Recensione Mindfield eSense Pulse

L’eSense Pulse è il modo interessante in cui Mindfield® Biosystems ha deciso di entrare nel mercato dei dispositivi per il monitoraggio della frequenza cardiaca, ma non sembra che il suo scopo sia quello di competere con gli altri cinturini HR focalizzati sul fitness, invece, sembra che il produttore voglia espandere l’ecosistema biofeedback dell’eSense (che include anche l’eSense Temperatura e l’eSense Skin Response).

A differenza dell’eSense Temperatura (che ho recensito qualche tempo fa) che misurava la temperatura delle dita per rilevare il livello di stress, il nuovo eSense Pulse si basa sulla frequenza cardiaca dell’utente per fornire statistiche e analisi di dati (tramite l’app dedicata) ma, analogamente all’eSense Temperatura, si concentra anche sul miglioramento del benessere della persona utilizzando varie guide di rilassamento, nonché alcune procedure di misurazione preimpostate (l’app consente anche la creazione di programmi personalizzati).

esense-pulse
amazon

Quando ho testato l’eSense Temperatura, ho potuto immediatamente capire il suo uso professionale come strumento di psicoterapia (potrebbe essere facilmente collegato a un dito), ma l’eSense Pulse è molto più personale, quindi si sente più adatto all’uso domestico (dove il l’individuo può aggiungerlo come parte di una routine di rilassamento), invece che nello studio di uno psicologo. Detto questo, eSense Pulse ha il suo uso medico, quindi diamo un’occhiata più da vicino a cosa può offrire questo piccolo dispositivo.

Il Design

Nonostante non si concentra particolarmente sull’aspetto del fitness-tracking, l’eSense Pulse non è così diverso della cintura fitness generica, quindi ha una piccola custodia di plastica di forma ovale coperta da una finitura nera opaca e con il logo Mindfield eSense Pulse stampato sul fronte.

esense-pulse

L’area posteriore è occupata da una copertura circolare che, se aperta (utilizzando un movimento in senso antiorario), espone il vano batteria. Il dispositivo viene fornito con una batteria CR2032 già installata (che, come afferma il produttore, dovrebbe durare circa un anno – è possibile controllare la durata della batteria utilizzando l’app mobile dedicata), ma all’interno del pacchetto, Mindfield ha incluso una batteria CR2032 aggiuntiva. A sinistra e a destra del vano batteria, ci sono due pulsanti contrassegnati con L e R (sinistra e destra) che vengono collegati alla cintura.

Un aspetto interessante di eSense Pulse è l’uso di Bluetooth (Low Energy) e ANT+ per la connettività. Le principali differenze tra i due standard è che ANT+ supporta il multicast (può connettersi a più dispositivi contemporaneamente), mentre il Bluetooth è meno flessibile, quindi, per impostazione predefinita, solo due dispositivi possono essere accoppiati tramite BLE – il vantaggio del Bluetooth è che è molto più veloce di ANT + (BLE opera a 5GHz).

esense-pulse

Per impostazione predefinita, l’eSense Pulse è stato creato per essere utilizzato con l’app eSense, ma puoi anche associare il sensore a qualsiasi app fitness sul telefono che si connette via Bluetooth (come riferimento ho usato l’app myWorkouts per Android e tutto è andato bene) o su più dispositivi compatibili ANT+. Se hai mai usato un altra cintura fitness per misurare l’attivita cardiaca, beh, l’eSense Pulse offre praticamente la stessa esperienza: la cintura è comoda e fatta di un materiale morbido, mentre sotto i due connettori (a cui devi collegare il sensore), ci sono due elettrodi separati (che entrano in contatto diretto con la pelle). Inoltre, la cintura è regolabile e misura un massimo di circa 100 centimetri, quindi prendi questa in considerazione se hai un torace più largo – dopo alcuni usi, dovresti lavare la cintura per evitare l’irritazione della pelle (ovviamente, dopo aver scollegato il sensore).

Come si usa, la Funzionalità e l’App

Dopo aver tolto il sensore e la cintura dalla confezione, è necessario prendere e regolare la banda attorno al petto (immediatamente sotto i muscoli del torace) e quindi, devi rimuoverla e collegare il sensore alla cintura spingendo i due pulsanti in posizione. In seguito, devi prendere lo spray per contatto con elettrodi (incluso nella confezione) e applicare una piccola dose su ciascun elettrodo prima di legare il dispositivo al di sotto del petto (in questo modo, tra gli elettrodi non si succeda il fenomeno bridging).

esense-pulse

Successivamente, è necessario scaricare e installare l’applicazione Mindfield eSense per il sistema operativo Android OS o iOS (ho utilizzato il primo). L’interfaccia utente è più o meno la stessa dell’eSense Temperatura, ma, invece di due opzioni, ora ci sono tre sulla pagina principale, la terza è l’eSense Pulse che è l’area dove dobbiamo accedere. In questo modo verrà mostrata la finestra familiare delle misurazioni, dove c’è una visualizzazione live della frequenza cardiaca divisa in Tempo trascorso, l’ampiezza HRV (la variazione della frequenza cardiaca – che è la differenza tra la frequenza cardiaca massima e minima), la valore corrente (la frequenza cardiaca attuale), l’incremento temporale e la riduzione temporale, la frequenza media del HR, la frequenza cardiaca massima e minima, la differenza tra il minimo e massimo e l’RR corrente (l’intervallo tra i battiti cardiaci).

