Recensione GameSir X2 Controller da Gioco

Il GameSir X2 è un controller di gioco mobile non convenzionale che, analogamente al Razer Kishi e all’ultima generazione del Samsung Glap, mira a portare più persone nell’ecosistema di gioco mobile fornendo una serie di pulsanti fisici sui lati dello smartphone (quindi non è necessario giocare utilizzando il display touchscreen). È assolutamente chiaro che l’ispirazione è stata il Nintendo Switch e non sono del tutto sicuro se Nintendo avesse previsto l’impatto che avrebbe avuto con la sua console, ma i produttori hanno immediatamente preso appunti e hanno sviluppato un ‘nuovo modo’ di giocare su uno smartphone. So che i giocatori su PC e console non possono davvero essere persuasi ad entrare nel vasto mondo dei giochi mobili (anche se è un settore piuttosto enorme), ma gli emulatori di Nintendo Switch hanno attirato una certa attenzione ed inizialmente, il GameSir X2 arrivava con un emulatore dedicato solo al gamepad stesso (che ha suscitato alcune polemiche).

gamesir-x2

VEDI PRODOTTO SU:

gamesir

amazon

Al momento, GameSir sembra aver spostato la sua attenzione verso una tecnologia diversa che migliorerà chiaramente il gioco mobile e attirerà molti più utenti verso i loro gamepad. E sì, sto parlando delle piattaforme di gioco su Cloud come GeForce Now di NVidia, Microsoft XCloud o Google Stadia e, visto che ho una certa esperienza con quest’ultimo, posso dire che posso giocare a giochi per PC utilizzando un’apposita app o tramite il browser Chrome su qualsiasi dispositivo smart dotato di display che è in grado di aprire una pagina web. Detto questo, mettiamo alla prova il GameSir X2 e vediamo se è un ottimo controller, in grado di rivaleggiare con Nintendo Switch (o se dovresti semplicemente usare un gamepad normale compatibile).

Il Design e la Qualità di Costruzione

GameSir sta sviluppando gamepad mobili da un po’ di tempo e ha recentemente rilasciato alcuni controller di gioco multipiattaforma (il T4 Pro e il G4 Pro) che hanno un supporto retrattile per lo smartphone, pur mantenendo l’aspetto tradizionale dei gamepad per console. Il GameSir X2 ha adottato un approccio completamente diverso, imitando il Nintendo Switch, consentendo al dispositivo mobile di sedersi tra i ‘joy-con’ e sono rimasto un po’ sorpreso dal fatto che il produttore abbia scelto rosa per il joystick sinistro e il blu per quello destro. Il controller si presenta come un’unico pezzo di plastica con una sezione dedicata al centro che è retrattile per ospitare lo smartphone. Ero un po’ preoccupato per la durata della vita del connettore USB-C che sporge dal lato sinistro (dall’interno della custodia) poiché sembrava che fosse necessario inserire con attenzione lo smartphone per non danneggiarlo. Ma, fortunatamente, GameSir ha pensato a questa possibilità e si è assicurato che il connettore possa essere regolabile fino a 51 gradi.

gamesir-x2

Devo ammettere che mi ha colto di sorpresa e funziona come previsto, permettendomi sia di inserire che di rimuovere lo smartphone con facilità e senza rischiare di danneggiare né la spina, né la porta. Per impostazione predefinita, l’apertura è lunga circa 41,0 cm e, quando è completamente estesa, arriva fino a 27,1 cm, il che è sufficiente per qualsiasi smartphone disponibile in questo momento – puoi anche provare a inserire dei tablet più piccoli. Come previsto, GameSir ha rivestito la sezione interna con gomma ruvida, in modo da non graffiare lo smartphone e i bordi sono leggermente sporgenti per garantire che il dispositivo mobile non cada (non che possa farlo poiché è tenuto in posizione da entrambi la presa USB-C e la tensione laterale). Vale la pena ricordare che il dispositivo stesso misura 18,0 x 8,2 x 3,5 centimetri compresi i joystick, quindi è relativamente facile da trasportare e l’unico colore disponibile per ora è grigio chiaro con sezioni in gomma nera (mi sarebbe piaciuta una maggiore varietà di colori).

Anche i pulsanti sono neri (solo i joystick hanno gli accenti rosa e blu) e sì, tutti sono fatti di plastica. Quindi, sul lato sinistro, sarai in grado di trovare il primo joystick che ha la parte superiore ricoperta da un rivestimento in gomma nera e accanto ad esso, c’è il pulsante G (Visualizza), il D-Pad e il pulsante Screenshot (che era una caratteristica interessante anche sul G4 Pro). Dopotutto, il D-Pad non è davvero un D-Pad poiché i pulsanti sono separati e anche questo è qualcosa che il produttore ha preso in prestito da Nintendo Switch. Dall’altro lato, ci sono il pulsante S (Menu), i pulsanti ABXY, il joystick destro, il pulsante Home e due LED (blu significa che il gamepad è pronto, bianco significa che il dispositivo è in carica). Quindi sì, il layout è molto simile a quello di Nintendo Switch e presumo che l’intenzione fosse quella di non scherzare con la memoria muscolare degli utenti della console portatile. Mi sarebbe piaciuto vedere sull’X2 gli stessi pulsanti magnetici che ho visto sul G4 Pro (consentendo il cambio dei pulsanti ABXY).

gamesir-x2

Inoltre, mentre i joystick sono divertenti da usare, sono di nuovo molto simili a Nintendo Switch, con la sezione superiore più piccola e piatta, mentre uno spazio di contatto più grande sarebbe stato un po’ meglio. Lo Switch ha anche il vantaggio di essere più alto e di avere più spazio tra i pulsanti. Il GameSir X2 ha quattro pulsanti sulla spalla che sono facili da premere (L1/R1 e L2/R2) e mi è piaciuto che il produttore abbia aggiunto alcune sezioni gommose sul fondo del controller di gioco, consentendo una presa molto migliore. GameSir non ha aggiunto una batteria all’interno del controller X2, quindi dovrà fare affidamento sullo smartphone per essere acceso e ho notato che è presente una porta USB-C sul lato sinistro del dispositivo per permettere di ricaricare il telefono durante l’utilizzo del gamepad (certamente, le sessioni di gioco metteranno a dura prova la durata della batteria).

Le Caratteristiche e la Funzionalità

Il design del GameSir X2 ha tolto ogni possibilità di compatibilità con altre piattaforme, quindi, poiché si basa su una presa USB-C per connettersi a uno smartphone, è compatibile solo con i dispositivi mobili Android. Bene, se Apple non avesse ostinatamente mantenuto la porta di ricarica dell’iPhone proprietaria, avrebbe funzionato anche con iOS. Dopo aver inserito il dispositivo Android (v9.0 +), il controller dovrebbe essere rilevato automaticamente (in caso contrario, devi abilitare lo scambio dati OTG), quindi non è necessario alcun software per farlo funzionare. Puoi scaricare immediatamente alcuni giochi per cellulare dal Play Store e iniziare a giocarci ed è quello che ho fatto. Il primo gioco che ho scaricato è stato Asphalt 9 per vedere come si sarebbe comportato il controller con i giochi di corse.

gamesir-x2

Questo gioco fa molto affidamento sui pulsanti sulla spalla (per spostarsi e abilitare nitro), quindi ci ho giocato per circa due ore. Come ho detto molte volte, ho le mani grandi, quindi, in alcuni casi, il controller può essere scomodo, soprattutto se devo azionare i pulsanti sulla spalla troppo spesso, ma il GameSir X2 ha funzionato abbastanza bene e anche dopo due ore, c’era solo un po’ di fatica nelle dita.
Non mi piacciono molto i giochi mobili, quindi ho deciso di aprire Stadia e controllare alcuni giochi per PC disponibili che potrebbero spingere di più al limite il controller.

Dato che ho già giocato a un gioco di corse, ho deciso di provare Monster Jam Steel Titans: questo gioco si basa su entrambi i pulsanti sulla spalla (L1/R1 o L2/R2) per l’accelerazione / decelerazione, mentre lo sterzo è fatto usando il joystick sinistro. Il gioco sembra essere stato pensato per tastiera + mouse, quindi lo sterzo con il joystick non è stato davvero soddisfacente e la fatica si è instaurata abbastanza rapidamente.

gamesir-x2

Lasciandosi alle spalle i giochi di corse, ho deciso di dare un’occhiata a un gioco piattaforma 2D chiamato Sundered che verificherà sia la precisione dei joystick quando salti da una piattaforma all’altra, ma anche la capacità di combattere vari nemici usando i pulsanti ABXY. E ha funzionato molto bene durante la mia sessione di gioco (che di nuovo, ha durato più di un’ora) e sì, puoi usare il D-PAD o il joystic, ma ho preferito quest’ultimo.

gamesir-x2

I pulsanti si sono sentiti reattivi e non ho notato alcun ritardo previsto considerando che non si basa su alcuna tecnologia wireless per la connessione. Questo gioco ha chiaramente dimostrato che i joystick sarebbero stati migliori con pad più grandi poiché, nei movimenti rapidi, sembrava che il mio dito non aderisse correttamente alla superficie.

Alla fine ho deciso di dare un’occhiata a un gioco di tiro e so che ti aspettavi PUBG, ma no, ho deciso di provare un classico: Serious Sam! Ho dovuto fare affidamento su entrambi i joystick per la mira e il movimento, mentre i pulsanti R1/R2 erano per il tiro e hanno funzionato decentemente, ma avrò bisogno di molta più pratica per uccidere facilmente i boss. Come previsto, il mouse ha una precisione di gran lunga migliore, ma per le persone che sono abituate a giocare con un gamepad, dovrebbe sentirsi a casa usando il gameSir X2.

gamesir-x2

Bene, il produttore voleva essere il più vicino possibile al layout di Nintendo Switch e la realtà è che le persone che vogliono un Nintendo Switch comprano un Nintendo Switch, quindi il pubblico effettivo dovrà annullare la memoria muscolare che ha acquisito con altre console (che si tratti di una PlayStation o XBox). Analogamente al G4 Pro e T4 Pro, GameSir X2 può essere utilizzato con l’app mobile GameSir World. Questa app apparentemente ha il ruolo di curare i giochi disponibili sul Play Store e di farti sapere quali sono stati testati con il controller, ma ci sono anche altre funzioni. Prima di tutto, puoi aggiornare il firmware del gamepad e, cosa abbastanza interessante, avevo un aggiornamento disponibile (ma hanno seriamente bisogno di correggere l’ortografia) e ho dovuto fare clic più volte per installare il firmware (devono anche cambiare un po’ sul codice).

gamesir-x2

In secondo luogo, puoi verificare se i pulsanti funzionano come previsto, ma non sono riuscito a fargli rilevare il D-Pad (e no, non puoi usare l’app per rimappare i tasti). Ovviamente c’è una ragione più intrinseca per cui l’X2 è così simile a Nintendo Switch ed è perché voleva essere una sua versione più economica. Dico questo perché per un certo periodo, GameSir ha reso disponibile un software di emulazione chiamato EGG NS Emulator che era chiuso al controller X2. Nel frattempo sembra che GameSir si sia allontanato da questo emulatore, quindi potrebbero esserci stati alcuni problemi legali in gioco. Detto questo, puoi dare un’occhiata a yuzu, il popolare emulatore Nintendo Switch open source, ma finora è disponibile solo per PC.
Info: GameSir X2 non consuma molta batteria dal telefono considerando che non ho notato una differenza significativa tra giocare direttamente sul telefono e con il controller.

La Conclusione

Dopo aver testato il GameSir X2 per un paio di settimane, mi sono affezionato a questo dispositivo, anche di più dei controller dall’aspetto tradizionale, come il G4 Pro. E sì, il motivo sono chiaramente i controlli laterali con lo schermo al centro che hanno funzionato così bene per Nintendo Switch. Mi è piaciuta la presa USB-C regolabile e la ricarica pass-through, ei controlli vanno bene per i nuovi utenti o per quelli che usano Nintendo Switch, mentre irriteranno i giocatori che sono abituati a una diversa disposizione dei pulsanti. In effetti, non tutto è perfetto, ma è una delle migliori opzioni che hai in questo momento per giocare correttamente su un dispositivo mobile, soprattutto se hai dato (o hai intenzione di dare) una possibilità alle piattaforme di streaming di gioco su Cloud.

GameSir X2 -
  • 7.5/10
    Il Design - 7.5/10
  • 8.2/10
    La Facilità d'Uso - 8.2/10
  • 8.4/10
    Le Caratteristiche - 8.4/10
  • 8/10
    L'Accessibilità - 8/10
  • 7.5/10
    Il Comfort - 7.5/10
7.9/10
Sending
User Review
0/10 (0 votes)

Leave a Reply

Your email address will not be published.