora) della serie ad avere una porta PoE da 2.5 Gigabit. Sì, il WiFi 6 e la porta da 2.5 Gb dovrebbero andare bene insieme poiché una porta Gigabit avrebbe limitato il vero potenziale del punto di accesso wireless, ma è importante capire fin dall’inizio che questo dispositivo è rivolto alle PMI e non proprio adatto al pubblico dei consumatori. Il motivo principale è il software che è stato creato per aiutare a gestire più siti con più di un punto di accesso wireless e per usarlo, l’utente deve essere a proprio agio con la piattaforma di gestione del Cloud (che è un vantaggio soprattutto per le PMI).

engenius-ecw230

VEDI PRODOTTO SU: engenius

Ovviamente la piattaforma EnGenius Cloud, anche se costruita per le aziende, è comunque perfettamente utilizzabile per gli utenti domestici (per gli appassionati di tecnologia), soprattutto grazie all’app. So che l’adozione di qualsiasi nuova tecnologia nel mondo aziendale è percepita come molto più lenta rispetto al mercato consumer, ma molte aziende utilizzano già switch Ethernet con porte multi-Gigabit, quindi un punto di accesso in grado di sfruttare questo vantaggio è sempre un’aggiunta molto gradita alla rete. Detto questo, diamo un’occhiata più da vicino a EnGenius ECW230 e vediamo se l’azienda ha implementato bene la nuova tecnologia WiFi 6.
Info: EnGenius ECW230 è praticamente identico all’EWS377AP (dal punto di vista hardware), con la differenza che quest’ultimo è un AP On Premises, mentre il primo è puramente gestito dal Cloud.

Il Design e la Qualità Costruttiva

Recentemente ho testato l’EnGenius ECW120 che fa parte della stessa serie WAP (per interni) gestita da Cloud e sono rimasto sorpreso di vedere che il molto più potente ECW230 è in realtà più compatto, riuscendo a ottenere un aspetto molto discreto quando montato sul soffitto. E questo principalmente perché la custodia è molto sottile, nonostante abbia alcune proporzioni generose (misura 20.5 x 20.5 x 3.32 centimetri) e ha la parte superiore piatta e minimalista. Infatti, oltre al logo e alle icone grigie e alla barra LED sottile, non c’è nient’altro sulla parte superiore del dispositivo, la sezione visibile è interamente ricoperta da una finitura bianca opaca. Mentre la parte superiore è in plastica, la parte inferiore è metallica (lega di zinco, forse) ed è ricoperta da una finitura grigia e il dispositivo si basa su quattro viti per tenere insieme le due sezioni.

engenius-ecw230

Trattandosi di un access point wireless con montaggio a soffitto, non sono presenti antenne esterne (ha un sistema all’interno del case molto intricato) e, sul lato inferiore, sono presenti due sezioni che consentono il montaggio del dispositivo utilizzando le staffe fornite o affidandosi a un paio di viti (nel caso in cui vuoi mettere l’access point sul muro). Il profilo sottile aiuta a dare all’ECW230 un aspetto senza pretese e penso che sia il punto di accesso wireless WiFi 6 con il design migliore, ma come gestisce il calore? Il più delle volte, i punti di accesso wireless sottili (come Ubiquiti UAP-AC-Pro) soffrono di una male gestione del calore poiché c’è poco spazio all’interno e, a volte, la custodia è completamente sigillata. E, a prima vista, l’EnGenius ECW230 potrebbe subire la stessa sorte poiché gli unici ritagli che ho potuto vedere sono sul fondo, vicino alle orecchie di montaggio. La buona notizia è che dopo aver aperto il dispositivo, ho visto che EnGenius ha aggiunto alcuni pad termoconduttivi su quasi tutti i chip, oltre a coperture in alluminio per dissipare il calore. Ho anche visto che il chipset IPQ8072A ha un ampio pad che entra a diretto contatto con la parte metallica della custodia in modo da spingere il calore verso l’esterno.

La barra LED può essere sottile, ma i LED sono molto luminosi (puoi spegnerli dal controllore) e, da sinistra, c’è il LED di alimentazione, il LED LAN, così come i LED per la rete a 2.4GHz e quella a 5GHz. Il LED di alimentazione lampeggerà in arancione fino a quando non si accoppierà il punto di accesso al controller Cloud (a quel punto, diventerà arancione fisso), mentre il resto dei LED dovrebbe essere blu fisso, a meno che qualcosa non vada storto con la rete WiFi o la connessione LAN al router / allo switch. Per quanto riguarda la sezione delle porte, le cose non sono ideali. Lo trovi sul fondo in una sezione rettangolare intagliata e, purtroppo, non è presente un taglio per i cavi. Non è ancora un grosso problema considerando che le orecchie di montaggio sporgono leggermente verso l’esterno, ma non è la soluzione più elegante.

engenius-ecw230

Detto questo, qui potrai trovare un piccolo pulsante di Reset incassato (tienilo premuto per 10 secondi per riportare l’access point alle impostazioni di fabbrica predefinite), una porta PoE da 2.5 Gigabit (supporta 802.3at PoE e richiede un budget massimo di 19.5 W) e una porta di alimentazione 12 CC / 2A. È possibile utilizzare una porta non PoE per collegare il punto di accesso al router e un cavo di alimentazione per alimentare il dispositivo, ma, idealmente, si dovrebbe fare affidamento su uno switch Ethernet PoE o su un adattatore PoE. Sfortunatamente, oltre alle staffe di montaggio e allo ECW230 stesso, nella confezione non viene fornito nient’altro, quindi devi acquistare ciò che ti serve separatamente (e non è davvero un punto di accesso wireless economico). Oltre a questo, ho anche notato che c’è uno slot Kensington sul lato del dispositivo.

L’Hardware Interno

Dopo aver aperto la custodia (rimuovendo le quattro viti dal fondo), ho potuto immediatamente vedere la PCB e il gran numero di antenne che sono attaccate alla parte metallica del dispositivo. Da questo lato, sono stato in grado di identificare solo il driver LED MT774 O4KG4, quindi ho dovuto rimuovere con attenzione alcuni cavi dell’antenna per guardare la parte inferiore della PCB. In questo modo, ha rivelato che l’EnGenius ECW230 è dotato di un chipset Qualcomm Atheros IPQ8072A (CPU quad-core ARM Cortex A53S con il clock a 2.0GHz) che fa parte della serie Hawkeye. Ci sono anche 256 MB di memoria flash da MXIC (X200614 MX30LF2G18AC-XKI), un ricetrasmettitore PHY Ethernet Qualcomm QCA8081, un FBGA di gestione dell’alimentazione Qualcomm PMP8074 e quello che sembra essere 512 MB di RAM DDR3-1866 da Micron (MT41K256M16TW).

engenius-ecw230

Per quanto riguarda le prestazioni wireless, EnGenius ECW230 utilizza il chip IPQ8072A (QCN5054) insieme a quattro moduli front-end Qorvo QPF4528 6CPF WiFi 802.11ax per la banda radio 5GHz e il chip IPQ8072A (QCN5074) insieme a quattro moduli front-end integrati Qorvo QPF4228 5XLS WiFi 802.11ax per la banda radio a 2.4 GHz.
L’EnGenius ECW230 può essere considerato un access point wireless di classe AX3600, quindi presenta una velocità di trasferimento dati teorica massima di 2,400 Mbps sulla banda 5GHz e una velocità di trasferimento dati teorica massima di 1,148 Mbps sulla banda radio 2.4GHz.

La Funzionalità e il Test Wireless

Ho già testato alcuni router WiFi 6 di livello consumer, come l’Asus RT-AX82U e il Netgear RAX40, quindi ho un’idea di ciò che l’utente deve aspettarsi da questa nuova tecnologia WiFi, anche se i dispositivi suddetti fanno parte della fase iniziale – beh, anche l’EnGenius ECW230 non è certificato WiFi 6. Detto questo, una delle migliori tecnologie è l’OFDMA che ha il ruolo di creare una rete più efficiente dividendo la larghezza di banda del canale in piccoli sottoportanti ortogonali. Ciò significa che la trasmissione di pacchetti più piccoli sarebbe effettuata con minore latenza: la buona notizia è che questa tecnologia viene applicata sia al traffico upstream che a quello downstream. Successivamente, l’ECW230 supporta la modulazione 1024-QAM e la larghezza di banda del canale 80MHz – sì, non c’è supporto per 160MHz. Come con la maggior parte dei punti di accesso wireless e in particolare quelli gestiti da Cloud, l’ECW230 può essere aggiunto a una rete mesh.

engenius-ecw230

Questa funzionalità è disponibile da un po’ sul controller EnGenius e i modelli non devono essere identici, solo compatibili (e quelli più recenti lo sono). Come con qualsiasi sistema mesh WiFi dual-band, non andrei più lontano di un salto poiché la larghezza di banda verrà gravemente ridotta dal traffico di backhaul; il WiFi 6 dovrebbe essere più indulgente, ma l’esperienza non sarà comunque l’ideale (e non sarebbe il miglior utilizzo di hardware costoso). Un’altra tecnologia che era molto comune con i dispositivi WiFi 5 e può raggiungere livelli di prestazioni più buoni sul WiFi 6 è MU-MIMO che, nel caso dell’ECW230, è 4×4 (il WiFi 6 consente fino a 8×8). Ma è comunque necessario utilizzare dispositivi cliente compatibili per sfruttare appieno questa tecnologia (e sfortunatamente, non ci sono molti adattatori WiFi 6 in giro e, per quanto ne so, nessun adattatore WiFi 4×4). Infine, EnGenius ECW230 utilizza BeamForming per garantire che il segnale sia indirizzato verso i clienti wireless compatibili, riducendo al minimo l’impatto delle interferenze e offrendo un throughput migliore.

Queste sono le principali funzionalità WiFi, quindi diamo un’occhiata alle prestazioni wireless. Prima di guardare i risultati, parliamo un po’ della procedura di test poiché è un po’ diversa rispetto ad altri dispositivi che ho visto fino ad ora e questo principalmente a causa della porta da 2.5 Gb. Ho usato ancora due computer, uno come server e l’altro come cliente, ma questa volta ho dovuto fare affidamento su un dispositivo server diverso: un MacBook Pro. Questo perché ha una porta Thunderbolt 3 e potrei utilizzare il QNA-UC5G1T che è un adattatore Ethernet 5Gb poiché dovrebbe fornirmi una connessione multi-Gigabit. Successivamente, EnGenius ECW230 ha una singola porta, quindi ho dovuto utilizzare uno switch Ethernet PoE per alimentarlo e collegare il dispositivo server.

engenius-ecw230

engenius-ecw230

Per fortuna, Zyxel mi ha appena inviato uno dei loro ultimi switch Ethernet che ha 10 porte multiGigabit (10 Gb per essere più precisi) ed è anche PoE – supporta 2.5 Gb e 5 Gb (tieni presente che non tutti gli switch Ethernet lo fanno). Per quanto riguarda il dispositivo cliente, ho utilizzato lo stesso computer dotato dell’adattatore TP-Link TX3000E (AX3000 2×2).

In questo modo, ho preparato tutti i dispositivi e ho collegato il computer cliente alla rete a 5 GHz (80 MHz). Dal cliente al server, a 1.5 metri, ho misurato una media di 817 Mbps, mentre a 10 metri ho ottenuto circa 330 Mbps. Dal server al cliente, ho misurato una media di 639 Mbps a 1.5 metri e una media di 314 Mbps a 10 metri. Sì, volevo vedere il throughput superare 1 Gbps, ma questo è il massimo che potevo ottenere con la mia attrezzatura attuale. Successivamente, ho collegato il dispositivo cliente alla rete 2.4GHz e, dal cliente al server, ho misurato 239 Mbps a 1.5 metri e una media di 143 Mbps a 10 metri (questo è, purtroppo, un chiaro limite dell’adattatore WiFi TP-Link, ma ancora, una prestazione eccellente). Dal server al cliente, ho misurato una media di 207 Mbps a 1.5 metri e circa 138 Mbps a 10 metri. Considerando che la maggior parte delle persone ha ancora laptop o smartphone con schede WiFi 5, ho deciso di testare le prestazioni wireless dell’ECW230 utilizzando un dispositivo cliente dotato di un adattatore WiFi Intel 8265 2×2.

engenius-ecw230

engenius-ecw230

Detto questo, mentre il cliente era connesso alla rete a 5 GHz, dal cliente al server, ho misurato una media di 498 Mbps a 1.5 metri e una media di 151 Mbps a 10 metri. Dal server al cliente, il punto di accesso wireless ha fornito un throughput medio di 506 Mbps a 1.5 metri e una media di 148 Mbps a 10 metri. Successivamente, ho collegato il dispositivo cliente all’SSID a 2.4 GHz e dal cliente al server, ho misurato una media di 133 Mbps a 1.5 metri e una media di 128 Mbps a 10 metri.

La Configurazione e il Software

Dopo aver acceso l’EnGenius ECW230 (utilizzando uno switch Ethernet PoE, un adattatore PoE o semplicemente un cavo di alimentazione CC da 12 V), è possibile avviare immediatamente il processo di installazione che è praticamente identico all’ECW120 (e qualsiasi altro punto di accesso wireless dalla serie EnGenius Cloud Managed AP). Ma prima di ciò, vale la pena ricordare che esiste un software autonomo che offre alcune opzioni di base. Per accedere allo software, è necessario scoprire qual è l’IP del punto di accesso (basta controllare l’elenco dei clienti dal router) e inserirlo nell’URL: quando richiesto, immettere admin / admin per nome utente e password. L’interfaccia avrà due opzioni: lo stato del dispositivo che mostra alcune informazioni sul dispositivo e sulla rete a cui è attualmente connesso e poi, c’è l’impostazione locale. Qui è possibile modificare le impostazioni IPv4 o IPv6, abilitare STP, aggiornare il firmware, abilitare l’autorizzazione proxy e altro ancora. Se ritieni che la piattaforma di gestione cloud possa non essere quello che stai cercando e richiedi più dall’interfaccia di base, c’è l’EWS377AP che offre un elenco più completo di opzioni al di fuori della piattaforma Cloud.

engenius-ecw230

Detto questo, l’ECW230 deve essere adottato all’EnGenius Cloud e per farlo, accedi a cloud.engenius.ai, fai clic su Inventario che visualizzerà un elenco di eventuali dispositivi adottati e dall’angolo a destra, fai clic su Registra dispositivo. Puoi utilizzare l’applicazione mobile e scansionare il codice QR dalla parte inferiore del punto di accesso wireless o, come ho fatto io, semplicemente inserire il numero di serie e l’AP dovrebbe apparire immediatamente nell’elenco. Ma non è tutto poiché è necessario assegnarlo alla rete e quindi iniziare a regolare i parametri necessari. Prima di tutto, è importante capire che la piattaforma Cloud è stata costruita per gestire più punti di accesso contemporaneamente, quindi la stessa configurazione può essere semplicemente applicata a qualsiasi punto di accesso appena aggiunto. L’ECW120 è già nell’elenco, quindi ho semplicemente applicato le stesse impostazioni radio all’ECW230, ma puoi creare una configurazione generale per questa rete andando su Configura e modificando principalmente gli SSID e le Impostazioni radio (puoi anche aggiungere più reti, ciascuna con la propria configurazione o semplicemente raggruppare più AP).

engenius-ecw230

Dico principalmente perché oltre a creare nuovi SSID e creare profili radio per interni / esterni, puoi anche creare limiti di larghezza di banda per clienti o per gli SSID, abilitare il Captive Portal che, insieme alla Splash Page, sono molto utili se il punto di accesso deve servire più utenti che devono autenticarsi nella rete, come un hotel, un centro commerciale o qualsiasi spazio pubblico simile. I tipi di autenticazione supportati sono Click-through, EnGenius Authentication, Custom RADIUS, tramite voucher o social media, mentre la Splash Page è molto facile da creare con l’editore oppure puoi semplicemente caricarne una già personalizzata da un URL. Inoltre, sotto SSID, è possibile creare pianificazioni per l’accesso a Internet. Ho notato che ora esiste un elenco VIP che può essere popolato da dispositivi che non dispongono di un monitor, come una stampante, uno scanner o un server e che aggirerà sia il Captive Portal che l’eccezione di isolamento L2. Puoi anche vedere alcune impostazioni dedicate per l’ECW230 andando su Gestisci, Punto di accesso e selezionando il dispositivo dall’elenco: facendo clic su di esso verranno immediatamente richiamate alcune statistiche, nonché alcune opzioni di azione rapida.

engenius-ecw230

Ma, per ottenere la visualizzazione completa, è necessario fare clic su Dettagli (sarà sulla destra, quando si posiziona il mouse sulla colonna AP). In questo modo, puoi vedere alcuni misuratori RealTime sul lato destro (CPU, memoria, throughput) e al centro, puoi visualizzare la sezione Riepilogo (varie statistiche sul punto di accesso), i Log e i Clienti. Mi piace la sezione Clienti poiché posso fare clic su qualsiasi singolo dispositivo per vedere un layout della timeline, che mostra quando il cliente si è connesso alla rete (o disconnesso), nonché la durata della connessione, il protocollo, la radio e la potenza del segnale. Come ho detto in precedenza, l’ECW230 può essere gestito anche utilizzando l’app EnGenius Cloud dedicata. L’applicazione visualizzerà una dashboard simile all’interfaccia basata sul Web e avrai accesso alla maggior parte delle impostazioni dalla piattaforma gestita completamente dal Cloud, ma la vedo più come un mezzo per regolare rapidamente varie opzioni. E funziona benissimo per questo scopo, ma per una gestione completa di più siti, è necessario avere accesso all’interfaccia utente Cloud basata sul web.

Info: La piattaforma gestita dal Cloud che ho utilizzato è la versione gratuita che offre già molte opzioni per le piccole imprese, ma è disponibile anche una versione a pagamento che aggiunge alcune funzionalità interessanti.

La Conclusione

La piattaforma gestita EnGenius Cloud è migliorata nell’ultimo anno e attualmente offre la maggior parte delle funzionalità attese adatte alle PMI (sì, anche la versione gratuita offre parecchio), consentendo la configurazione e la gestione di più dispositivi su più siti; e non sembra di navigare un puzzle poiché le impostazioni sono ben strutturate in un modo abbastanza unico (non tutti hanno copiato l’UniFi e questa è una buona notizia). Per quanto riguarda l’hardware, la tecnologia WiFi 6 ha aperto la porta per trasferimenti di dati più veloci, nonché per la creazione di una rete più affidabile e l’EnGenius ECW230 è all’altezza delle aspettative (anche se mi sarebbe piaciuto vedere il supporto per 160MHz). Dal punto di vista del design, il punto di accesso ha un bell’aspetto sul soffitto (è molto sottile) e il test wireless ha mostrato che se sono soddisfatte le giuste condizioni (i clienti compatibili), l’ECW230 può fornire un throughput davvero buono (non sono riuscito a superare il Gigabit probabilmente a causa della limitazione del hardware per il test). È chiaro che l’ECW230 sarà eccessivo per il mercato consumer, ma per le PMI è una buona soluzione di medio livello.

EnGenius ECW230 -
  • 9.2/10
    Il Design - 9.2/10
  • 8/10
    La Facilità d'Uso - 8/10
  • 9/10
    La Configurabilità - 9/10
  • 6.5/10
    L'Accessibilità - 6.5/10
  • 9/10
    Le Prestazioni Wireless - 9/10
8.3/10
Sending
User Review
0/10 (0 votes)

0 thoughts on “Recensione EnGenius ECW230 Punto di Accesso WiFi 6

Leave a Reply

Your email address will not be published.