A seconda della rotazione dello schermo, si mostra la rappresentazione grafica dell’ampiezza HRV sulla destra o sulla parte inferiore, mentre sulla sinistra (nell’allineamento verticale), c’è un modulo freccia grande per indicare l’aumento o la diminuzione del battito cardiaco (cambierà anche colore) – accanto al tempo trascorso, c’è un piccolo interruttore che commuta tra l’ampiezza dell’HRV e il Pacer Respirazione. Prima di ricevere i valori HRV, devi accoppiare l’app con il sensore e per farlo, devi andare su Impostazioni (la ruota dentata in basso), seleziona Scegli eSense Pulse (assicurati di avere il Bluetooth abilitato sul tuo dispositivo mobile) e, una volta scoperto, fare clic sull’icona ‘check’ per concludere l’associazione. Nel menu Impostazioni, puoi anche modificare il Feedback (qui puoi abilitare il feedback di Musica, Tono, Tattile e usare il bulbo Intelligente (come mostrato con l’eSense Temperatura) o abilitare il Pacer Respirazione), regolare le impostazioni di Pacer Respirazione, impostare il video, configurare lo Spettrogramma e altro.

esense-pulse

Se inizi una sessione, ci sono altre finestre oltre alla Vista generale iniziale: se scorri a sinistra, puoi aprire anche la finestra Video (mostra video specifici che hai scelto nell’area Impostazioni), fai scorrere di nuovo per visualizzare il grafico di Pacer Respirazione (diviso in due sezioni: a sinistra, c’è una rappresentazione del tuo ciclo di respirazione, mentre a destra c’è una sfera di coerenza che ti mostra la correlazione tra il battito cardiaco e il tuo respiro – più alto significa che sei più rilassato/a e infine, c’è la FFT / Spettrogramma che visualizza la frequenza degli intervalli RR (il colore beige indica i RR bassi, mentre il viola indica quelli alti).

Per testare l’eSense Pulse, ho deciso di portarlo con me durante una delle mie sessioni di ciclismo di 1 ora. Verso metà della sessione, ho notato una cosa sconcertante: l’applicazione si è bloccata. L’ho riavviato e, quando sono tornato a casa, ho notato che l’app era bloccata di nuovo. Potrei ricreare il problema semplicemente spegnendo lo schermo poiché è in quel momento che l’app smetterebbe di funzionare (e no, non si è verificato il timeout della connessione Bluetooth). Il colpevole sembrava essere il mio telefono, un Google Pixel 2 XL, che è uno degli smartphone Android più aggiornati sul mercato e proprio per questo motivo, l’app non era perfettamente compatibile. Il problema è stata scomparsa immediatamente quando ho usato un altro telefono che utilizzava una versione Android più datata (v.7.0).

esense-pulse

esense-pulse

Oltre al tracciamento live della frequenza cardiaca, l’app eSense offre anche diverse procedure di allenamento: la prima è la misurazione di 5 minuti che ti guida attraverso il Pacer del respiro per rallentare la respirazione (e quindi la frequenza cardiaca); la seconda procedura è la misurazione di 10 minuti che è simile al primo programma ma con periodi di tempo più lunghi per ciascuna parte della sessione. C’è anche la misurazione di 15 minuti e la linea di base di 10 minuti, entrambi con vari moduli per aiutarti a ottenere una lettura accurata della variazione della frequenza cardiaca e offre alcuni passi per regolarla – una variazione alta indica una risposta sana a stimoli stressanti, mentre un HRV basso è un segno di ansia e forse depressione (controlla sempre con il tuo psichiatra per ottenere una diagnosi corretta), che può avere un impatto negativo sul sistema cardiovascolare nel lungo periodo. Puoi anche creare la tua procedura personalizzata toccando il segno “più”, dove puoi regolare vari aspetti del grafico, oltre a selezionare il nuovo nome della procedura, il tipo di separatore e se ci sarà un sondaggio dopo la registrazione.

esense-pulse

Una sezione indispensabile che è necessario consultare attentamente è l’area della Guida, in cui è possibile leggere le informazioni generali sull’HRV e una guida per l’installazione corretta dell’eSense Pulse; c’è anche l’area Training, dove sei guidato verso la creazione delle condizioni perfette per misurare la tua frequenza cardiaca, così come il training a quattro fasi dettagliato, il primo focalizzato sull’osservazione, la sperimentazione e la determinazione dello stato attuale, il secondo sul training del biofeedback, il terzo verso la provocazione, il rilassamento e la gestione dello stress, mentre il quarto sul trasferimento e il rilassamento. Infine, c’è l’area dei Manuali, dove è possibile scaricare la documentazione del prodotto.

La Conclusione

All’inizio, non ero sicuro a cosa puntava Mindfield quando ha creato l’eSense Pulse, ma ora capisco il suo scopo, essendo in grado di mostrare immediatamente letture accurate della frequenza cardiaca (e altre statistiche) oltre a offrire una discreta suite di tecniche di rilassamento che può aiutarti a correggere alcune delle cattive abitudini che spesso riscontriamo in un ambiente stressante. Ovviamente, l’eSense Pulse non sostituisce né la psicoterapia né la diagnosi medica, ma può essere utilizzato come strumento di monitoraggio per entrambi. Inoltre, può anche essere utilizzato insieme agli altri due dispositivi eSense per sfruttare appieno l’app eSense.

eSense Pulse
  • 8.5/10
    Il Design - 8.5/10
  • 7.5/10
    L'Accessibilità - 7.5/10
  • 9/10
    Le Caratteristiche - 9/10
  • 9/10
    La Facilità d'Uso - 9/10
8.5/10

Leave a Reply

Your email address will not be published.