Recensione QCY T2C Cuffie True Wireless

I QCY T2C (T1S) sono una coppia di auricolari truly (very) wireless che fanno parte della serie entry-level TWC rilasciata dal produttore cinese, promettendo di offrire una qualità audio decente tramite Bluetooth e un’esperienza di utilizzo confortevole, il tutto a un prezzo conveniente. È stato Apple a spingere le cuffie Bluetooth nel mainstream dopo aver rimosso il jack da 3,5 mm dai suoi iPhone e ha “costretto” i consumatori a migrare verso dispositivi wireless quindi, ovviamente, molti produttori hanno seguito l’esempio. Ma ancora una volta, è stato Apple a portare gli auricolari truly wireless nel mainstream dopo aver rilasciato gli AirPods e subito dopo, il mercato è stato praticamente invaso da un sacco di auricolari di diverse forme e dimensioni, adatti a qualsiasi tipo di budget.

qcy-t2c-cuffie-wireless

logo

Ciò significa che è un po’ difficile distinguersi dalla massa, soprattutto nel mercato sovraffollato entry-level in cui è necessario mantenere un prezzo accessibile per rimanere pertinenti e QCY tenta la sua fortuna offrendo supporto per Siri / Google Assistant e sembra che viene fornito anche con una tecnologia di isolamento acustico per chiamate più chiare che, se implementata correttamente, potrebbe fare una vera differenza tra gli auricolari QCY T2C e i suoi concorrenti. Oltre al T2C, la serie TWC include anche il T1C (che viene fornito con una custodia aperta) e il T3 che è simile ad AirPods, ma, analogamente alle serie di auricolari wireless di BlitzWolf, questi dispositivi non sono generazioni successive, invece sembrano essere rilasciati quasi contemporaneamente per offrire più opzioni di design agli utenti.

La Qualità di Costruzione e Il Design

La maggior parte delle persone associa gli auricolari wireless alla palestra o agli sport all’aria aperta poiché queste erano le applicazioni iniziali, consentendo alle persone di muoversi liberamente ascoltando anche i loro brani preferiti. Ma, mentre gli auricolari Bluetooth iniziali avevano ancora un filo che correva da un auricolare all’altro, la nuova generazione di dispositivi ha rimosso completamente tutti i cavi e ha spostato tutto l’hardware all’interno degli auricolari (ecco perché i produttori li chiamano true o truly auricolari wireless).

qcy-t2c-cuffie-wireless

Ma ciò significava anche che i giorni degli auricolari piccoli e leggeri avrebbero potuto essere finiti, quindi la nuova sfida era come inserire tutto (il driver, l’antenna Bluetooth e la batteria) all’interno di una custodia piccola, pur mantenendo una forma comoda e un peso leggero. Per fare ciò, il materiale scelto è la plastica e questo è anche il caso degli auricolari QCY T2C che sono fatti di una plastica robusta coperta da una finitura nera opaca e ogni auricolare ha un piccolo foro per il microfono e due connettori metallici (sono magnetici e servono per ricaricare gli auricolari usando la custodia).

A differenza degli AirPods, il produttore ha spostato tutto sulla parte più grande del dispositivo (verso la parte superiore), quindi il peso non è molto ben distribuito, ma, fortunatamente, il QCY T2C non pesa molto (solo 4.25 grammi per auricolare). Verso il lato inferiore degli auricolari, c’è il collo (il pezzo di plastica allungato che si termina dove si collega la punta in silicone) – non è lungo come sul BlitzWolf BW-FYE3 che non ho trovo comodo, ma non a livello dell’ultra-compatto BW-FYE5 che gli considero gli auricolari wireless più comodi che ho testato fino ad ora. Gli auricolari QCY T2C si basano su un paio di pulsanti fisici (uno su ciascun auricolare) per abilitare funzioni determinate: quando la musica è in riproduzione, puoi premere una volta sul pulsante da qualsiasi auricolare per mettere in pausa / riprendere la riproduzione, toccare due volte il pulsante sull’auricolare sinistro per ritornare alla musica precedente e toccarlo due volte sull’auricolare destro per saltare la musica in avanti; per abilitare il Voice Assistant, devi tenere premuto il pulsante per 1 secondo mentre gli auricolari sono in stand-by. Inoltre, nel caso in cui ci sia una chiamata in arrivo, puoi rispondere toccando uno dei due pulsanti e puoi anche rifiutare una chiamata tenendo premuto il pulsante – sfortunatamente, non c’è controllo del volume, ma questa è una funzione che non è comune sugli auricolari entry-level.

qcy-t2c-cuffie-wireless
A sinistra: QCY T2C. A destra: BlitzWolf BW-FYE5.

