Recensione Lenovo Yoga Smart Tab

Il mercato dei tablet sta lottando da molto tempo per sostituire il laptop, ma questo non è realmente accaduto, quindi, quando ho sentito che Lenovo ha rilasciato un nuovo tablet economico, ero curioso di vedere se il produttore ha visto una nuova prospettiva e, come anticipato, il Lenovo Yoga Smart Tab non è un tablet generico, invece prende in prestito alcuni elementi dagli smart display, offrendo un paio di altoparlanti potenti e il supporto per l’assistente intelligente Google. Il lato del display intelligente è anche rafforzato dal supporto regolabile che, oltre a consentire al dispositivo di sedersi piatto, aiuta anche a mantenere la Smart Tab in posizione verticale o di appenderla da qualche parte nella tua cucina.

lenovo-yoga-smart-tab

amazon

VEDI PRODOTTO SU:lenovo

Naturalmente, lo Yoga Smart Tab è ancora un tablet a tutti gli effetti, che offre un buon display, un’ottima durata della batteria e sufficiente RAM per il consumo dei media, ma, poiché lo smartphone lo fa sempre meglio, il lato dello smart display potrebbe effettivamente essere sufficiente per differenziare lo Yoga Smart Tab da tutti gli altri tablet che combattono ancora la battaglia persa contro i laptop sottili (e sì, questo include non solo la serie Samsung Tab S di fascia alta, ma anche gli iPad). Tuttavia, non credo che che il tablet scomparirà presto poiché ha un posto ben posizionato nel settore business, ma deve reinventarsi per avere un posto anche in ogni casa, quindi vediamo se Lenovo Yoga Smart Tab è sulla buona strada.
Info: Lenovo ha anche reso disponibile una variante focalizzata su Amazon Alexa che è un po’ diversa a causa del suo dock per altoparlanti rimovibile.

Il Design e il Display

Lenovo non è estraneo all’innovazione e spesso sta provando nuove cose (il prototipo del PC plegable ThinkPad X1 è uno degli ultimi esempi), quindi mi aspettavo che lo Yoga Smart Tab fosse diverso quando messo accanto agli altri tablet disponibili sul mercato. In effetti, il design del prodotto non segue le norme previste del tablet tradizionale e, invece, per ospitare gli altoparlanti più grandi, il lato posteriore del Lenovo Yoga Smart Tab si curva leggermente e si fonde con la base cilindrica. In questo modo, è più comodo tenerlo in modalità verticale e orizzontale, ma questo è venuto a scapito sia della larghezza che del peso del dispositivo, quindi, mentre altri tablet sono orgogliosi del loro profilo sottile e della leggerezza, Lenovo Yoga Smart Tab va da 8.5 a 24 mm di spessore (la lunghezza e l’altezza sono 24.2 x 16.6 cm) e pesa 580 grammi (uno dei suoi principali concorrenti, il Samsung Tab A 10.1 2019, pesa 450 grammi).

lenovo-yoga-smart-tab

Ma, guadagni un paio di altoparlanti JBL da 2 watt (con supporto Dolby Atmos), una collaborazione che sembra essere stata un successo considerando che questo è il più vicino possibile a una vera esperienza stereo usando un tablet e, a dire il vero, è in realtà meglio di alcuni laptop che costano tre volte di più, offrendo un suono forte e incisivo e ha anche funzionato decentemente bene in termini di bassi, qualcosa che mancava un po’ sui doppi altoparlanti da 3 watt dello Smart Tab P10. Ciò garantisce che il tablet funzionerà davvero bene per sentire i video e aiuterà con il feedback vocale dell’assistente intelligente.

In termini di qualità costruttiva, Yoga Smart Tab sembra solido, nonostante abbia il lato posteriore in plastica, ma vale la pena notare che ho sentito un piccolo suono di cracking quando ho spinto la plastica accanto alla base del diffusore in metallo. Verso la parte inferiore del pannello posteriore in plastica, puoi vedere che c’è un profilo per il supporto incorporato e per aprirlo, devi premere il pulsante circolare che si trova accanto alla fotocamera posteriore.

lenovo-yoga-smart-tab

In questo modo, si stacca una parte del supporto che ora può essere spostato in due posizioni: a 90 gradi per mantenere il tablet in posizione verticale o vicino a 180 gradi, per consentire di appendere il tablet a un gancio. Questo approccio è stato utilizzato anche dalla serie Yoga 3, ma trovo l’implementazione recente molto più raffinata a causa delle dimensioni più ridotte del supporto, ma a parte questo, serve ancora lo stesso scopo, per portare il tablet con te in giro la casa e non preoccuparsi se ci vorrà spazio necessario dal piano cucina.

Molto probabilmente utilizzerai il tablet in modalità verticale che assomiglia di più alla posizione naturale dello schermo del laptop e, se hai una tastiera e un mouse, puoi fare alcune attività legate al lavoro, anche se il processore non è proprio così potente e lo schermo, sebbene grande per un tablet, è ancora piccolo quando viene messo accanto a un laptop. Poiché la base è metallica, mi sono preoccupato della prospettiva di graffiarla, ma Lenovo l’ha anticipata e ha aggiunto un paio di piedini in silicone molto sottili per sollevare leggermente la base dalla scrivania.  Non c’è molto da fare sui lati del tablet e non ci sono molte porte, ma Lenovo ha aggiunto una porta di ricarica USB-C sul lato sinistro (invece del vecchio microUSB), mentre sul lato destro, c’è un jack per cuffie da 3,5 mm, nonché un pulsante di accensione e un bilanciere del volume.

lenovo-yoga-smart-tab

C’è un altro elemento, uno slot per schede microSD che è nascosto sotto il supporto e coperto da un pezzo di plastica protettivo che è possibile utilizzare per aggiungere fino a 256 GB di spazio di archiviazione. Ho un tablet Samsung Tab A del 2016 che ha due tasti capacitivi, oltre a un pulsante Home e forse è l’abitudine, ma ho trovato il pulsante laterale abbastanza non intuitivo quando ho provato ad accedere all’interfaccia. Inoltre, se mantieni lo Yoga Smart Tab in modalità orizzontale e vuoi usare il sistema di riconoscimento facciale (sì, ne ha uno ed è abbastanza veloce), c’è un’alta probabilità che tu abbia il dito sulla fotocamera frontale.

È sempre bello vedere che il produttore ha fatto un buon lavoro sul design del prodotto, ma il display è ciò che può fare o rompere un tablet. Lenovo Yoga Smart Tab è dotato di un display LCD IPS da 10,1 pollici con una risoluzione di 1200 x 1920 pixel, il rapporto 16:10, 16 milioni di colori e la densità dei pixel di 224 ppi. Nonostante sia 1080p, il display sembra abbastanza buono per 10,1 pollici, con ottimi angoli di visualizzazione, il testo appare nitido, i colori sembrano essere abbastanza precisi (anche se coprono solo il 70% della gamma di colori sRGB) e, in termini di luminosità, il display è in grado di raggiungere fino a 320 nit. Ciò lo rende soddisfacente quando si utilizza all’aperto, durante una giornata luminosa, ma vale la pena notare che lo schermo è un po’ riflettente. Una risoluzione 1440p sarebbe più nitida, sicuramente, ma tutto ciò che posso dire è che il 1080p è sufficiente per questo tablet per permetterti di goderti i film e video su YouTube.

lenovo-yoga-smart-tab

Proprio come altri utenti, ho notato che Netflix è stato bloccato alla risoluzione SD (720p) e rifiutava di accettare che il tablet supporta video a 1080p; questo problema si può risolvere con la reinstallazione dell’app, ma poiché Lenovo ha reso questo impossibile (tutti amano il bloatware), questo problema banale non può ancora essere risolto. Inoltre, ho installato Prime e funziona perfettamente alla massima risoluzione.

La Prestazione e il Software

L’iPad, la serie Samsung Tab S e la Surface Pro stanno ancora cercando di convincerci che c’è qualche verità nell’affermazione che il tablet può sostituire completamente il laptop e capisco che la maggior parte delle persone potrebbe trovare il tablet migliore per il consumo di media, ma quando si tratta di applicazioni legate al lavoro, il laptop sottile è imbattibile. C’è anche il problema dei componenti interni potenti e della mancanza delle ventole che praticamente annullano la possibilità che il tablet diventi una corretta stazione di lavoro. Per fortuna, Lenovo non è andata contro i laptop che costano tre o quattro volte di più e invece ha deciso di essere un dispositivo per il consumo multimediale e uno schermo intelligente.

lenovo-yoga-smart-tab

Questo riduce le nostre aspettative almeno fino a un certo punto. Detto questo, lo Yoga Smart Tab è dotato di un chipset Qualcomm SDM439 Snapdragon 439 (dual-core Cortex-A53 con il clock a 2.0GHz e sei-core Cortex-A53 con il clock a 1.45GHz), la GPU Adreno 505, 4GB di RAM e 64 GB di memoria interna.
Penso che la RAM sia sufficiente e mi piace che non siamo limitati da 64 GB di spazio di archiviazione (c’è uno slot per schede microSD), ma la combinazione Snapdragon 439 + Adreno 505 non eseguirà app o giochi pesanti. Beh, non a una risoluzione media o alta, dal momento che PUBG Mobile ha funzionato sulla sua impostazione più bassa (senza stutter), ma ci vuole un po’ prima che entri nel gioco (per me, sono stati quasi due minuti); Ashpalt 9 ha funzionato senza problemi quando impostato sulla qualità predefinita, ma sulla qualità alta, mentre il gioco sicuramente funzionava, c’erano molte stutter (vale la pena notare che sono entrato nel menu principale in circa 30 secondi).

Quindi, se la grafica non ha priorità, puoi utilizzare il tablet Lenovo Yoga Smart Tab per i giochi, altrimenti puoi cercare alternative. E questo ci porta al Samsung Tab A 2019 che sembra stare un po’ meglio con i giochi (Exynos 7904 e Mali-G71 MP2 è una combinazione più potente, anche se non di molto). Per qualsiasi altra cosa, il tablet funziona perfettamente, eseguendo facilmente più app e può supportare più tab in Chrome. Ma diamo un’occhiata a come si è comportato in alcuni benchmark.

lenovo-yoga-smart-tab

Il primo è AnTuTu 8 e con un punteggio di 103.246 (41.892 per CPU, 10.656 per GPU, 30841 per memoria e 19.857 per UX), il risultato è decente, proprio accanto al Samsung Galaxy Tab A 10.1 2019 (con i suoi 2GB insoddisfacenti di RAM); il secondo è stato GeekBench 5 e il risultato Single-Core è stato 177 che lo mette sotto il Samsung Galaxy S8, mentre il risultato Multi-Core è stato 839, che lo mette sotto il Galaxy Note 8.

lenovo-yoga-smart-tab

Infine, ho eseguito il benchmark GFXBench e il punteggio migliore era paragonabile a quello del Galaxy Note 4 nei test di alto livello (Aztec Ruins OpenGL), mentre nei test di basso livello, nella tessellazione (1080p), il punteggio era vicino a Yoga Tab 3 Plus e nella testurizzazione (1080p), il punteggio è stato solo un po’ sopra l’Apple iPhone 5S. Vale la pena notare che anche dopo aver giocato alcuni giochi per circa un’ora, il tablet non si è surriscaldato, quindi, nonostante non sia così potente, è ottimizzato molto bene.

lenovo-yoga-smart-tab

In termini di software, Lenovo Yoga Smart Tab utilizza Android 9.0 Pie, ma, sebbene non è lontano dallo stock, ci sono alcune app aggiuntive che non possono essere disinstallate (aka, bloatware). Tra questi, c’è Netflix che è bloccato alla definizione standard, c’è anche Dolby Atmos dove puoi configurare l’equalizzatore, quindi è abbastanza utile, la radio FM, lo Sfondo (puoi facilmente cambiare lo sfondo) e la Modalità Bambino. Quest’ultimo ti consente di creare profili per i tuoi bambini in cui è possibile impostare limiti di tempo di utilizzo per la sessione e il tempo di pausa tra le sessioni (un filtro web sarebbe stato eccezionale, ma, in ogni caso, molti router o sistemi WiFi moderni hanno Controllo Parentale incorporato). Un’altra aggiunta è il Lenovo Entertainment Center che può essere entrato toccando l’icona blu e bianca a sinistra dello schermo che ti porterà su YouTube (?) dove è possibile accedere utilizzando il tuo ID Lenovo. Non sono del tutto sicuro che possa essere definito utile, ma fa parte dell’interfaccia utente di Lenovo.

lenovo-yoga-smart-tab

Una cosa che non ha funzionato nel modo giusto è la luminosità adattativa a cui è possibile accedere scorrendo dall’alto e, se attivata, manterrà il mio display per lo più a 0 luminosità e quando funzionava, si comportava in modo strano e non otteneva il livello di luminosità giusto in alcuni casi. Ciò che ha funzionato correttamente è stato il sistema di riconoscimento facciale che è possibile utilizzare come livello di sicurezza aggiuntivo oltre a PIN o Pattern, ma utilizza solo la fotocamera frontale e non esiste alcun altro sensore aggiuntivo. Vale la pena notare che il riconoscimento facciale è ragionevolmente veloce, quindi, dopo aver premuto il pulsante di accensione, ci sono voluti circa 2 secondi prima di entrare nell’interfaccia utente.

lenovo-yoga-smart-tab

Lenovo evidenzia il supporto per Google Assistant, che può essere utilizzato con la maggior parte dei tablet, ma Yoga Smart Tab ha puntato più attenzione verso l’assistente intelligente. Utilizzando tre microfoni, il tablet può “sentirti” meglio, anche se sei a una distanza più elevata e, grazie alla Modalità Ambientale, puoi trasformare efficacemente il Lenovo Yoga Smart Tab in un display intelligente a tutti gli effetti: quando il supporto è aperto, se lasciato inutilizzato, il tablet entrerà immediatamente in Modalità Ambientale, dove mostrerà le Notifiche, il Tempo, passerà attraverso la tua Galleria e ti permetterà di personalizzare i dispositivi IoT collegati alla tua casa intelligente. Come previsto, la batteria si scarica più velocemente in questa modalità, ma, se viene sempre connessa a una presa di corrente, funzionerà come qualsiasi altro display intelligente sul mercato.

La Fotocamera e la Durata della Batteria

Lenovo Yoga Smart Tab ha una fotocamera posteriore da 8 megapixel con autofocus in grado di catturare video 1080p a 30 fps e una fotocamera frontale da 5 megapixel (con messa a fuoco fissa) che dovrebbe essere sufficiente per le chiamate in conferenza. La fotocamera posteriore è decente se c’è una buona illuminazione, soprattutto se scegli HDR, quindi se hai dimenticato la fotocamera principale a casa o il telefono e c’è un’opportunità di scatto interessante, puoi utilizzare la Yoga Smart Tab, ma non devi aspettare risultati straordinari. Come previsto in questa fascia di prezzo, non c’è stabilizzazione ottica dell’immagine, quindi, se vuoi catturare un video, serve una mano molto stabile.

lenovo-yoga-smart-tab
Con HDR
lenovo-yoga-smart-tab
Senza HDR

lenovo-yoga-smart-tab

lenovo-yoga-smart-tab

All’interno, le cose non erano così grandi poiché i risultati che ho ottenuto sono stati sfocati (quando c’era un po’ di luce nella stanza, ma non così tanto) o molto rumorosi, dove c’era poca luce (HDR non ha aiutato in questo caso).
Per quanto riguarda la batteria, Lenovo è stato molto generoso e ha dotato lo Yoga Smart Tab di una batteria Li-Po da 7000 mAh non rimovibile (più dei 6.150 mAh del Samsung Tab A 10.1 2019) e per testarlo, ho eseguito un video continuamente a 1080p con la luminosità impostata al 50% e la batteria si è esaurita dopo 13 ore e 20 minuti, il che è fantastico per lunghi viaggi in aereo o in treno. La ricarica del tablet dallo 0 al 100% richiede circa tre ore e mezza.
Info: Per quanto riguarda la connettività, il tablet supporta 802.11 b/g/n/ac e Bluetooth 4.2.

La Conclusione

Lenovo Yoga Smart Tab è piuttosto unico nel suo approccio e anche se questo fattore di forma è stato esplorato da Lenovo con iterazioni precedenti della serie Yoga, riesce ancora a distinguersi dalla massa grazie ai suoi altoparlanti potenti e all’integrazione creativa con l’Assistente Intelligente di Google, funzionando proprio come uno smart display. Se consideriamo lo Yoga Smart Tab solo come un tablet Android, ci sono alcune carenze evidenti, come il chipset meno potente o il problema di Netflix, ma questo è ancora uno dei tablet più comodi che ho mai usato, la durata della batteria è molto buona e l’aspetto del display intelligente funziona come previsto, quindi sì, lo considero una combinazione riuscita e se il gaming non è una priorità, allora il Lenovo Yoga Smart Tab ha effettivamente un posto giustificato nella casa.

amazon

Lenovo Yoga Smart Tab
  • 8.5/10
    Il Display - 8.5/10
  • 8.8/10
    Il Design - 8.8/10
  • 9/10
    La Durata della Batteria - 9/10
  • 7/10
    Le Prestazioni - 7/10
  • 8/10
    L'Accessibilità - 8/10
8.3/10
Sending
User Review
0/10 (0 votes)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *