Recensione Reolink E1 Zoom

Reolink ha recentemente lanciato una nuova serie di telecamere IP per interni con il focus sulla qualità delle immagini (qualità Super HD) e ci sono tre modelli disponibili, quello di base E1 (la telecamera più economica del gruppo), l’E1 Pro che ho testato qualche giorno fa (aveva la qualità d’immagine eccellente durante il giorno e la notte) e, infine, c’è il Reolink E1 Zoom che oltre a offrire un sensore della fotocamera ancora migliore (5-megapixel), offre anche la possibilità di ingrandire l’immagine (3x) per avere una visione migliore di un oggetto / persona più lontano/a.

reolink-e1-zoom
amazon

So che potrebbe sembrare un po’ eccessivo per un semplice uso domestico e presumo che siederà meglio in un ufficio più grande o persino in un magazzino, dove l’aspetto dello zoom potrebbe tornare utile per verificare alcune persone o pacchetti strani. È vero che sembra che il segmento delle telecamere per interni è stato completamente coperto dai produttori, ma, in realtà, la qualità dell’immagine è sempre stata meno impressionante (soprattutto vero per il mercato di fascia medio-bassa) che è stato bilanciato dello storage Cloud gratuito (ma limitato). La serie E1 si pone nella posizione di correggere l’aspetto della qualità video e sì, c’è anche spazio di archiviazione Cloud gratuito disponibile (ottieni 1 GB di spazio di archiviazione e il stoccaggio video di ultimi 7 giorni). Detto questo, diamo un’occhiata al Reolink E1 Zoom e vediamo se vale la pena considerarla come una buona misura per migliorare la sicurezza della tua casa (o ufficio).

Il Design e la Qualità Costruttiva

Reolink E1 ed E1 Pro sono identici dal punto di vista del design, entrambi caratterizzati da una custodia in plastica coperta da una finitura bianca opaca e con una parte superiore sferica che si trova su una base più grande; l’E1 Zoom ha la stessa forma e lo stesso aspetto, ma, mentre Reolink E1 ed E1 Pro sono alti di 10.7 cm e hanno un diametro di 7.6 centimetri, l’E1 Zoom è alto di 11.1 cm (la sezione sferica è alta di 7.3 centimetri) e la base ha un diametro di 7.9 cm. Quindi sì, è un po’ grande che era previsto considerando l’hardware interno necessario, ma è comunque bello vedere che Reolink è riuscito a mantenere la telecamera abbastanza compatta. E no, non sembrerà fuori posto anche se è posizionata in qualsiasi punto della stanza a causa del suo aspetto minimalista (oltre a somigliare a quelle babycams, ha anche un singolo cavo bianco, poiché non c’è supporto Ethernet) e nella parte inferiore della custodia, ci sono tre piedini in silicone per mantenere il dispositivo in posizione.

reolink-e1-zoom

La telecamera è anche un po’ più pesante della E1 Pro (e della E1), con il peso di 250 grammi e questo le dà una sensazione più premium (dopo aver aperto la custodia, ho scoperto che il motore e altri componenti più pesanti sono posizionati immediatamente sopra la base, dove le due sezioni principali della custodia entrano in contatto). Se consideri che la telecamera sarà più adatta a sorvegliare l’area dal soffitto, Reolink ha aggiunto un kit di montaggio per aiutarti in questo senso: ci sono alcune viti e una piccola staffa che può essere ruotata nella parte inferiore della base della telecamera. Sulla parte sferica, c’è un ritaglio abbastanza grande per esporre la sezione interna nera (sembra fatta di ceramica) dove puoi vedere il cerchio lucido abbastanza grande che contiene l’obiettivo della fotocamera, i dieci LED IR (l’E1 Pro aveva solo 8), il sensore di luce diurna (che, quando il livello di luminosità scende sotto una certa soglia, abilita la visione notturna), un microfono incorporato e il LED di stato.

Questo LED diventerà blu fisso quando la telecamera si avvia e dopo che è stata collegata al WiFi; il LED lampeggerà in blu se il WiFi non è ancora configurato o quando la connessione non è riuscita. Se dai un’occhiata alla custodia, identificherai i fori degli altoparlanti che si estendono sul lato posteriore del dispositivi (l’altoparlante insieme al microfono frontale ti consente di avere una comunicazione bidirezionale con un membro della famiglia o per spaventare qualsiasi potenziale intruso – e sì, l’altoparlante può diventare molto forte); c’è anche un connettore di alimentazione proprietario che non è stata la decisione migliore quando praticamente tutti i dispositivi della concorrenza utilizzano il vecchio connettore microUSB o quello migliore USB-C. Non sarà ovvio per l’utente, ma l’E1 Zoom ha uno slot per schede microSD a cui è possibile accedere spostando il sensore della fotocamera verso l’alto. Reolink ha dovuto spingere lo slot abbastanza basso a causa dei componenti interni più grandi.

reolink-e1-zoom

Accanto allo slot per le schede microSD (che supporta fino a 64 GB), è presente un pulsante Reset che è necessario tenere premuto per almeno 5 secondi per riportare l’E1 Zoom alle impostazioni predefinite di fabbrica. Dopo aver aperto la custodia del Reolink E1 Zoom, ho notato che il layout interno è fondamentalmente diverso rispetto all’E1 Pro: ora c’è un sistema per il motore più grande e più complicato, i componenti principali sul PCB sono dall’altra parte e ho potuto vedere come il sensore più grande (rispetto all’E1 Pro) si trova direttamente attaccato a una sorta di chipset ottico. Tra i componenti, ho potuto identificare il Novatek NT98515MBG (un passo avanti dal chip su E1 Pro), lo stesso GigaDevice 25Q127CS1G (16 MB di memoria flash) e un circuito integrato Ruimeng MS41929 JC9HW3.
Info: Reolink E1 Zoom è dotato di un sensore per fotocamera da 5 megapixel (sensore CMOS da 1/2.7 “), con un’apertura di f/1.6 (l’autofocus f/2.8-8mm), supporta lo zoom ottico 3X e la risoluzione è di 2560 x 1920 pixel.

reolink-e1-zoom

L’Installazione e le Caratteristiche

Considerando che non ha una porta Ethernet, non sarai in grado di collegarlo direttamente a un router, punto di accesso o switch (avrebbe potuto supportare PoE che è una bella funzionalità da avere per le telecamere di sorveglianza), quindi è completamente dipendente sulla connessione wireless al router. Ciò significa che l’installazione dell’hardware richiederà solo la connessione della porta di alimentazione alla videocamera Reolink. I seguenti passaggi saranno praticamente identici a E1 Pro (e all’E1): devi scaricare e installare l’app Reolink su qualsiasi dispositivo mobile (compatibile con iOS e Android OS) e accendere l’E1 Zoom. A questo punto, la telecamera inizierà a “parlare” a voce alta ogni pochi secondi (che trovo ancora estremamente fastidioso) e dall’app, devi fare clic sul segno Più per aggiungere l’E1 Zoom – il processo prevede la scansione del codice QR dalla parte inferiore del dispositivo, quindi assicurati che ci sia abbastanza luce nella stanza (ho dovuto fare affidamento su un tablet più vecchio, ma il sistema di rilevamento è stato sorprendentemente veloce).

reolink-e1-zoom

Dopo che l’app ha visto la telecamera, ti verrà chiesto di configurare la rete WiFi (l’avevo già configurata quando ho testato l’E1 Pro, ma per qualsiasi motivo, non l’ha rilevata, quindi ho dovuto farlo dappertutto di nuovo) e, sebbene Reolink affermi che l’E1 Zoom è dual-band, non supporta 802.11ac (va solo fino a 802.11n), quindi molto probabilmente dovrai collegarlo all’SSID a 2.4 GHz. Nel passaggio successivo, dovrai scansionare un codice QR dal telefono / tablet con la telecamera e questo può essere un po’ complicato poiché potrebbe non essere ovvio ciò che la fotocamera vede – basta spostarlo lentamente avanti e indietro fino a sentire una voce che l’accoppiamento ha avuto successo; al termine, è necessario impostare una password per l’account amministratore predefinito, assegnare alla videocamera un nome personalizzato e ora è possibile visitare l’interfaccia utente.