Incorporato nella plastica di ciascun pulsante, c’è un piccolo LED che lampeggerà in rosso e bianco mentre gli auricolari sono in attesa di essere accoppiati e, una volta collegati a un dispositivo mobile tramite Bluetooth, il LED diventerà bianco fisso. Proprio come tutti gli altri auricolari true wireless, il QCY T2C dipende dalla custodia di ricarica per fornire più ore di durata della batteria, quindi dovrai portarlo con te durante il viaggio. Ciò significa che la custodia deve essere compatta e, idealmente, dovrebbe essere facilmente inserita nella tasca dei jeans. La custodia di ricarica per gli auricolari QCY T2C è davvero ragionevolmente compatta e misura 8.0 x 4.5 x 3.0 centimetri, quindi non dovresti avere problemi a portarla in giro.

Proprio come con i veri auricolari wireless BlitzWolf, gli auricolari T2C si attaccano magneticamente alla custodia (che ha due aree designate per ogni unità) e anche il coperchio superiore si chiude e si apre magneticamente. Poiché la custodia di ricarica è un po’ alta, ho pensato che potesse anche funzionare come un powerbank, ma, sfortunatamente, QCY non ha aggiunto questa funzione e troverai solo la micro-USB sul retro per ricaricare la batteria (c’è anche una variante chiamato T2S che può essere ricaricata in modalità wireless). Sul lato anteriore, il produttore ha aggiunto due LED, quello sinistro si illumina in verde per indicare che è rimasto il 50% della batteria (o meno) e l’altro si illumina in verde per mostrare che è rimasto più del 50% della durata della batteria (non proprio il sistema più intuitivo, ma fa il suo lavoro) – anche la copertura superiore è trasparente, permettendoti di vedere facilmente i LED dagli auricolari.

qcy-t2c-cuffie-wireless

Simile al BW-FYE1, i QCY T2C sono classificati IPX4, quindi gli auricolari sono dotati di protezione contro gli schizzi d’acqua diretti e dovrebbero andare bene quando piove o quando ti alleni (sono resistenti al sudore), ma io non li userei durante la doccia, poiché i getti d’acqua potenti potrebbero essere in grado di danneggiare le unità. Ma sono davvero comodi i QCY T2C e sono adatti per fare jogging? Mentre ero su un lungo viaggio in treno o mentre ero al mio computer, avrei trovato gli auricolari T2C abbastanza comodi, ma il collo più lungo può rendere un po’ difficile trovare immediatamente la posizione giusta e questo potrebbe irritare il canale uditivo; inoltre, se si premono più volte i pulsanti, spingerà l’auricolare più a fondo nel canale uditivo, causando nuovamente un certo disagio, ma, nel complesso, direi che potrei usare gli auricolari per circa un’ora e mezza (o fino a due ore) prima di aver bisogno di una pausa. Per quanto riguarda il jogging, non consiglio mai gli auricolari senza punte in silicone di tipo ganci poiché solo quelli possono garantire che i dispositivi non cadano dall’orecchio.

La Connettività e La Qualità del Suono

All’interno di ciascuno dei due auricolari QCY T2C, c’è un chipset Realtek che è certificato Bluetooth 5.0 e dovrebbe offrire prestazioni complessive migliori rispetto al suo predecessore: maggiore throughput che ora arriva fino a 2 Mbps e una copertura più grande, ma quest’ultimo è molto dipendente al modo in cui è implementato, dal momento che ho visto un dispositivo Bluetooth v4.2 (il Sony WH-1000XM3) con la stessa copertura (o anche un po’ migliore) rispetto agli auricolari wireless Bluetooth v5 che ho testato finora.

Inoltre, il QCY T2C dispone di un’unità driver dinamica da 6 mm che è praticamente la norma per questo tipo di dispositivi e dovrebbe essere in grado di fornire buoni livelli di volume e bassi decenti. Il processo di accoppiamento Bluetooth è semplice e tutto quello che devi fare è togliere gli auricolari dalla custodia (assicurati che siano caricati) e il LED sull’auricolare destro dovrebbe iniziare a lampeggiare in rosso e bianco. A questo punto, attiva il Bluetooth sul tuo dispositivo mobile e cerca QCY-T2C_R; una volta che lo vedi, connettiti ad esso e un messaggio che dice quanta batteria è rimasta dovrebbe apparire nella parte inferiore della finestra (almeno questo è il caso usando un Pixel 2 XL con Android Pie).

qcy-t2c-cuffie-wireless

Gli auricolari dovrebbero accoppiarsi automaticamente al tuo dispositivo mobile ogni volta che li tiri fuori dalla scatola e si spengono ogni volta che li riponi nella custodia di ricarica, ma a un certo punto, ho notato che solo l’auricolare sinistro è stato associato al mio smartphone, mentre quello destro è rimasto inattivo. In questo caso, è meglio rimettere entrambi gli auricolari nella scatola di ricarica, attendere un minuto ed estrarli di nuovo o semplicemente ricollegarli nuovamente al dispositivo mobile (devi tenere premuto il pulsante su entrambi gli auricolari per metterli in modalità di associazione). Ma esiste un altro metodo che ha funzionato: ho tenuto premuto il pulsante sull’auricolare destro fino a quando si è collegato allo smartphone in modalità mono e successivamente, ho riavviato l’auricolare sinistro che poi si è accoppiato automaticamente all’auricolare destro.

Come previsto, non è implementato il multipunto Bluetooth, quindi è necessario annullare l’abbinamento e associarli a un nuovo dispositivo. Dopo aver collegato gli auricolari QCY T2C al mio smartphone, sono riuscito ad arrivare fino a 10 metri (con un muro tra gli auricolari e il telefono e con la porta aperta). Quello che mi è piaciuto è stato che non c’erano disconnessioni tra i due auricolari e anche dopo essere andato oltre i 10 metri, gli auricolari si disconnettevano dalla sorgente allo stesso tempo.

Per testare la qualità del suono degli auricolari wireless QCY T2C, ho ancora una volta fatto affidamento su alcuni dei suggerimenti della guida audiocheck.net e ho notato che i medi e gli alti sono leggermente potenziati, mentre i bassi sono lasciati indietro (sembrano un po’ distanti); i livelli di volume andavano bene, simile a quello che gli auricolari wireless BlitzWolf hanno da offrire, ma significativamente dietro l’xFyro xS2 che potrebbe andare molto in alto senza distorcere il suono in modo significativo – inoltre, ho notato anche che il suono è un po’ piccolo (manca di quella pienezza che si ottiene dai dispositivi con un prezzo più alto). Per quanto riguarda la risposta in frequenza, ho potuto sentire il suono quando è sceso fino a 17Hz e per quanto riguarda gli acuti, ho potuto sentire il suono salire a 17kHz che è niente di straordinario, ma abbastanza per la maggior parte degli utenti. Per quanto riguarda il test di chiarezza, il suono è stato sorprendentemente chiaro con solo una piccola quantità di ronzio e quando ho eseguito il test di corrispondenza del driver, il suono è stato correttamente centrato.

qcy-t2c

QCY afferma che il chipset Bluetooth degli auricolari T2C viene fornito con il supporto per l’isolamento del rumore grazie alla tecnologia cVc 6.0 che dovrebbe aiutare a isolare la tua voce dal rumore di fondo, quindi, mentre non sentirai alcuna differenza nella qualità della chiamata, la persona dall’altra parte della chiamata dovrebbe sentirti più chiaro. Questo non dovrebbe essere confuso con la tecnologia di cancellazione attiva del rumore che si basa su alcuni microfoni potenti per cancellare il rumore esterno, in modo da poter ascoltare meglio la tua musica. Entrambi gli auricolari sono dotati di un microfono (quindi è possibile utilizzare uno di essi in modalità mono per effettuare chiamate) e, durante una chiamata, ho potuto sentire chiaramente e ad alta voce l’altra persona, ma, sfortunatamente, la mia voce ha fatto eco (come farei parlare da una distanza maggiore in uno studio grande), quindi non sono del tutto sicuro se la tecnologia cVc funzionasse correttamente o se fosse stata correttamente implementata.
Ciascuno dei due auricolari è dotato di una batteria da 45 mAh che dovrebbe garantire fino a 4 ore di uso continuo e, insieme alla custodia di ricarica, dovrebbero essere in grado di offrire fino a 32 ore di riproduzione musicale: mentre le stavo usando, gli auricolari andrebbero infatti regolarmente oltre 3 ore e mezza.

La Conclusione

Il mercato entry-level degli auricolari true wireless è pieno di dispositivi ambiziosi, quindi non è sorprendente trovare alcuni veri tesori nonostante il prezzo accessibile, ma è davvero stato il QCY T2C in grado di differenziarsi dal resto dei suoi concorrenti? Gli auricolari offrono una qualità audio decente (è lontano dal livello audiofilo, ma dovrebbe essere sufficiente per la maggior parte dei gusti degli utenti), la custodia di ricarica è portatile e la connessione Bluetooth è stata stabile per tutto il tempo in cui ho testato il dispositivo. Ma per me, la tecnologia di isolamento del rumore cVc 6.0 non sembra davvero migliorare l’esperienza di chiamata e non sono un fan della forma del QCY T2C (ma questa è un’esperienza puramente soggettiva – potresti trovarli perfettamente a tuo agio).

logo

QCY T2C
  • 7.7/10
    Il Design - 7.7/10
  • 8.8/10
    La Facilità d'Uso - 8.8/10
  • 7.5/10
    Qualità del Suono - 7.5/10
  • 7/10
    Durata della Batteria - 7/10
  • 9.5/10
    L'Accessibilità - 9.5/10
8.1/10
Sending
User Review
0/10 (0 votes)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *