Recensione Kyvol E20 Aspirapolvere Robot

Il Kyvol E20 è un modello entry-level della serie Cybovac E e, sebbene sia un aspirapolvere robot apparentemente semplice, ha alcune caratteristiche interessanti. E questo riguarda principalmente le funzionalità WiFi insieme al supporto dell’app, mentre tutto il resto è in linea con quello che gli altri robot aspirapolvere affidabili ma economici hanno da offrire. Non sorprende che il Kyvol E20 non utilizza Lidar per navigare in casa, ma una semplice combinazione di sensori IR (sensori di dislivello per rilevare scale, sensori di urto ci sono tutti). Il dispositivo ha anche una potenza di aspirazione abbastanza buona (2000Pa) – non preoccuparti perché il design delle spazzole è stato spesso ritenuto un fattore più potente per una buona pulizia – e ha una batteria da 3200mAh che dovrebbe garantire più di due ore di pulizia.

kyvol-cybovac-e20

VEDI PRODOTTO SU:kyvol

amazon

So che forse il Kyvol E20 non ti porta così vicino alla pulizia della casa completamente autonoma come altri dispositivi molto più costosi (come il Lydsto R1), ma dovrebbe essere più che adatto per una casa più piccola in cui la mappatura multi-livello, la modalità mocio o qualsiasi altra funzione avanzata potrebbero non essere necessarie. Anche così, l’E20 offrirà la possibilità di creare orari, impostare zone vietate (usando bande magnetiche) e può tornare alla base quando la batteria si scarica, quindi diamo un’occhiata e vediamo se è una buona opzione rispetto ai suoi concorrenti.

La Qualità del Design e della Costruzione

Il Kyvol Cybovac E20 sfoggia un design abbastanza minimalista, caratterizzato da una custodia in plastica ricoperta da una finitura nera opaca, ad eccezione della parte superiore che è coperta da vetro (quindi è una calamita per le impronte digitali). E sì, la custodia è rotonda come ogni altro robot aspirapolvere disponibile, ma l’E20 ha un vantaggio che la maggior parte degli altri dispositivi non ha: non è molto alto. In effetti, ai suoi 32,0 x 7,2 cm, il robot aspirapolvere ha un profilo abbastanza basso da passare facilmente sotto i mobili. Come puoi vedere, non ci sono sensori Lidar o qualcosa del genere in alto, ma un singolo pulsante rotondo che puoi premere per riportare il dispositivo alla sua docking station o accenderlo (avviare il processo di pulizia).

kyvol-cybovac-e20

C’è anche un LED WiFi che, insieme al LED del pulsante, lampeggerà in arancione mentre l’aspirapolvere robot è in carica e diventerà blu fisso dopo che è completamente carico. I LED diventeranno arancione fisso quando la batteria è scarica e lampeggeranno in rosso quando la batteria è quasi scarica. Sulla parte anteriore del Kyvol E20, c’è il paraurti (circonda il dispositivo fino a 180 gradi) che ha alcuni sensori infrarossi incorporati e, accanto al paraurti, ci sono un paio di sensori IR aggiuntivi e prese d’aria. Questi servono ovviamente per rilevare gli oggetti circostanti e limitare al minimo il contatto del paraurti. Nella parte inferiore dell’aspirapolvere robot sono presenti una coppia di sensori anti-caduta che funzionano molto bene nel rilevare le scale (il dispositivo correrà verso i gradini a tutta velocità, ma si è sempre fermato subito dopo che i sensori hanno rilevato che non c’è più terreno).

Sono inoltre presenti un paio di sensori che hanno il ruolo di rilevare la banda magnetica che può essere utilizzata per creare zone vietate all’aspirapolvere. Sempre sul fondo dell’E20, puoi vedere due ruote a molla abbastanza grandi che possono ritrarsi indipendentemente per superfici leggermente irregolari e c’è anche una ruota che si muove di 360 gradi. Ci sono due connettori per le spazzole laterali e sì, ce ne sono due, mentre la stragrande maggioranza dei robot aspirapolvere ne ha solo una – all’interno della confezione, Kyvol ha aggiunto quattro spazzole laterali (quindi hai due pezzi di ricambio). C’è la spazzola principale obbligatoria che può essere staccata e pulita a fondo, ed è sorprendentemente simile alla spazzola del Lydsto R1 (anche il meccanismo di distacco è essenzialmente lo stesso).

kyvol-cybovac-e20

Inoltre, ho notato un pulsante On/Off che non sono del tutto sicuro sia necessario considerando che potresti semplicemente accendere o spegnere il dispositivo usando il pulsante in alto, ma Kyvol ha pensato diversamente. Sul fondo del robot aspirapolvere, noterai che c’è un’apertura dove puoi inserire il dito e staccare il cestino della polvere (di nuovo, il meccanismo è identico a quello che ho visto sul Lydsto R1). Il contenitore è abbastanza facile da pulire e c’è un filtro HEPA già attaccato (c’è un ricambio nella confezione).

Dato che ho già menzionato il Lydsto R1 alcune volte, vale la pena dire che aveva un altoparlante integrato che poteva informare l’utente dello stato del dispositivo. Il Kyvol E20 ha un sistema simile, solo meno sofisticato: c’è un piccolo altoparlante che emetterà un segnale acustico se la ruota destra o sinistra è rotta o bloccata ed emetterà due segnali acustici se le spazzole laterali sono in condizioni anormali (se il LED lampeggia in rosso, quindi il paraurti ha riscontrato un problema). Tre beep ti avviseranno che c’è un problema con la presa di aspirazione (o il sensore anti-caduta se il LED lampeggia in rosso) e quattro beep indicano che c’è un problema con la spazzola principale.

La Docking Station

kyvol-cybovac-e20

Il Kyvol E20 ha una docking station abbastanza piccola in plastica ricoperta da una finitura nera opaca e, nella parte superiore, c’è un piccolo supporto per il telecomando, se ti piace tenerlo vicino all’aspirapolvere. La docking station ha due contatti metallici che vengono utilizzati per caricare l’E20 e, nella parte superiore, c’è un LED bianco luminoso che rimarrà operativo finché avrai il cavo di alimentazione collegato a una presa a muro. Poiché è molto leggero e l’E20 si muove a velocità elevata, può essere spostato dall’aspirapolvere robot, a meno che non lo metti vicino al muro.

L’Applicazione

L’Installazione

Il Cybovac E20 viene fornito con un telecomando nella confezione e, poiché non ha il supporto per creare una mappa virtuale della tua casa, potrebbe essere sufficiente per alcuni utenti. Ma, per coloro che non vogliono usare la vecchia maniera, è disponibile un’applicazione mobile chiamata Kyvol che puoi scaricare e installare sul tuo smartphone Android o Apple. Dopo aver installato l’app, ho subito notato che richiede l’accesso alla posizione del tuo dispositivo per rilevare la rete – non mi è piaciuta molto l’idea, ma ho provato ad accoppiare l’E20 senza questa autorizzazione e non è riuscito. Quindi, dopo aver consentito l’accesso a tutto ciò di cui l’app aveva bisogno, mi è stato chiesto di creare un nuovo account (paese, email e password) e quindi ho potuto aggiungere un nuovo dispositivo.

kyvol-cybovac-e20

Prima di procedere, questo è un buon momento per accendere l’E20 e, per farlo, estrarlo dalla confezione, rimuovi i fermi che tengono il paraurti e, dal basso, devi spostare l’interruttore su On. Collega il dispositivo alla sua stazione di ricarica e torna all’app.
A questo punto hai a disposizione due opzioni, una è la modalità Standard dove il Kyvol E20 si accoppierà direttamente con l’app tramite il router oppure collegandosi all’SSID trasmesso dal robot aspirapolvere. Io sono andato con il primo e, come puoi vedere, mi è stato chiesto se il LED WiFi lampeggia velocemente. E non lo ha fatto, lampeggiava lentamente, quindi ho dovuto premere e tenere premuti entrambi i pulsanti Home e Start fino a quando non ho sentito due segnali acustici. Il LED ha iniziato a lampeggiare velocemente e, dall’app, ho selezionato la rete a 2,4GHz che ha portato l’E20 a comparire come Online.

La GUI o il Telecomando

Sebbene ci siano alcune somiglianze con l’app Lydsto, la GUI di Kyvol E20 è molto più semplice. Per cominciare, non esiste una mappa poiché l’E20 non mappa la tua casa e invece è sostituito da pulsanti direzionali con Pulisci/Pausa nel mezzo. E questo è lo stesso del telecomando, ma puoi ancora vedere il tempo di pulizia, la batteria rimanente e lo stato del robot aspirapolvere. Verso il basso, puoi creare programmi, impostare la potenza di aspirazione (Livello 1, 2 o 3) e abilitare la modalità di pulizia dei bordi. Più in basso, puoi premere per riportare il Kyvol E20 alla sua stazione di ricarica o abilitare la modalità di pulizia Spot (si sposterà in cerchio attorno a un punto specifico, sebbene abbia la tendenza a spostarsi fuori centro). Premi le tre righe nell’angolo in alto a destra per visualizzare alcune informazioni sul dispositivo, come lo stato dei materiali di consumo, l’aggiornamento del firmware, il ripristino delle impostazioni di fabbrica del dispositivo e altro ancora.

kyvol-cybovac-e20

Il telecomando viene fornito con un paio di batterie (separate, nella confezione) e si ottiene praticamente la stessa quantità di controllo dell’app, meno le suddette informazioni sullo stato. Puoi spostare il Kyvol E20 tramite i tasti direzionali, riportarlo alla base, impostare una corsa di pulizia programmata, abilitare la modalità Spot, la modalità Edge e, tramite i tasti Min e Max, puoi regolare la potenza di aspirazione. So che molte persone preferiranno il telecomando all’app, ma devo dire che non mi dispiace prendere il telefono dalla tasca per iniziare il processo di pulizia e mi è piaciuto nel caso in cui il robot aspirapolvere si è stato bloccato, ho ricevuto una notifica nell’app.

La Prestazione

Il Rumore: L’app mostra che ci sono tre livelli di potenza di aspirazione e, come previsto, il Livello 1 sarà il più silenzioso, ma avrà anche la potenza di aspirazione minore, mentre le due modalità successive sono abbastanza più potenti. La modalità standard è il Livello 2 che ho usato per questo test e ha funzionato bene sui pavimenti duri, ma sconsiglio di usare questa modalità dopo una certa ora perché è un po’ rumorosa. Ho misurato una media di 56dB che è in linea con altri aspirapolvere robot e non disturberà durante il giorno. Il Livello 1 è ancora molto udibile, dal momento che sono riuscito a misurare una media di 52dB, mentre il Livello 3 è il più rumoroso, emettendo un suono che arriva fino a 62dB. Quindi sì, il Kyvol E20 non ti disturberà in alcun modo durante il giorno. Tieni presente che l’altoparlante non è silenzioso e, se il dispositivo si blocca, ti farà sapere forte e chiaro che ha bisogno di aiuto.

La Navigazione: Questo aspetto è sempre complicato quando non viene eseguita alcuna mappatura, nessun Lidar e nessun giroscopio. Quindi sì, Kyvol E20 si muove semplicemente nella stanza mentre la pulisce senza seguire alcuna mappa preimpostata. Ho notato che va il più possibile in linea retta e cercherà di seguire uno schema di movimenti simile a quello che ho visto sul Lydsto R1, ma andrà ancora nello stesso punto più di un paio di volte e ha avuto problemi a spostarsi nella stanza successiva. Per essere più preciso, ho lasciato che il Kyvol E20 facesse le sue cose, mentre monitoravo il suo comportamento ed era in grado di muoversi tra tre stanze, ma è andato in loop con la terza.

E, dopo aver pulito la stessa stanza circa 4 volte, ho deciso di risparmiare la sua miseria e l’ho guidato manualmente verso la stanza successiva – 5 minuti dopo, è tornato nella terza stanza solo per rimanere bloccato di nuovo. Quindi richiede una certa supervisione e non è autonomo come i robot aspirapolvere che utilizzano la tecnologia Lidar.
Ho notato che non urta muri o oggetti di grandi dimensioni, ma ha avuto alcuni scontri con i piedi della sedia. Inoltre, proprio come con altri robot aspirapolvere, è meglio non lasciare scarpe con i fili a terra, né cavi piccoli, perché il Kyvol E20 tenterà di mangiarli.

Si blocca spesso: Anche se non ho visto alcuna informazione sul fatto che potesse superare alcuni oggetti (di solito, 2 cm), il dispositivo ha superato una bilancia senza problemi. Ma, dopo aver litigato con un piccolo tappeto, si è bloccato e ha chiesto aiuto. Quello che è successo è che ha spostato il tappeto e dopo che l’E20 ha tentato di superarlo, si è leggermente rialzato, facendo credere che sarebbe caduto da una grande altezza (era a circa 2.5 cm dal pavimento). Quindi sì, il Kyvol E20 si blocca, ma non più spesso di altri dispositivi concorrenti nella stessa fascia di prezzo.

Modalità batteria scarica: In realtà ci sono due modalità di batteria scarica: la modalità batteria leggermente scarica e quella quasi completamente scarica e indipendentemente dai due stati menzionati, l’E20 tenterà di tornare alla sua base di ricarica. A seconda della distanza dalla docking station, potrebbe non arrivare prima che la batteria si esaurisca. Sì, può vagare per decine di minuti in una singola stanza e dovrai portarlo manualmente alla stazione di ricarica, perché non mappa lo spazio, ma cerca il segnale IR dalla base. Ecco perché una casa più piccola è migliore se intendi utilizzare Kyvol E20.

kyvol-cybovac-e20

Le Zone Vietate: Anche se il Cybovac E20 ha un’app, non c’è modo di impostare zone vietate su una mappa, quindi dovrai fare affidamento su una banda magnetica che devi mettere fisicamente nel luogo in cui non non vuoi che entri l’E20. Il produttore ha aggiunto del nastro biadesivo per rendere il processo di installazione più semplice (e più permanente). Mentre il robot aspirapolvere era funzionante, ho notato che non avrebbe superato la banda magnetica, quindi funziona come previsto.

Prestazioni del pavimento duro: Non ho molti tappeti, quindi questo è il tipo di pavimento principale della mia casa e il Kyvol Cybovac E20 ha avuto prestazioni decenti nella modalità di livello 2, ma ci sono alcune carenze. L’aspirapolvere robot andrebbe bene con particelle piccole o più grandi che hanno un certo peso, ma qualsiasi cosa leggera verrà soffiata dalle spazzole laterali. Poiché l’E20 può aspirare in modo compulsivo lo stesso punto nella stessa stanza 4 o 5 volte, alla fine lo pulirà correttamente, ma può anche avere solo una leggera corsa nel mezzo di un’altra stanza, dove non raccoglierà quasi nulla. È disponibile per la modalità automatica, ma, se usi il telecomando, Kyvol E20 può aspirare lo sporco in modo molto efficiente da qualsiasi stanza, perché è guidato.

Prestazioni sul tappeto: Se si intende aspirare un tappeto, è meglio utilizzare la modalità di potenza di aspirazione di livello 3 per ottenere prestazioni migliori e, nel mio caso, l’E20 ha funzionato discretamente bene. Ciò è dovuto principalmente al fatto che ha un tipo molto simile di spazzola principale sul fondo del dispositivo e la combinazione tra silicone e setole morbide è abbastanza buona da rimuovere sia i capelli che i detriti dal tappeto. Ho fatto il test sui piccoli detriti che tutti pensano rifletterà le prestazioni della vita reale e ne ha aspirato circa il 70 percento in una volta sola. Quindi sì, ci vorranno almeno un paio di passaggi per ottenere un tappeto ben pulito.

kyvol-cybovac-e20

Come gestisce i peli di animali domestici: non ha problemi a raccogliere peli di cane o gatto, ma tieni presente che il piccolo bidone della polvere si riempirà rapidamente e potrebbe essere necessario pulirlo più spesso di un normale aspirapolvere.

Com’è facile da pulire: proprio come sul Lydsto R1, praticamente tutto è staccabile e, nel caso del Kyvol E20, anche le spazzole laterali possono essere rimosse e pulite a fondo. Quindi, sì, puoi anche rimuovere la spazzola principale e, soprattutto, il cestino della polvere. Una volta prelevato dall’aspirapolvere, ti permetterà semplicemente di aprirlo a metà, così avrai un facile accesso alla polvere.

kyvol-cybovac-e20

La durata della batteria: il produttore afferma che il Kyvol E20 può rimanere operativo fino a 150 minuti, il che è impressionante per un aspirapolvere robot e i risultati nella vita reale non sono così lontani. Mentre la potenza di aspirazione era impostata sul livello 2, sono riuscito a passare dal 100 al 60 percento dopo un’ora, quindi può andare oltre le due ore, ma solo in questa modalità. Se decidi di impostare il dispositivo al livello 3, molto probabilmente ci vorranno poco meno di due ore.

La disponibilità dei pezzi di ricambio: Al momento puoi acquistare pezzi di ricambio separati per il Kyvol E20 e non sono nemmeno così costosi, ma sappi che il produttore ha aggiunto pezzi di ricambio aggiuntivi nel pacchetto (un filtro HEPA e altri due spazzole laterali).

La Conclusione

Il Kyvol Cybovac E20 potrebbe non avere le ultime tecnologie integrate, ma, considerando il suo prezzo, offre la possibilità di pulire le stanze in modo quasi autonomo (richiede di tanto in tanto una regolazione della direzione), ha una lunga durata della batteria e un’applicazione mobile. Sarebbe stato un aspirapolvere robot molto migliore se avesse avuto la possibilità di mappare le stanze, ma, se stai bene con la quantità di funzionalità che offre, allora dovresti assolutamente dare un’occhiata al Kyvol E20.

Kyvol Cybovac E20 -
  • 7.6/10
    Il Design - 7.6/10
  • 7.5/10
    La Facilità d'Uso - 7.5/10
  • 7/10
    Le Caratteristiche - 7/10
  • 7.3/10
    Le Prestazioni - 7.3/10
  • 9/10
    L'Accessibilità - 9/10
7.7/10
Sending
User Review
0/10 (0 votes)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *