Recensione Access Point WiFi 6 EnGenius ECW230S

L’EnGenius ECW230S è attualmente uno dei due punti di accesso WiFi 6 che utilizzano le radio WIPS e Zero DFS per migliorare notevolmente il modo in cui l’amministratore di sistema può monitorare la rete ottenendo una comprensione migliore dell’utilizzo del canale, dei clienti live e di altre attività di rete. Ma un altro aspetto di questa versione aggiornata sono gli strumenti di sicurezza di AirGuard che aiutano a rilevare attacchi, SSID non autorizzati, gemelli malvagi e persino RF jamming.

engenius-ecw230s

VEDI PRODOTTO SU: engenius

Quindi, mentre EnGenius ECW230S sembra identico all’ECW230 in termini di design, sono state apportate alcune modifiche a livello hardware per garantire che alcune di queste tecnologie possano funzionare. Ma sì, nella maggior parte dei casi l’ECW230 e l’ECW230S non differiscono molto.

Hai ancora la porta Ethernet 2.5GbE che supporta PoE, MU-MIMO 4×4 e la tecnologia OFDMA obbligatoria per aiutare con le reti più dense. Inoltre, è disponibile il supporto per la piattaforma di gestione del Cloud e c’è anche il supporto per la creazione di una rete mesh insieme ad altri access point wireless EnGenius. Ma, come mi sono chiesto quando ho testato l’ECW220S, era davvero necessario lanciare l’EnGenius ECW230S così presto? Mettiamo alla prova l’EnGenius ECW230S e scopriamolo.

Il Design e la Qualità di Costruzione

Se metti l’EnGenius ECW230S e l’ECW230 uno accanto all’altro, non sarai in grado di distinguerli immediatamente. Entrambi misurano 20,5 x 20,5 x 3,3 cm ed entrambi i dispositivi hanno la parte superiore in plastica più una parte inferiore metallica per la custodia.

engenius-ecw230s

Ed è un design davvero ben congegnato, la custodia è sottile, sta bene sulla parete, quindi è probabilmente migliore del 90% degli altri punti di accesso sul mercato. Naturalmente, il pezzo di plastica è coperto da una finitura bianca opaca, quindi si adatta al soffitto, anche se ci sono alcuni LED rivolti verso il basso. Puoi disattivarli se lo desideri, ma svolgono la stessa funzione dell’ECW230. Ottieni il LED di alimentazione (lampeggia in arancione se non hai accoppiato EnGenius ECW230S alla piattaforma Cloud) seguito dal LED LAN e poi ci sono i LED per le radio da 2,4 GHz e 5 GHz. E poi ci sono due LED aggiuntivi che non erano sull’ECW230.

Questo è il primo elemento di design che differenzia l’EnGenius ECW230S dall’ECW230. Il primo LED è responsabile dello stato della radio di scansione e il secondo LED si accende per mostrare lo stato della radio Bluetooth (BLE 5). Se giri l’EnGenius ECW230S, noterai il secondo elemento di differenziazione, il pezzo metallico della custodia. Invece di essere liscio, come sull’ECW230, ora è scanalato e l’intero dispositivo sembra più robusto a causa del peso maggiore.

engenius-ecw230s

In effetti, l’EnGenius ECW230S pesa 600 grammi, un po’ più dell’ECW230. Tutto il resto, come le orecchie di montaggio e la posizione delle porte, rimane lo stesso. Ottieni un pulsante Reset (tienilo premuto per 10 secondi per riportare l’access point alle impostazioni predefinite), una porta Ethernet 2.5GbE (supporta 802.3af/at) e una porta DC 12V nel caso tu voglia collegarlo a un alimentatore. Non c’era un adattatore PoE nel pacchetto, ma puoi acquistarne uno separato o semplicemente utilizzare uno switch PoE Ethernet.

E la gestione del calore? L’ECW230 era un po’ caldo al tatto, il che ha senso considerando che la piastra metallica posizionata in basso ha il ruolo di allontanare il calore dai chip. E lo stesso vale anche per l’ECW230S considerando che è ancora più affollato all’interno. Come puoi vedere dalla foto, può diventare caldo al tatto, ma anche così non ho visto alcun throttling in azione.

engenius-ecw230s

L’Hardware Interno dell’EnGenius ECW230S

Non ho avuto problemi ad aprire l’ECW230, ma le cose non sono andate così liscie con l’EnGenius ECW230S. Dopo aver rimosso le quattro viti, ho tentato di staccare il coperchio superiore, ma il produttore ha adottato un approccio strano per quanto riguarda l’antenna Bluetooth. L’hanno attaccato alla custodia di plastica, il che va bene, ma anche il connettore era incollato alla custodia, il che non sono sicuro fosse l’effetto previsto. Non avrà alcun impatto sulla funzionalità del punto di accesso, solo fastidioso da aprire.

Il resto del layout dell’antenna è praticamente lo stesso dell’ECW230, ma ho notato qualcosa di strano, c’era un’antenna sulla PCB. Quando ho aperto il coperchio, l’antenna si è staccata – ho usato una colla migliore quando l’ho rimontata. Il PCB è simile a quello che ho visto sull’ECW230, ma non è identico. In cima non c’erano chips degne di nota, quindi ho capovolto la PCB. In questo modo, ho potuto identificare il Qualcomm QCA9889 dedicato a una delle nuove radio (per il rilevamento dei rogue AP e altro).

engenius-ecw230s

Poi, c’è il SoC quad-core Qualcomm IPQ8072A (CPU ARM Cortex A53S con il clock a 2,0 GHz), 256 MB di memoria flash da MXIC (X201614 MX30UF2G18AC-XKI) e 1 GB di RAM da Samsung (SEC201 K4A8G165WC) che è un aumento rispetto al 512 MB dell’EnGenius ECW230. Successivamente, ho potuto vedere l’MCU ARM Cortex-M3 Bluetooth 5.1 LE a 32 bit SimpleLink CC2640 R2F, il ricetrasmettitore PHY Ethernet Qualcomm QCA8081, il registro a scorrimento seriale con uscita parallela LV164A 19K G4 A8EH, il TPS23756 Controller PoE PD e due driver LED MT774. Per quanto riguarda il WiFi, EnGenius ECW230S utilizza gli stessi chip del suo predecessore.

C’è il Qualcomm QCN5074 e quattro moduli front-end Qorvo QPF4528 6CPF WiFi 802.11ax per la radio a 5 GHz e un chip Qualcomm QCN5054 con quattro moduli front-end integrati Qorvo QPF4228 A7SH WiFi 802.11ax per la radio a 2,4 GHz.

Le Funzionalità Wireless

L’EnGenius ECW230S utilizza praticamente le stesse funzionalità wireless di miglioramento delle prestazioni dell’ECW230, quindi c’è l’OFDMA obbligatorio che aiuta molto con le reti dense. E questo era l’idea principale del WiFi 6, non superare i dispositivi WiFi 5 in termini di throughput poiché i punti di accesso wireless di quello standard erano già abbastanza veloci. Ma l’idea è quella di gestire in modo più efficiente un numero molto maggiore di clienti contemporaneamente. È qui che entra in gioco OFDMA per limitare le interferenze e migliorare l’utilizzo della larghezza di banda.

Poi, c’è il MU-MIMO che deve essere presente su tutti i dispositivi di rete più recenti: è una bella funzionalità da avere poiché può garantire che più clienti possano essere serviti contemporaneamente. L’unico problema è che hai bisogno di clienti compatibili e solo una manciata può effettivamente utilizzarlo al massimo delle sue potenzialità (non sto parlando di alcuni smartphone 2×2).

Ho anche visto che è stata inclusa anche la tecnologia mesh, il che ha senso se si desidera interconnettere più access point EnGenius e farli comportare come un’unica rete. In questo modo, i dispositivi cliente compatibili possono effettuare il roaming senza interruzioni tra i nodi, in modo che l’utente non subisca disconnessioni.

Il Test Wireless (5GHz)

Per testare l’EnGenius ECW230S, ho utilizzato un dispositivo server (un computer) a cui ho collegato uno switch PoE multi-Gigabit (l’EnGenius ECS2512FP). Poi, ho collegato lo switch all’AP e a un router multi-Gigabit (Asus RT-AX86U). Per quanto riguarda i dispositivi cliente ne ho usati tre, uno è un computer dotato di adattatore AX200 WiFi 6, un altro è un dispositivo WiFi 5 dotato di Intel 8265 e l’ultimo è lo smartphone Pixel 2 XL.

engenius-ecw230s

Quindi, al primo test, ho collegato il cliente AX200 alla rete EnGenius ECW230S 5GHz (80MHz) e ho verificato il throughput in base sia alla potenza del segnale che alla distanza tra esso e il server. In questo modo, ho visto una media di 774Mbps upstream a 1.5 metri di distanza dal dispositivo server e 489Mbps downstream (attenuazione di 34 dB). A 15 metri, il throughput medio era di 308Mbps in upstream e 172Mbps in downstream (-70dB), ma andando oltre a circa 20-23 metri, il segnale è diminuito molto (-86dB), il che significava che il throughput era appena sufficiente per un uso leggero di Internet: circa 20Mbps in up e downstream.

engenius-ecw230s

Sono ben consapevole del fatto che, nonostante condivida una grande quantità di hardware con l’ECW230, quando si tratta dell’ECW230S è come testare un dispositivo completamente diverso. Come mai? Non è il punto di accesso, è tutto il resto. L’ECW230 è stato testato in una casa diversa e quando l’ho fatto, l’attenzione era concentrata sulla distanza e meno sulla potenza del segnale (l’attenuazione) e sull’interferenza.

Ho dovuto trasferirmi in una nuova posizione, quindi il test dell’EnGenius ECW230S mostra risultati diversi perché il layout della casa è diverso e c’è una diversa quantità di interferenza. Detto questo, esaminiamo le prestazioni wireless utilizzando il dispositivo cliente Intel 8265. Ho visto una media di 444Mbps a 1.5 metri e 84,2Mbps a 15 metri in upstream; in downstream, il throughput era di 414Mbps vicino a EnGenius ECW230S e 67,9 Mbps a 15 metri.

engenius-ecw230s

Il segnale scende quasi completamente intorno allo stesso punto del dispositivo cliente AX200 (circa 23 metri, dove l’attenuazione era di 86 dB). Infine, ho verificato le prestazioni wireless con Pixel 2 XL e per la maggior parte non erano così diverse rispetto al dispositivo cliente Intel 8265. A 1.5 metri, ho misurato una media di 462Mbps in upstream e 336Mbps in downstream. Nonostante la potenza del segnale molto simile al dispositivo Intel 8265 a 15 metri, ho visto solo 78,4 Mbps in upstream e 33,5 Mbps in downstream. Inoltre, nessuna possibilità di raggiungere i 15 metri, il segnale è caduto completamente a quel punto.

Il Test Wireless (2.4GHz)

Le differenze nel throughput tra l’ECW230 e l’ECW230S rimangono anche sulla radio a 2,4 GHz. Quindi, utilizzando il dispositivo cliente AX200 (40 MHz), sono riuscito a vedere una media di 302Mbps a 1.5 metri (in upstream), il che è eccellente e il throughput rimane solido anche a 15 metri, offrendo una media di 131Mbps (-66 dB, quindi il segnale è abbastanza forte).

engenius-ecw230s

Anche a 23 metri, l’attenuazione è rimasta al di sotto di 80 dB e la velocità era di 30,2Mbps in upstream e 11,8 Mbps in downstream. Passando ai dispositivi cliente WiFi 5, l’Intel 8265 ha avuto prestazioni molto migliori, rimanendo molto stabile fino a 10 metri, ma la velocità è leggermente diminuita a 15 metri e fino a essere a malapena utilizzabile a 20+ metri. Il Pixel 2 XL ha avuto più problemi a mantenere una connessione decente dopo 12 metri e dopo 15 metri è riuscito a malapena a connettersi all’access point (il segnale è stato tagliato di almeno 80dB).

engenius-ecw230s

Ciò significa che EnGenius ECW230S e ECW230 funzioneranno molto bene con i dispositivi cliente WiFi 6 su 2,4 GHz grazie al supporto OFDMA, ma i dispositivi cliente WiFi 5 non funzioneranno meglio di quanto farebbero con un punto di accesso WiFi 5.

L’Installazione ed il Software

Gli access point della serie ECW sono costruiti attorno alla piattaforma di gestione del Cloud, quindi c’è pochissimo controllo nel caso tu decida di usarli in modalità stand-alone. Per accedere all’interfaccia, accendere EnGenius ECW230S e quindi controllare quale indirizzo IP ha ricevuto dal router. Inserisci quell’indirizzo IP nell’URL di qualsiasi browser, inserisci admin/admin come nome utente/password e poi, devi essere in grado di vedere le opzioni disponibili.

engenius-ecw230s

Ci sono due sezioni, Device Status e Local Setting, la prima che mostra alcune informazioni generali sul dispositivo e la seconda che consente alcune personalizzazioni minime (impostazioni IPv4/6, VLAN, proxy web e possibilità di aggiornare il firmware). Come puoi vedere, è praticamente lo stesso dell’ECW230, quindi passiamo all’adozione nel Cloud.

Il processo è lo stesso, lo aggiungi all’Inventario e quindi lo abbini alla rete che desideri. Poi, l’EnGenius ECW230S riceverà le impostazioni globali, quindi inizia a utilizzare gli SSID pre-personalizzati. Hai ancora la possibilità di personalizzare queste opzioni solo per questo punto di accesso. Ma ci sono alcune nuove funzionalità che abbiamo esplorato con l’ECW220S, quindi vediamole in azione anche sull’ECW230S. Tieni presente che alcune di queste opzioni sono limitate dalla licenza di base e, per utilizzarle completamente, è una buona idea aggiornare il piano.

engenius-ecw230s

Diagnostica Migliorata

Ho discusso di queste nuove funzionalità quando ho testato l’ECW220S, quindi sappi che l’esperienza è essenzialmente la stessa. Ottieni una nuova icona Diag accanto al tuo punto di accesso che, una volta pigiata, ti porterà in una sezione separata della piattaforma Cloud per mostrarti varie informazioni. La prima parte è costituita dalle attività di rete in cui è possibile eseguire una scansione dell’utilizzo dei canali nella propria zona, in modo da evitare interferenze, in particolare con la radio a 2,4GHz.

Quindi, puoi visualizzare i misuratori di attività in tempo reale, controllare la connettività Internet (che esegue automaticamente il ping di alcuni siti Web predefiniti) o eseguire un Traceroute verso un dominio specifico. La sezione successiva si chiama Spectrum e qui gli sviluppatori hanno creato un grafico animato molto interessante che mostra in tempo reale se l’EnGenius ECW230S è influenzato dalle interferenze, i canali in cui si verifica e l’attenuazione (dBm).

engenius-ecw230s

Ammetto di non aver ancora visto uno strumento del genere ed è molto bello vederlo in azione, poiché è utile per rilevare eventuali tentativi di jamming. L’ultima sezione si chiama Live Clients e qui puoi vedere quando un dispositivo cliente si connette o lascia la tua rete. In questo modo, è molto più facile per gli amministratori di sistema capire cosa è successo nel caso in cui il dispositivo cliente abbia prestazioni insufficienti.
Info: Tieni presente che utilizzando la licenza di Base, hai solo un minuto alla volta per usare la sezione Diag.

L’AirGuard

La sezione AirGuard si trova nella Gestione e al momento è costruita per migliorare la sicurezza delle reti solo tramite punti di accesso. Suppongo che un firewall di sicurezza potrebbe richiedere parte del carico, ma EnGenius ECW230S utilizza le radio aggiuntive per fornire alcune funzionalità uniche. E, sotto AirGuard, puoi impostare regole specifiche per il rilevamento di Rogue AP (sia Blocklist che Whitelist), ma come ho anticipato, non ho ottenuto nulla sotto i Rogue SSID, il che è positivo.

engenius-ecw230s

Puoi controllare Altri SSID per avere un’idea su quali dispositivi ti circondano, così come se EnGenius ECW230 ha rilevato attacchi Evil Twins, attacchi dannosi e persino RF Jamming. Quest’ultima caratteristica è unica per un dispositivo di rete in questa fascia di prezzo e ti consente di sapere se c’è un attore malintenzionato che tenta di interferire con la tua rete wireless.

La Conclusione

Ammetto di essere stato scettico nei confronti dell’ECW220S quando l’ho testato poiché non ero sicuro se fosse davvero necessaria una nuova iterazione della generazione precedente con differenze apparentemente minime in termini di hardware. Ma mi è stato smentito e, proprio come l’ECW220S, l’EnGenius ECW230S porta effettivamente la sicurezza della rete a un altro livello. Le prestazioni wireless sono buone, l’esperienza della piattaforma Cloud rimane intuitiva e i miglioramenti per rendere le cose molto più semplici per gli amministratori di sistema possono valere i soldi extra.

E il punto era aiutare gli amministratori a risolvere la maggior parte dei problemi di rete da remoto, senza dover visitare il sito così spesso, riducendo così quel costo aggiuntivo. Devi aggiornare da un ECW230? No, perché ottieni comunque quasi tutte le funzionalità di sicurezza, ma se hai clienti con reti dense e vuoi aggiornarli ai nuovi standard WiFi, dai una possibilità a EnGenius ECW230S (e persino all’ECW220S).

EnGenius ECW230S -
  • 9.2/10
    Il Design - 9.2/10
  • 8/10
    La Facilità d'Uso - 8/10
  • 9.4/10
    La Configurabilità - 9.4/10
  • 8/10
    Le Prestazioni Wireless - 8/10
  • 6.7/10
    L'Accessibilità - 6.7/10
8.3/10
Sending
User Review
0/10 (0 votes)

Leave a Reply

Your email address will not be published.