Recensione Reolink E1 Pro (Telecamera IP)

Reolink ha diligentemente scolpito la sua strada attraverso la miriade di telecamere di sorveglianza disponibili ed è riuscito a catturare l’attenzione del pubblico con la sua eccellente serie Argus che è andata direttamente contro le telecamere Arlo (di Netgear). Questa volta, Reolink ha svelato una nuova serie adatta solo per interno chiamata E1 che ha disponibile tre modelli, la telecamera di base E1 (che è la più economica), l’E1 Zoom (il modello di punta che ha la migliore risoluzione e supporta lo zoom 3X + alcune altre funzioni interessanti) e l’E1 Pro, che offre una qualità d’immagine migliore rispetto all’E1 ed è il modello su cui mi concentrerò in questo articolo.

reolink-e1-pro
amazon

Mentre le aspettative non sono alte per le telecamere adatte all’interno come per quelle adatte per l’esterno (dove la visibilità in condizioni di scarsa luminosità e la qualità di costruzione sono di importanza fondamentale), ci sono alcune caratteristiche che non possono essere trascurate. Il processo di installazione deve essere rapido, l’app deve essere facile da usare, le regolazioni multiple che coprono un angolo di visualizzazione più ampio sono un must e se la qualità dell’immagine è di prim’ordine sia di giorno che di notte, quindi i produttori sono sulla strada giusta per costruire la fotocamera perfetta; inoltre, non dimentichiamo l’aspetto della sicurezza che viene spesso trascurato anche sulle telecamere più costose. Reolink E1 Pro si vanta con la risoluzione Super HD (il miglior tipo di 1080p) e ha un ampio angolo di visione, quindi diamo un’occhiata più da vicino alla fotocamera e vediamo se riesce a spuntare tutte le altre caselle.

Il Design e la Qualità Costruttiva

Quando ha progettato la serie E1, Reolink ha optato per l’aspetto del baby monitor che è molto diffuso per le telecamere compatte per interno a causa della loro natura discreta (che consente di posizionarle praticamente ovunque nella stanza), quindi ha una custodia in plastica a forma di pera con una parte superiore sferica e una base più grande per mantenere stabile il dispositivo. La telecamera è coperta da una finitura bianca opaca (non mantiene le impronte digitali) e la parte superiore sferica ha un intaglio frontale per esporre la sezione nera interna che contiene l’obiettivo della fotocamera. So che alcune telecamere sono inutilmente enorme con una grande parte della custodia vuota, ma Reolink E1 Pro è molto solido (la plastica non scricchiola) e pesa 200 grammi – il componente più pesante (il motore) è posizionato vicino alla parte inferiore della sezione sferica.

reolink-e1-pro

Come ho detto prima, la fotocamera è molto compatta, quindi è alta di 10.7 centimetri (la sezione sferica è alta di 7.0 cm), mentre la base ha un diametro di 7.6 cm, il che significa che non occuperà troppo spazio dalla tua scrivania; la base ha tre piedini in silicone che manterranno la fotocamera in posizione. Se preferisci montare l’E1 Pro sulla parete o sul soffitto, Reolink ha incluso una piccola staffa di montaggio in plastica (che può essere fissata alla parte inferiore della telecamera) e un paio di viti, quindi tutto ciò che serve è un trapano e un modo per il cavo per raggiungere il dispositivo. A proposito, il cavo incluso è lungo di circa 3 metri, il che dovrebbe essere sufficiente nella maggior parte dei casi (puoi sempre aggiungere una prolunga se ne hai bisogno di più) e ho anche notato che Reolink ha aggiunto una porta di alimentazione proprietaria invece del microUSB o lo standard USB-C. Non capisco perché hanno pensato che fosse una buona idea poiché il cavo incluso può essere danneggiato e quindi dovrai fare affidamento sul produttore per fornirne uno nuovo (non è mai una buona cosa avere un ecosistema chiuso).

Oltre a ciò, non ci sono altre porte o pulsanti visibili e questo perché Reolink ne ha nascosti un paio sotto il sensore della fotocamera: basta spingerlo verso l’alto per rivelare uno slot per schede microSD (supporta fino a 64 GB) e accanto, c’è un pulsante di ripristino che lo devi tenere premuto per almeno 5 secondi se vuoi ripristinare l’E1 Pro alle impostazioni predefinite di fabbrica. Non esiste una porta LAN, quindi la videocamera può connettersi solo in modalità wireless al router (rimuove anche l’eventuale supporto PoE). Sul lato anteriore, l’E1 Pro è dotato di un sensore CMOS da 4 MP (1/2.7″, l’apertura f/2.0 e f/1.4 fisso) e la risoluzione del display è di 2560 x 1440 pixel con la qualità Super HD. Ho sentito parlare per la prima volta di questa terminologia da Netflix che lo ha utilizzato per far sapere all’utente che, anche se la risoluzione è impostata su 1080p, la qualità dell’immagine può essere ancora peggiore o migliore, a seconda della compressione – il Super HD si riferisce alla migliore qualità dell’immagine che puoi ottenere ad una certa risoluzione (nel nostro caso, è 1440p).

reolink-e1-pro

Intorno al sensore CMOS, ci sono otto LED IR che si attivano quando il sensore di luminosità rileva che non c’è abbastanza luce nella stanza; c’è anche un LED di stato che diventerà blu fisso quando la fotocamera è configurata e tutto funziona correttamente e lampeggerà in blu quando è pronto per essere accoppiato all’app o quando il WiFi non è ancora configurato. La fotocamera ha anche un microfono incorporato e un altoparlante sul retro per una comunicazione audio a due vie.
Info: Dopo aver aperto la custodia (il lato posteriore è trattenuto da alcune cerniere in plastica), ho notato che Reolink si basa su un SoC Novatek NT98513MBG 1941-BS e ho anche potuto identificare 16 MB di memoria flash da GigaDevice (25Q127CS1G).

L’Installazione e le Caratteristiche

L’installazione hardware dell’E1 Pro richiede solo di collegarlo a una fonte di alimentazione e basta (a meno che non si scelga l’opzione di montaggio a soffitto o parete), e poi è possibile configurarlo dal punto di vista del software. Per fare ciò, è consigliabile scaricare e installare l’app Reolink su un dispositivo mobile (il mio telefono Pixel si è rotto, quindi ho dovuto usare un tablet Android); subito dopo aver avviato l’app, ti verrà chiesto di consentire l’accesso a file multimediali, foto e altri file (devi accettare per andare avanti) e sarai accolto da un’interfaccia semplice e (per ora) vuota. Per aggiungere Reolink E1 Pro all’app, tocca il segno + nell’angolo in alto a destra e scansiona il codice QR dalla parte inferiore del dispositivo. Vale la pena ricordare che durante l’intero processo di configurazione, sarai guidato da una voce che ripeterà ad volume alto le istruzioni ogni 10-15 secondi e diventerà velocemente fastidiosa.

reolink-e1-pro

Dopo che l’app ha rilevato la fotocamera, ti verrà chiesto di configurare l’WiFi: l’E1 Pro è compatibile con entrambe le bande da 2.4 GHz e 5 GHz, ma solo fino allo standard WiFi 802.11n, quindi, quando ho provato a collegarlo alla mia rete 5 GHz (802.11ac), non è riuscita.
Dopo aver passato alla rete a 2.4 GHz, ho potuto continuare la procedura guidata di installazione che includeva la scansione di un codice QR dalla tablet utilizzando la fotocamera (potrebbero essere necessari alcuni tentativi prima di metterlo nella posizione corretta) e dopo che la connessione al router è stata fata correttamente, devi essere in grado di configurare la password dell’amministratore, impostare un nome per la telecamera e sei anche in grado di accedere all’interfaccia dell’app.

L’App e la Qualità dell’Immagine

L’app immediatamente ti mostra il filmato live catturato dalla telecamera (con la data e l’ora incorporate), puoi anche vedere la velocità dei dati in alto a sinistra (sale fino a 4 Mbps) e sulla destra, puoi attivare allarmi sonori. Sotto il video live, puoi fare click su Pausa / Avvio, abilitare l’altoparlante, scattare una foto o un video del feed, ingrandire il video a tutto schermo o puoi regolare la qualità dell’immagine: Fluente, Bilanciato o 4MP. Queste modalità sono praticamente l’equivalente della qualità bassa, media e alta e sì, sulla modalità 4MP, vedrai una latenza più elevata (2-3 secondi). Nella parte inferiore della pagina sono presenti quattro schede: Parla, Clip, PTZ e Riproduzione. Entra nella sezione Parla per essere in grado di comunicare con la persona accanto alla telecamera e avrai la possibilità di regolare il volume (può diventare davvero forte, abbastanza da spaventare qualsiasi trasgressore) e c’è anche la possibilità di abilitare l’auricolare (silenzioso) che funziona meglio quando hai il telefono vicino all’orecchio.

reolink-e1-pro

La sezione Clip ti consente di concentrarti su un’area specifica del filmato (è una sorta di zoom su un’area più piccola) e la sezione PTZ è una delle aggiunte più interessanti poiché ti consente di regolare la posizione della telecamera dalla distanza. In particolare, è possibile regolare l’angolo di visione in orizzontale fino a 355 gradi e in verticale fino a 50 gradi. Infine, c’è la sezione Riproduzione, ma prima di entrare in quest’area, è importante sapere che è necessario utilizzare una scheda microSD per archiviare il filmato o fare affidamento sull’abbonamento Cloud.

Oltre a ciò, la fotocamera avrà il sensore di movimento attivo per impostazione predefinita e acquisirà i video non appena il sensore rileva il movimento, ma puoi regolare la sua sensibilità andando sulla pagina principale (c’è una piccola freccia nell’angolo in alto a sinistra) e dall’elenco Dispositivi, identifica la fotocamera E1 Pro e fai clic sulla piccola icona a forma di ingranaggio. Ciò richiamerà la finestra Impostazioni, in cui è possibile modificare la rete (Network) e regolare le opzioni di Display che includono l’impostazione della Qualità (è possibile approfondire la configurazione della risoluzione, la frequenza dei fotogrammi e persino il bitrate massimo), la frequenza di aggiornamento (Anti-sfarfallio), il Giorno e la Notte (colore / bianco e nero), l’Esposizione, il Bilanciamento del Bianco, la Retroilluminazione (Bbacklight) e il 3D-DNR (riduzione del rumore digitale), tutti contribuendo a un’eccellente qualità dell’immagine dove sei in grado di vedere chiaramente i volti di tutte le persone nella cornice.

reolink-e1-pro

Sotto Display, puoi impostare il rilevamento del movimento (la sensibilità può variare da 0 a 50 – per impostazione predefinita, è 41 – puoi anche impostare un programma per quando la sensibilità cambia) e ottieni l’opzione per selezionare una zona di movimento specifica che attiverà l’allarme. Inoltre, l’app ti permetterà anche di pianificare quando la videocamera registrerà il filmato (e se sostituirà i video più vecchi quando la scheda microSD sarà piena), impostare le notifiche e il Suono allarme, accendere o spegnere i Luci LED, il LED di diagnostica e ancora altro. Ritornando all’opzione Riproduzione dalla finestra del metraggio live, sarai in grado di controllare i video catturati da una pianificazione o dal rilevamento del sensore di movimento e sì, puoi anche scegliere un fotogramma specifico nel video, ma ne avevo alcuni errori come la “riproduzione non riuscita” e poi ho dovuto riavviare l’app per farlo funzionare.

L’Utilità Cliente

Se non vuoi utilizzare l’app, è possibile fare affidamento sul Cliente Reolink per visualizzare i filmati sul PC che è possibile scaricare da https://support.reolink.com/hc/en-us/articles/360012466173-Reolink-Client (disponibile per il sistema operativo Windows e per MacOS) e, dopo aver installato l’utilità, se la fotocamera è già stata configurata nell’app (e il PC si trova sulla stessa rete dell’E1 Pro), vedrà automaticamente la telecamera (richiederà la password dell’app).

reolink-e1-pro

L’interfaccia utente visualizzerà le riprese live con tutte le opzioni che sei riuscito a trovare sull’app e alcune in più, come le Impostazioni locali (che includono il percorso in cui verranno archiviati i video sul computer) e c’è anche l’utilizzo della CPU e della memoria (che può essere utile per diagnosticare se alcuni stutter sono causati dalla telecamera o dall’hardware del PC). L’interfaccia è abbastanza utile quando hai più di una telecamera disponibile poiché può riprodurre quel vero aspetto del DVR.

Il Rilevamento del Movimento e la Visione Notturna

Come ho detto prima, puoi impostare la sensibilità del sensore di movimento da 0 a 50 e puoi disegnare sul display quale area dovrebbe attivare l’allarme, ma ciò che distingue questa telecamera dal resto è la possibilità di registrare 5 secondi prima del trigger, così come la post-registrazione. Per quanto riguarda la distanza, più lontano sarà il punto di interesse, più alta dovresti impostare la sensibilità. Ad esempio, mentre la sensibilità era impostata su 41, è stato affascinante vedere che l’E1 Pro ha rilevato alcuni movimenti dell’ombra a circa 10 metri e mi ha avvisato che qualcuno era nell’inquadratura anche prima che la persona si mettesse effettivamente di fronte alla telecamera. Mentre impostato sulla massima qualità dell’immagine, il filmato durante la notte è stato uno delle migliori che abbia mai visto su una macchina fotografica. Come si può vedere dall’immagine qui sotto, nonostante sia completamente buio e senza fonte di luce diretta (solo la luna e alcuni pali della luce lontani), puoi vedere chiaramente tutti i dettagli, quindi il livello di rumore è molto basso, specialmente su un raggio di 3-5 metri intorno alla telecamera.

reolink-e1-pro

reolink-e1-pro

La Sicurezza

Le telecamere IP hanno avuto la loro parte di controversie a causa di gravi violazioni della sicurezza, ma ci sono alcuni passaggi che puoi prendere per garantire che, indipendentemente dal marchio, manterrai le tue riprese private. Prima di tutto, assicurati che la telecamera sia costantemente aggiornata dal produttore (Reolink mantiene aggiornate le sue serie di telecamere), usa una password complessa e idealmente cambia il nome utente predefinito: purtroppo, l’E1 Pro ti consente solo di aggiungere nuovi amministratori e utenti, ma non è possibile eliminare il nome utente admin predefinito; per aggiungere un nuovo amministratore, vai alle impostazioni della fotocamera > Avanzate > Gestione Utente > Aggiungi amministratori.

Altri passi importanti che puoi adottare per proteggere la tua fotocamera sono bloccarne l’accesso a Internet e mantenerlo solo nella rete locale.
Inoltre, non devi usare Port Forwarding e, nel caso in cui tu abbia bisogno di accedere a E1 Pro da remoto, puoi configurare una connessione VPN (OpenVPN è uno dei migliori per questa impresa). Ovviamente, anche il router wireless deve essere sicuro (il firmware più recente, senza credenziali predefinite).

La Conclusione

Man mano che la tecnologia diventa più avanzata, abbiamo accesso ad alcune funzionalità precedentemente irraggiungibili ad un prezzo accettabile e Reolink E1 Pro ha dimostrato che puoi ottenere una qualità d’immagine eccellente sia di giorno che di notte senza dover spendere troppo. Il sensore di movimento funziona bene, la telecamera è facile da installare e l’app è abbastanza intuitiva. Non tutto è perfetto, perché ho notato che a volte le regolazioni dell’angolo dall’app non si registravano e non c’è una porta Ethernet, né una USB per il cavo di alimentazione. Naturalmente, nessuno di questi toglierà così tanto all’esperienza dell’utente, quindi, se sei sul mercato di una telecamera per interno con una qualità dell’immagine eccellente, devi dare un’occhiata a Reolink E1 Pro.

amazon

Reolink E1 Pro
  • 8/10
    Il Design - 8/10
  • 8/10
    Facilità d'Uso - 8/10
  • 9/10
    Le Caratteristiche - 9/10
  • 9/10
    L'Accessibilità - 9/10
  • 9/10
    La Qualità dell'Immagine - 9/10
8.6/10

0 thoughts on “Recensione Reolink E1 Pro (Telecamera IP)

Leave a Reply

Your email address will not be published.