L’App e la Qualità dell’Immagine

L’applicazione è praticamente la stessa per tutti e tre i modelli della serie E1 con alcune piccole differenze (nel nostro caso, sarà la regolazione dello zoom), quindi aspettati di vedere immediatamente lo streaming live dall’E1 Zoom, insieme al bitrate attuale che è limitato a 4 Mbps (la risoluzione più alta salirà al bitrate massimo supportato) e sulla destra, si accede a un’icona di allarme (premerlo per attivare l’avvisatore acustico – utile se è necessario spaventare rapidamente gli intrusi) e c’è un’icona della modalità di visualizzazione che ti consente di vedere fino a quattro telecamere Reolink contemporaneamente. Sotto il filmato live, ci sono gli stessi pulsanti di controllo: Avvio / Pausa, abilitare l’altoparlante, cattura foto o video, ingrandire il video a tutto schermo o puoi regolare la qualità dell’immagine. Se tocchi la qualità dell’immagine, puoi scegliere tra bassa, media e alta (5 megapixel) e tieni presente che alla massima qualità, sperimenterai un po’ di latenza (circa 2-3 secondi). La buona notizia è che l’immagine (non ingrandita) è nitidamente chiara e puoi vedere tutti i dettagli di una stanza.

reolink-e1-zoom

Ciò è stato reso possibile grazie alla tecnologia Super HD che si riferisce al miglior tipo di compressione video – l’ho sentito per la prima volta da Netflix che lo ha usato come termine di marketing per mostrare che i film / le serie avranno una migliore qualità d’immagine per una risoluzione. Più in basso nell’interfaccia dell’app, vediamo quattro icone: Parla, Clip, PTZ e Riproduzione. Puoi usare Parla quando vuoi avere una conversazione con le persone accanto alla videocamera (ha un microfono, quindi possono anche rispondere) e puoi regolare il volume, oltre ad abilitare la modalità Auricolare, nel caso in cui tu sia utilizzando le cuffie o non avere il telefono in modalità altoparlante. La sezione Clip ti permetterà di vedere una sezione specifica dall’immagine (l’opzione di zoom funzionerà meglio in questo caso) e poi c’è il PTZ che, analogamente all’E1 Pro, ti consente di regolare gli angoli di pan/tilt a 355 gradi in orizzontale e 50 gradi in verticale; vale la pena ricordare che l’angolo di visione è migliore, andando da 48 a 98 gradi in orizzontale e da 37 a 75 gradi in verticale.

In questa sezione, puoi anche ingrandire e rimpicciolire l’immagine e, come si può vedere dalle foto che ho scattato del ‘mio lampadario’, la qualità dell’immagine non cambia quando lo zoom è stato al 50 percento, né lo fa con lo zoom al 100 percento (i dettagli sono tutti lì, anche se non è stata una giornata particolarmente luminosa) – quando la qualità dell’immagine è stata impostata al massimo e lo zoom è impostato al 3X, la fotocamera impiegherà circa 5 secondi per spostarsi (quando si tenta di regolare l’angolo di visualizzazione dall’app) e dopo il movimento zoom in / out, ci vorranno circa 2 secondi per mettere a fuoco.

reolink-e1-zoom

Infine, c’è la sezione Riproduzione che funzionerà solo se hai inserito una scheda microSD o se hai un abbonamento Cloud (come ho detto nell’introduzione, c’è un’opzione gratuita disponibile, anche se nella maggior parte dei casi non sarà davvero sufficiente – a meno che tu non sia soddisfatto da 1 GB e 7 giorni). Proprio come con l’E1 Pro, puoi vedere i video catturati quando viene rilevato un movimento (il rilevamento del movimento è abilitato per impostazione predefinita) o se hai impostato una registrazione programmata. Dagli angoli in alto a destra, puoi accedere a quattro icone di azione rapida toccando i tre punti (Selezione Canale, Giorno e Notte, Immersive o Picture-in-Picture) e se fai clic sulla ruota dentata, ci sono ‘altri’ impostazioni generali specifiche per questa telecamera.

Qui, puoi connetterti a un altro SSID e, da sotto il Display, puoi ruotare lo schermo, cambiare la qualità dell’immagine, la frequenza di aggiornamento, abilitare la visione notturna, cambiare la data / filigrana, configurare la maschera di privacy (questo è molto importante quando si utilizza la fotocamera in un magazzino o si punta verso un edificio esterno poiché consente di bloccare alcune parti del video) e, in Avanzate, è possibile impostare l’Esposizione, il Bilanciamento del Bianco, la Retroilluminazione e la Riduzione del Rumore Digitale 3D (puoi lasciarli come predefiniti poiché il filmato è eccellente con i valori preimpostati). Altre opzioni sono il Rilevamento del Movimento (dove è possibile regolare la sensibilità), i programmi di registrazione della videocamera, le notifiche e gli avvisi e-mail, la sirena (è possibile creare avvisi registrati personalizzati) e altro ancora.

Il Rilevamento del Movimento e la Visione Notturna

Il rilevamento del movimento sulla serie E1 è davvero ben fatto, con il livello di sensibilità che sale a 50: per impostazione predefinita, la sensibilità è impostata su 41 e in questo modo la fotocamera è stata in grado di rilevare con precisione qualsiasi movimento da circa 10 metri di distanza. Se l’oggetto di interesse è più vicino, è necessario ridurre la sensibilità.

reolink-e1-zoom

Immediatamente dopo il tramonto, i dieci LED IR si accenderanno per farti sapere che ora la videocamera sta girando in modalità notturna e la qualità dell’immagine era eccellente, praticamente le stesse prestazioni del Reolink E1 Pro, quindi, mentre la qualità del video era impostata su alta, ho visto un basso livello di rumore e tutti i dettagli erano lì. Se decidi di ingrandire una determinata area (fino a circa il 50%), ho notato che la qualità dell’immagine era in gran parte inalterata, ma ingrandendo il 100% (3X), alcuni dettagli andavano persi e ho notato una discreta quantità di rumore – il filmato è ancora abbastanza chiaro, semplicemente non è più nitido.

L’Utilità Cliente

Oltre all’app dedicata, Reolink ha anche reso disponibile un’utilità Cliente che può essere installata su sistema operativo Windows o MacOS; il processo di installazione è piuttosto semplice poiché, se il computer su cui si installa l’utilità si trova sulla stessa rete dell’E1 Zoom (e la videocamera è già configurata), verrà automaticamente visualizzato dal Cliente Reolink (devi utilizzare le credenziali dall’app). Proprio come su E1 Pro, il Cliente Reolink offrirà lo stesso set di funzionalità (con alcune aggiunte minori), ma il vantaggio maggiore verrà dal fatto che puoi vedere le riprese da uno schermo più grande con più telecamere allo stesso tempo.

reolink-e1-zoom

La Sicurezza

Le telecamera di solito non hanno davvero alcuna funzionalità di sicurezza integrata (alcuni sono dotati di autenticazione a due fattori e questo è tutto), ma ci sono alcuni passaggi che puoi prendere per garantire la privacy della tua casa o ufficio. La prima e più ovvia misura è quella di assicurarsi che la password dell’amministratore sia abbastanza forte (e non 1234) e, idealmente, anche il nome utente dovrebbe essere cambiato – l’app mi consente di creare un nuovo account amministratore (oltre a utenti aggiuntivi ), ma non sono riuscito ad eliminare l’account amministratore predefinito. Il router dovrebbe anche avere credenziali forti e dovrebbe essere aggiornato (quando il produttore smette di supportare il proprio prodotto, è necessario sostituire il dispositivo). Lo stesso è valido per la telecamera poiché deve essere costantemente aggiornato da Reolink per garantire che qualsiasi vulnerabilità sia risolta. Ci sono anche alcuni passaggi avanzati che non saranno davvero accolti dal pubblico, ma hanno dimostrato di funzionare: prima di tutto, se non ne hai bisogno, disabilita la connessione Internet verso la videocamera e se devi accedere allo zoom E1 da remoto, usa una connessione VPN (come OpenVPN); infine, è consigliabile non utilizzare il Port Forwarding.

La Conclusione

Quando ho testato l’E1 Pro, sono rimasto impressionato dalla qualità dell’immagine della fotocamera (così come da alcune altre funzionalità, come il rilevamento del movimento) e, a questo proposito, Reolink E1 Zoom offre praticamente le stesse prestazioni, ma, come il nome suggerisce, si paga di più per la capacità di zoom. Durante il giorno, funziona alla grande e fa anche un buon lavoro di notte, ma ci si aspetta un po’ di latenza, poiché alla massima qualità, sia il processo di zoom che l’inclinazione / panoramica impiegheranno alcuni secondi per registrarsi. Se questo non ti disturba e desideri una fotocamera indoor abbastanza compatta che offra una qualità video eccezionale e che possa ingrandire e rimpicciolire, l’E1 Zoom è praticamente la migliore opzione nella sua attuale fascia di prezzo.

amazon

Reolink E1 Zoom -
  • 7.9/10
    Il Design - 7.9/10
  • 8/10
    Facilità d'Uso - 8/10
  • 9.2/10
    Le Caratteristiche - 9.2/10
  • 8.8/10
    L'Accessibilità - 8.8/10
  • 9/10
    La Qualità dell'Immagine - 9/10
8.6/10

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *