Recensione Kensington SD5500T Docking Station Ibrida Thunderbolt 3 e USB-C

Che ci piaccia o no, i dongle e le docking station sono qui per restare, quindi, se preferisci scambiare rapidamente il tuo laptop ultra-portatile tra casa e ufficio, allora una docking station affidabile semplificherà notevolmente il tuo flusso di lavoro. Al momento, gli ultrabook utilizzano principalmente due tipi di protocolli di trasmissione, il Thunderbolt 3 e l’USB 3.1 Gen 2, ma, poiché entrambi condividono lo stesso connettore di porta di tipo C, è facile pensare che una docking station Thunderbolt 3 può essere connessa a una porta USB 3.1 e viceversa, però, come anticipato, non è il caso per la maggior parte.

kensington-sd5500t

Nell’ultimo anno, ho avuto l’opportunità di testare la Kensington SD5200T e l’SD5300T che erano un paio di docking station Thunderbolt 3 quasi perfette, ma no li ho potuto usare al di fuori dell’ambiente T3. Questo avrebbe potuto essere un inconveniente se avessi altri computer senza porte T3, quindi, per coprire l’intero spettro dei laptop, Kensington ha recentemente rilasciato SD5500T, una docking station ibrida Thunderbolt 3 e USB-C che non solo può facilitare il passaggio tra vari laptop mantenendo gli stessi accessori, ma in modo simile all’SD5200T e all’SD5300T, ottieni anche il supporto per due monitor 4K a 60Hz, la possibilità di connettersi a Internet via cavo (i MacBook non hanno una porta Ethernet), 60W di potenza (che dovrebbe essere sufficiente per un ultrabook da 13 pollici), uscita audio e una moltitudine di porte USB per collegare una grande varietà di dispositivi.

Non ti giudicherò se sei almeno un po’ contro altri dispositivi accanto al tuo laptop, specialmente quando sono obbligatori per ottenere alcune delle funzionalità che erano la norma non molto tempo fa (e sono ancora con altri tipi di laptop), ma i MacBook e gli ultrabook hanno dovuto rinunciare ad alcune porte per diventare più sottili, più leggeri e guadagnare più spazio per una batteria più grande (ovviamente, Apple avrebbe voluto rimuovere tutte le porte se fosse possibile).

kensington-sd5500t

Di conseguenza, abbiamo ottenuto il dispositivo che è nel processo di uccidere il tablet e, per renderlo di nuovo una workstation adeguata, è necessario fare affidamento su un dispositivo come la docking station ibrida Kensington. Detto questo, l’SD5500T condivide alcuni elementi di design con l’SD5300T e, in particolare, l’esterno in alluminio spazzolato, che migliora significativamente l’aspetto del dispositivo, assicurando che non sembrerà fuori posto accanto a un elegante ultrabook ed sono stato anche piacevolmente sorpreso di vedere che la nuova docking station è molto più piccola rispetto ai suoi predecessori Thunderbolt 3 – misura 16.7 x 7.8 x 2.5 centimetri.

Questo risolve qualsiasi problema di portabilità, poiché dovrebbe essere molto facile da trasportare, ma non possiamo dimenticare il power brick che è enorme e più potente del power brick utilizzato dal mio Lenovo Y520. Allo stesso tempo, il power brick enorme sarà in grado di fornire energia sufficiente per mantenere facilmente funzionante un MacBook Pro da 13 pollici anche se utilizzato pesantemente. Puoi anche provarlo con un ultrabook da 15 pollici più grande, ma, considerando che questo tipo di dispositivo richiede circa 85W a pieno carico, l’SD5500T lo gestirà con un uso moderato e lo ricaricherà facilmente se non corri applicazioni pesante (come il rendering) – Kensington ha anche l’SD5200T disponibile che offre una maggiore potenza erogata (85 W).

kensington-sd5500t

La parte metallica circonda completamente il dispositivo, lasciando solo un paio di slot di sicurezza Kensington (da cui, uno è Nano), ma ai lati, la docking station utilizza una plastica dura (coperta da una finitura nera opaca) per ospitare tutte le porte. Sul lato anteriore (ho usato il logo Kensington dall’alto come riferimento), c’è una singola porta Thunderbolt 3 che dovrai utilizzare per connetterti al tuo MacBook o ultrabook, ma, considerando che può anche ricadere sulla connessione USB-C di base a 10 Gbps, posso solo supporre che il controller T3 faccia parte della famiglia Titan Ridge. Vale la pena notare che se si decide di connettersi a un laptop Thunderbolt 3, la larghezza di banda totale è di 40 Gbps, ma questa non è l’unica differenza tra essa e l’USB 3.1 Gen 2, poiché si ottiene anche il supporto per due monitor 4K, anziché uno singolo (supportato da USB 3.1 Gen2), oltre al supporto per più protocolli, quindi oltre a DisplayPort e USB condivisi da entrambe le tecnologie, T3 supporta anche PCI Express.

Questi saranno i limiti previsti se decidi di utilizzare l’SD5500T con un laptop non-Thunderbolt 3 e considerando che ho due computer portatili, uno dotato di una porta USB 3.1 Gen 2 Type-C (un Lenovo Y520) e l’altro con due porte Thunderbolt 3 (un MacBook Pro 2017 da 13 pollici), ho collegato la docking station a ciascun laptop e, utilizzando uno SSD portatile SanDisk Extreme da 250 GB (collegato a una porta USB-C dalla parte posteriore), ho eseguito diversi benchmark per vedere la differenza nelle prestazioni di archiviazione.

kensington-sd5500t
A sinistra: connessione diretta. A destra: tramite Kensington SD5500T.
kensington-sd5500t
A sinistra: connessione diretta. A destra: tramite Kensington SD5500T.

Innanzitutto, ho collegato Kensington SD5500T al laptop Lenovo Y520 utilizzando il cavo Thunderbolt 3 in dotazione e SanDisk Extreme a una delle porte USB-C disponibili, quindi, eseguendo CrystalDiskMark 6.0.2, ho visto prestazioni molto simili a quando l’SSD era collegato direttamente al laptop (meno del 5 percento), lo stesso del benchmark ATTO che non mostrava quasi alcuna differenza nelle prestazioni tramite l’SD5500T. Successivamente, ho collegato il Kensington SD5500T al MacBook Pro (insieme al SSD SanDisk Extreme) e con il benchmark sintetico BlackMagicDesign, ho visto di nuovo prestazioni equilibrate, tagliando quasi nulla dal throughput quando ho usato la docking station.

kensington-sd5500t
A sinistra: connessione diretta. A destra: tramite Kensington SD5500T.

Accanto alla porta Thunderbolt 3, c’è una porta USB 3.1 Gen2 di tipo A con tecnologia di ricarica rapida 5 V / 1.5 A e più a destra, c’è un jack combinato per cuffie e microfono da 3.5 mm. Il collegamento di un paio di cuffie tramite una docking station può essere complicato a causa della possibile interferenza, ma quando si utilizza l’SD5500T, il suono è rimasto chiaro e anche quando alcuni dati sono stati trasferiti, non ho sentito quel buzz, quindi la porta ha un buon isolamento. Sul retro della docking station, il primo connettore a sinistra è una porta Gigabit Ethernet che aiuta molto soprattutto se stai usando un MacBook e hai bisogno di una connessione cablata per un’applicazione specifica (come giocare attraverso le piattaforme Cloud – Google Stadia o GeForce Now vengono subito in mente).

Per verificare se l’SD5500T avrà un forte impatto sulla velocità effettiva, ho collegato MacBook Pro a un router AmpliFi HD GE tramite la docking station (il cliente), nonché un PC desktop (il server) e, dal cliente al server, ho ottenuto una media di 949 Mbps e dal server al cliente ho misurato una media di 943 Mbps – questo suggerisce che l’SD5500T non influirà in alcun modo sulla larghezza di banda.
Accanto alla porta Ethernet, ci sono due porte USB 3.1 Gen1 tipo A che supportano 5 V / 0.9 A (ricarica lenta), seguite da un paio di porte USB 3.1 Gen2 tipo C con ricarica 5 V / 1.5 A per porta – vale la pena notare che durante l’utilizzo di un Google Pixel 2 XL, sono stato in grado di visualizzare il messaggio “Ricarica rapida” sullo schermo solo quando il telefono era collegato alla porta Thunderbolt 3.

kensington-sd5500t

Tra le due porte USB-C e il connettore di alimentazione, Kensington ha deciso di mettere due DisplayPort v1.2 invece della solita combinazione Thunderbolt 3 DP / HDMI. Naturalmente, questo non cambia nulla poiché puoi ancora essere in grado di collegare due monitor con un display UHD (la risoluzione di 4096 x 2160 pixel) a 60Hz, ma solo se la docking station è collegata a una porta Thunderbolt 3, altrimenti, una connessione USB 3.1 Gen2 supporterà solo un singolo monitor 4K a 30Hz o due monitor 1080p a 30Hz. Non ho ancora due monitor 4K per testare completamente le funzionalità dell’SD5500T, ma solo il buon vecchio U2515H che per ora mi ha servito molto bene – come previsto, la docking station potrebbe facilmente trasmettere dati dal laptop al monitor.

Detto questo, è abbastanza difficile spingere Kensington SD5500T al limite e anche quando i dati venivano trasferiti su più SSD allo stesso tempo, il dispositivo è diventato solo leggermente più caldo e non ha mostrato assolutamente segni di surriscaldamento. Inoltre, nel caso in cui non si disponga di spazio sufficiente sulla scrivania per la docking station, ci sono due fori di montaggio VESA che possono essere utilizzati per fissare una piastra di montaggio (come il K34050WW).

kensington-sd5500t

Oltre a ciò, Kensington ha aggiunto quattro piedini in silicone che fanno un buon lavoro nel mantenere il dispositivo in posizione indipendentemente dalla quantità di cavi collegati. Mi è piaciuto molto che l’SD5300T avesse un lettore di schede, una funzionalità che non è stata trasferita sull’SD5500T e so che molti ultrabook hanno un lettore di schede integrato, ma è comunque una bella funzionalità. Vale anche la pena notare che non è presente alcun LED per farti sapere quando la docking station è accesa e mi ha sorpreso poiché inizialmente pensavo che qualcosa non andasse nell’unità.

La Conclusione

La docking station ibrida SD5500T di Kensington non è stata creata come soluzione per coloro che dispongono di computer con solo porte USB-C 3.1, ma come mezzo per coprire altri laptop oltre agli ultrabook Thunderbolt 3 e, nel complesso, fa un ben lavoro trasformando un piccolo computer portatile leggero in una stazione di lavoro adeguata grazie al supporto per due monitor 4K, la connessione Internet cablata, la moltitudine di porte USB e l’uscita audio. Inoltre, se hai spesso bisogno di spostarti tra gli uffici mentre trasporti un laptop, puoi lasciare indietro il power brick e caricarlo semplicemente tramite la docking station. So che ci sono molte docking station Thunderbolt 3, ma poche offrono la flessibilità del Kensington SD5500T, quindi, se sei sul mercato per questo tipo di dispositivo, questa è una soluzione che vale la pena provare.

Kensington SD5500T -
  • 9.5/10
    Il Design - 9.5/10
  • 9/10
    La Facilità d'Uso - 9/10
  • 9.7/10
    Le Caratteristiche - 9.7/10
  • 7.7/10
    L'Accessibilità - 7.7/10
9/10
Sending
User Review
0/10 (0 votes)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *