Recensione Synology MR2200ac Sistema Mesh

Synology MR2200ac è il terzo router wireless rilasciato dalla società taiwanese (popolare in tutto il mondo, in particolare per la sua linea NAS) e questa volta, abbiamo a che fare con un dispositivo tri-band che può creare una rete mesh. Con il lancio dello standard WiFi 802.11ax, ho notato che la frequenza di rilascio dei nuovi sistemi mesh è notevolmente rallentato (il mercato sembra saturo o forse i produttori non sono ancora pronti per passare al WiFi 6?) e, considerando che ho già testato il Synology RT1900ac e RT2600ac, stavo aspettando con impazienza di vedere quando Synology avrebbe coperto anche questo segmento di networking.

synology-mr2200ac

amazon

Tuttavia, l’MR2200ac si sente un po’ indeciso sulla sua identità, dal momento che è disponibile solo come pacchetto per un singolo dispositivo e non ha adottato completamente il design minimalista (sembra più simile a un router normale rispetto al nodo mesh). Nonostante ciò, l’MR2200ac sembra perfettamente in grado di creare una rete mesh utilizzando più unità identiche e consente di aggiungere anche l’RT2600ac dual-band come router mesh (una delle due bande radio a 5 GHz dell’MR2200ac è dedicata al backhaul).

Inoltre, l’MR2200ac utilizza la stessa interfaccia iconica SRM (ora include più funzionalità avanzate) ed è uno dei primi ad adottare lo standard di sicurezza WPA3, quindi diamo un’occhiata più da vicino all’MR2200ac e vediamo come funziona come un router wireless indipendente, nonché all’interno di un sistema mesh insieme al Synology RT2600ac come unità principale.

Il Design

Come ho detto nell’introduzione, Synology MR2200ac sembra avere una crisi di identità poiché è a metà strada tra il router tradizionale (con il suo corpo rettangolare grande) e il nodo mesh minimalista adatto al soggiorno. Più specificamente, il router è rettangolare con angoli arrotondati, ma, a differenza del suo predecessore, il dispositivo sta solo verticalmente con l’ausilio di due piedini incorporati (a differenza dell’RT1900ac, l’MR2200ac può essere tenuto solo verticalmente e non può essere montato sulla parete o sul soffitto).

synology-mr2200ac

Quasi l’intero dispositivo è coperto da una finitura opaca nera (il rivestimento morbido trattiene le macchie, ma non sono evidenti), mentre, sul davanti, oltre al logo Synology, il dispositivo ha una forma triangolare divisa per più sezioni lucide. Sulla superficie superiore, Synology ha aggiunto più ritagli che dovrebbero migliorare facilitare un flusso d’aria, ma noterai anche che manca i connettori d’antenna.
È vero,l’MR2200ac non ha antenne esterne: questo e il fatto che il router è relativamente piccolo (misura 15.4 x 19.9 x 6.5 centimetri) suggeriscono che il produttore ha ancora aderito ad un approccio un po’ minimalista, ma, a causa del design della superficie frontale, l’MR2200ac in realtà sembra un po’ retro.

Nonostante il suo posizionamento verticale, il Synology MR2200ac non può essere spostato facilmente a causa dei due piedini allungati, ma anche a causa del baricentro basso (il dispositivo pesa 0.45 kg ed è più pesante verso il fondo); inoltre, sul fondo ci sono due piccoli gomme (su ciascun piede) per mantenere la il dispositivo più stabile. Un router tri-band con una custodia di piccole dimensioni può essere vulnerabile al surriscaldamento e per prevenirlo, Synology ha aggiunto molti fori di ventilazione sul retro del dispositivo, oltre che sul fondo. Per vedere quanto sia efficace il raffreddamento passivo, ho messo un po’ di stress sul router e, mentre è diventato un può caldo verso il centro, il dispositivo non mostrava segni di surriscaldamento.

synology-mr2200ac
Info: Nella parte posteriore, all’interno dell’area con aperture di ventilazione, c’è un’etichetta con varie informazioni sul dispositivo (come l’indirizzo MAC, il numero di serie, il codice PIN, il SSID WiFi e la password predefiniti).

Quando viene posizionato vicino all’RT2600ac, l’MR2200ac non ha molti elementi di design simili (tranne il logo intagliato e la finitura nera opaca) e, mentre sia l’RT1900ac che l’RT2600ac avevano una serie di indicatori LED posizionati in alto o sulla superficie frontale, il Synology MR2200ac ha tre LED allineati per assomigliare al simbolo WiFi: il LED inferiore si illumina in blu quando il dispositivo è acceso ed è pronto per essere configurato (in seguito diventa verde fisso), mentre i due LED superiori mostrano lo stato del WiFi (se i LED lampeggiano in blu, l’MR2200ac è pronto per connettersi ad altri dispositivi, altrimenti, uno o due LED diventeranno di colore verde fisso per mostrare la potenza del segnale per la connessione al router principale). Non sono un fan della decisione di usare solo un LED per mostrare lo stato di sistema (spesso adottato dai router mesh WiFi) perché lo trovo poco intuitivo e, sebbene l’MR2200ac non abbraccia pienamente questo approccio, non mostra ancora abbastanza informazioni usando i suoi LED (per vedere meglio lo stato della rete, dovrai controllare l’app o l’interfaccia utente basata sul web).

synology-mr2200ac

Sul retro dell’MR2200ac, Synology ha aggiunto una porta USB 3.0 di Tipo-A (utile per un dispositivo di archiviazione o una stampante USB – lo slot per schede SD dell’RT2600ac non c’è più) sul lato sinistro insieme al piccolo pulsante WPS e un il pulsante WiFi Acceso / Spento, mentre sul lato destro, c’è una singola porta Gigabit LAN (un’altra somiglianza con alcuni router WiFi mesh e considerando che non tutti i dispositivi sono wireless, la porta molto probabilmente finisce per essere utilizzata per il backhaul Ethernet), una porta Gigabit WAN, una porta di alimentazione, un pulsante di accensione e un pulsante di ripristino incassato (lo devi tenere premuto per 10 secondi per riportare il router alle impostazioni predefinite di fabbrica).

L’Hardware

All’interno, il Synology MR2200ac è dotato di un chipset quad-core Qualcomm IPQ4019 con il clock a 717 MHz (lo stesso chip utilizzato da Google WiFi, il tri-band Linksys Velop, Eero la seconda generazione, ZyXel Multy X e Netgear Orbi), insieme a uno switch chip Qualcomm Atheros QCA8072, 256 MB di RAM (Nanya NT5CC128M16IP-DI) e 4 GiB (Kingston EMMC04G-M627) / 8 MiB (Macronix MX25L6433FM2I-08G) di memoria flash (simile all’RT2600ac).

synology-mr2200ac
Da sito FCC ID

Inoltre, il router mesh utilizza il chip Qualcomm IPQ4019 2×2:2 per la banda radio a 2.4 GHz (insieme all’amplificatore di potenza Skyworks SE2623L a 2.4 GHz), nonché per la prima banda radio a 5 GHz (insieme all’end module SkyWay SKY85728-11 5GHz WLAN Skyworks); la seconda banda radio a 5 GHz utilizza il chip wireless Qualcomm Atheros QCA9886 2×2:2.
Sulla banda radio da 2.4 Ghz, Synology MR2200ac offre una velocità massima teorica di trasferimento di dati di 400 Mbps e per ciascuna delle due bande radio da 5 GHz, la velocità massima teorica di trasferimento di dati è di 867 Mbps.

La Prestazione e le Caratteristiche

L’MR2200ac ha deciso di aggiungere una seconda banda a 5 GHz per semplificare la gestione dei clienti e del traffico inter-nodo, quindi puntando sulla creazione di una rete mesh più stabile. Ma, a differenza degli altri sistemi di mesh “dedicati” (con più nodi identici nel pacchetto), l’MR2200ac non sembra voler spingere l’utente all’acquisto immediato di più router mesh. All’inizio ho trovato questo approccio strano, ma in seguito ha avuto un senso perché Synology sembra preferire che gli utenti sperimentino l’interfaccia unica e la rete stabile (offerte dai suoi router) e questi dovrebbero essere sufficienti per convincerli a voler espandere ulteriormente la loro rete con nuovi nodi mesh (anche se vale la pena ricordare che più router in un pacchetto, di solito, significano uno sconto).

synology-mr2200ac

È anche un ottimo modo per riutilizzare qualsiasi RT2600ac già acquistato (può essere aggiunto a una rete mesh), ma, mentre vedo le somiglianze con l’Asus AiMesh, Synology non ha incluso il vecchio RT1900ac, quindi, a differenza di Asus, non ha nulla vicino all’ampia varietà di router in grado di diventare nodi mesh – inoltre, l’RT2600ac può essere utilizzato solo come il router principale e l’MR2200ac come nodo secondario.

Il setup che ho a disposizione include un Synology MR2200ac e un RT2600ac, ma è anche possibile utilizzare più dispositivi MR2200ac per creare una rete mesh a tri-band completa. Analogamente agli altri sistemi mesh, anche il sistema mesh Synology può creare percorsi ottimizzati per i dati in base al numero di nodi disponibili nella rete, alla potenza del segnale, alla quantità di clienti connessi alle bande radio (e altro); inoltre, in caso che un nodo è guasto, la rete ‘si ripara da sola’ spingendo i dati attraverso qualsiasi altro nodo mesh adatto nelle vicinanze (aggiungendo un nodo consentirà la creazione di nuovi percorsi per i dati).

synology-mr2200ac

Il problema con questo approccio mesh è che il traffico di backhaul può facilmente assorbire la larghezza di banda (in particolare i sistemi multi-hop) e, per tenerlo sotto controllo, Synology ha dedicato la seconda banda a 5 GHz per il traffico di backhaul, mentre le altre due rimangono disponibili per la connessione di clienti (simile a TP-Link M9 Plus, Netgear Orbi e ZyXel Multy X). Se si collega un RT2600ac, considerando che si tratta di un router dual-band, i clienti dovranno condividere la banda con il traffico di backhaul.

Oltre a implementare una forma proprietaria della tecnologia mesh, Synology MR2200ac presenta anche la tecnologia MU-MIMO che garantisce la possibilità di servire più clienti contemporaneamente, invece di competere per la larghezza di banda e c’è anche la funzione BeamForming che indirizza il segnale verso i clienti connessi (sia MU-MIMO che BeamForming richiedono clienti compatibili). Inoltre, l’MR2200ac utilizza DFS (Dynamic Frequency Selection) e supporta anche lo standard di roaming 802.11k/v/r, una funzionalità che garantisce una transizione senza interruzioni all’interno della rete da un nodo all’altro (assicurando che l’handshake sia fatto prima che il cliente si connette al nuovo router).

synology-mr2200ac

Per testare le prestazioni wireless del router, ho preso due computer, uno è un PC dotato di una scheda WiFi ASUS PCE-AC88 (diventerà il cliente), mentre l’altro è un laptop che funzionerà come server (sarà collegato all’MR2200ac tramite un cavo Ethernet). In questo modo, ho collegato i due computer al router MR2200ac (la rete 5GHz, lo standard 802.11ac) e, dal cliente al server, ho misurato una media di 516 Mbps a 1.5 metri, mentre a 5 metri, il throughput è andato leggermente fino a 532 Mbps; a 10 metri, ho misurato circa 345 Mbps. Dal server al cliente, a 1.5 metri dal router, ho misurato una media di 339 Mbps e, a 5 metri, ho ottenuto una media di 341 Mbps; a 10 metri, ho ottenuto un throughput medio di 248 Mbps.

Nel passaggio successivo, ho riconfigurato la rete e ho usato il Synology RT2600ac come router mesh principale, mentre l’MR2200ac è stato aggiunto come Mesh Point. Inoltre, un computer è stato connesso usando una connessione Ethernet all’RT2600ac e ho collocato il MR2200ac a circa 10 metri di distanza; infine, ho aggiunto il cliente wireless alla rete (con l’Asus PCE-AC88) e, dopo che sono stato sicuro che fosse collegato al punto mesh (MR2200ac), l’ho messo a 1.5 metri dal router (e a 11.5 metri dall’RT2600ac).

synology-mr2200ac

In questo modo, dal cliente al server, sono riuscito a misurare una media di 366 Mbps e, dopo aver aumentato la distanza tra il cliente e l’MR2200ac a 5 metri (quindi a 15 metri da RT2600ac), ho misurato circa 422 Mbps; a 10 metri di distanza dall’MR2200ac (e 20 metri dall’RT2600ac), ho misurato una media di 332 Mbps. Dal server al cliente, mantenendo la stessa configurazione, a 1.5 metri da MR2200ac, ho misurato una media di 218 Mbps, mentre a 5 metri ho ottenuto un throughput medio di 203 Mbps; a 10 metri, la velocità è scesa a una media di 169 Mbps (le prestazioni wireless sembrano essere alla pari e anche un po’ meglio del Deco M9 Plus).
Info: L’interfaccia utente ti mostrerà quali dispositivi sono collegati a quali router e puoi vedere (live) quale banda viene utilizzata per l’Uplink; inoltre, se si utilizza solo l’MR2200ac per creare una rete mesh, le prestazioni wireless potrebbero essere diverse.

Considerando che lo standard 802.11n WiFi è ancora il più utilizzato anche con i nuovi dispositivi, vale la pena dare un’occhiata a come funziona l’MR2200ac collegando i due computer alla rete a 2.4 GHz. Dal cliente al server, a 1.5 metri dal router, ho misurato una media di 136 Mbps e, a 5 metri, la velocità è scesa a 113 Mbps; a 10 metri, ho misurato circa 49.9 Mbps. Dal server al cliente, a 1.5 metri, ho misurato una media di 89.4 Mbps, mentre a 5 metri ho ottenuto circa 89.9 Mbps; a 10 metri, ho misurato una media di 74.8 Mbps.

synology-mr2200ac

Nel passaggio successivo, ho deciso di testare le prestazioni dal LAN a LAN e, utilizzando i due computer (collegati a uno switch e al router tramite cavi Ethernet), ho ottenuto una media di 950 Mbps dal cliente al server e una media di 920 Mbps dal server al cliente. Infine, poiché il router è dotato di una porta USB 3.0, ho deciso di testare le prestazioni di archiviazione utilizzando una cartella da 3 GB che conteneva file multimediali (ho disabilitato la funzione ‘Downgrade USB 3.0 per ridurre l’interferenza sulla funzione del segnale 2.4Ghz’). In questo modo, ho misurato una media di 22.1 MBps durante la scrittura della cartella e una media di 52.7 MBps durante la lettura della cartella.

La Configurazione e Il Software

Come il Synology RT2600ac, l’MR2200ac può essere configurato e monitorato utilizzando l’applicazione mobile dedicata (compatibile con iOS e Android OS) o utilizzando l’interfaccia basata sul Web (accessibile inserendo 192.168.1.1 da qualsiasi browser). Poiché Synology ha apportato alcune modifiche all’app, ho deciso di eseguire la procedura di configurazione iniziale dal mio dispositivo mobile e il primo passo è stato quello di scaricare e installare l’app, e di eseguire i passaggi guidati. Tra le pagine iniziali, Synology insiste sul fatto che non raccoglie i tuoi dati personali (verso la fine della procedura guidata di configurazione iniziale, sarai in grado di leggere un documento completo di divulgazione) e, subito dopo, sarai in grado di Configurare un nuovo router o Gestire qualsiasi router esistente: ho scelto il primo e mi è stato chiesto se dovessi consentire all’app del router DS di accedere alla posizione del dispositivo (così facendo, rileverà automaticamente il router).

synology-mr2200ac-

Quindi, ho selezionato il router Synology e, visto che tutto è andato bene con il processo di identificazione, ho potuto Configurare l’account amministratore (altrimenti, potrebbe essere necessario riavviare la procedura guidata di installazione).
Dopo, ho scelto il nome e la password dell’amministratore, oltre al nuovo SSID e passcode, ho selezionato Wireless Router (l’MR2200ac può anche essere configurato come Wireless Access Point) e, poiché ho una connessione PPPoE, ho inserito il nome e la password forniti dal mio ISP. Infine, ho potuto leggere l’informativa sulla privacy e l’EULA e selezionare Accetto per applicare le impostazioni. Successivamente, è possibile configurare il QuickConnect (una funzionalità che consente di configurare il router da qualsiasi parte del mondo in presenza di una connessione Internet) e aggiungere qualsiasi nuovo Punto Mesh (solo altri dispositivi MR2200ac possono essere aggiunti come punti Mesh a il momento).

synology-mr2200ac

L’interfaccia utente dell’applicazione ti accoglierà con la finestra Panoramica che comprende la sezione Rete e Uso. Sotto il primo, puoi vedere una rappresentazione grafica della rete: Internet (qui, puoi visualizzare le statistiche sulla connessione IPv4 e IPv6), il router (lo devi toccare per accendere o spegnere i LED o e attivare il processo di accoppiamento WPS), mentre a sinistra c’è la sezione Wi-Fi (con le impostazioni Guest e WiFi – include l’attivazione della Connessione smart) e, sotto, ci sono due icone, una per i clienti cablati e l’altra per il dispositivi wireless (toccando ognuno ti porterà al controllo del traffico (un elenco di tutti i dispositivi – ognuno con varie statistiche e che ti permette di impostare la priorità o aggiungerlo all’elenco Bannato) e la potenza del segnale (include anche la velocità di collegamento)).

Se tocchi l’icona del menu (le tre linee nell’angolo in alto a sinistra), sarà possibile vedere le altre sezioni disponibili che sono divise in tre: in primo luogo, c’è la Rete, dove si accede al WiFi e il Punto WiFi (puoi visualizzare lo stato del sistema WiFi, un elenco dei router che sono parte della rete mesh e una Mappa di Rete).

synology-mr2200ac
Successivamente, c’è la sezione Dispositivo che include il Safe Access (qui, puoi Aggiungere profili – adatti per un minore, adulto o appositamente configurato per la tua rete LAN o la rete Guest WiFi – e aggiungere dispositivi al nuovo profilo; puoi anche impostare un programma per l’accesso a Internet, una quota temporale, abilitare la ricerca sicura e selezionare un profilo Web Filter – puoi anche personalizzare il tuo profilo – Elenco blocchi e lista bianca), il Monitoraggio traffico (un feed live per il tuo traffico), il Controllo Traffico e il Wake on LAN (aggiungere dispositivi basati sull’indirizzo MAC). Infine, ci sono due aree nell’ultima sezione, una per la Sicurezza (il Port Forwarding, il Firewall e il Blocco IP) e l’altra per l’Aggiornamento del router.

Oltre all’applicazione mobile, Synology consente di configurare e monitorare l’MR2200ac utilizzando il sistema operativo SRM che, in un certo senso, può essere considerato molto di più della interfaccia utente del router usuale. Specificamente, l’UI ha un approccio di tipo Windows nella sua progettazione: la pagina principale ha un aspetto di tipo Desktop, con alcune icone a sinistra che, quando cliccate, richiamano finestre che possono essere spostate e ridotte al minimo, come faresti sul sistema operativo Windows. La prima icona aprirà la finestra Centro connessioni di rete, dove potrai vedere lo Stato della connessione Internet e le bande WiFi.

synology-mr2200ac

Poi c’è l’area Internet, dove puoi cambiare l’Interfaccia primaria, di fare una Configurazione manuale del server DNS o abilitare l’Ethernet ad efficienza energetica (Bassi Consumi); è inoltre possibile configurare la funzione Smart WAN che, in modo simile all’RT2600ac, consente a due collegamenti Internet simultanei di funzionare in modalità a doppio bilanciamento (le due connessioni a Internet si collegano tra loro e funzionano come una singola connessione) o come fail-over (nel caso in cui il link primario Internet non funziona, passerà automaticamente al collegamento secondario e, immediatamente dopo che il primo collegamento in rete va online, il router tornerà al collegamento principale). Inoltre, le impostazioni Internet includono anche la funzione QuickConnect (per l’accesso al di fuori della LAN), DDNS e 3G & 4G (utile se vuoi includere un dongle per l’accesso a Internet – può essere utilizzato come connessione WAN secondaria).

Sempre sotto il Centro connessioni di rete, c’è la funzione Invio Porta (include le impostazioni Invio Porta, Attivazione Porta e DMZ), la Rete Locale (include l’IPv6, le impostazioni per il Percorso Statico, IPTV e VoIP e i Clienti e la Prenotazione DHCP), il Controllo traffico (qui, puoi vedere e monitorare tutti i clienti connessi, nonché abilitare la funzione di Controllo del Traffico che funziona come un sistema QoS), la Sicurezza (include Migliorare la protezione contro gli attacchi caratterizzati da false richieste di accesso al sito, la Protezione DoS, la protezione Pass-through e altro ancora; ci sono anche le regole Firewall, le regole di Servizio e gli indirizzi IP nel Blocco Automatico) e la Modalità di funzionamento (Router Wireless o Punto di Accesso Wireless).

synology-mr2200ac

Oltre al Centro connessioni di rete, c’è la sezione Wi-Fi Connect in cui è possibile vedere lo Stato della rete WiFi (inclusa la Rete Ospite e qualsiasi Punto Wi-Fi), modificare le impostazioni Wireless (Wi-Fi e WPS, il primo consente di abilitare la funzione Connessione Smart e modificare le impostazioni avanzate per ogni banda – sotto il Livello di sicurezza, sarete in grado di selezionare lo standard di sicurezza WPA3 Personal ed Enterprise), visualizzare e configurare il Punto Wi-Fi, configurare la Rete Ospite (include un portale per gli ospiti, dove, analogamente ad alcuni punti di accesso di livello aziendale, come Ubiquiti UAP-AC-PRO, è possibile personalizzare una pagina di benvenuto del Portale Guest) e modificare il Filtro MAC.

La prossima sezione principale è il Pannello di Controllo, dove è possibile modificare le impostazioni Utente, le impostazioni di Archiviazione, configurare i Servizi File (Win / Mac, FTP e WebDAV), i Servizi (SSH, SNMP, NTP, Privilegi applicazione e Certificato), abilitare le Notifiche (include l’Email, SMS e il Servizio Push), configurare il Dispositivo (visualizzare Informazioni di Sistema, impostare i LED, aggiungere o rimuovere una Stampante di rete o impostare una Programmazione) e le impostazioni di Sistema (Aggiorna e Ripristina lo SRM, il Database di Sistema, le Opzioni regionali e altro). Una parte importante dell’interfaccia utente è il Centro Pacchetti che consente di installare qualsiasi funzionalità aggiuntiva che non è realmente necessaria per impostazione predefinita, ma può migliorare significativamente l’esperienza complessiva con MR2200ac.

synology-mr2200ac

I pacchetti includono il Safe Access (offre principalmente Controlli Parentali avanzati, ma include anche alcune funzioni di Sicurezza, come la Protezione della Rete, che è un ottimo modo per proteggere i dispositivi da minacce esterne – un’alternativa al Threat Prevention da RT2600ac), il server VPN Plus, la Stazione di Download, il Server DNS, la Stazione Cloud, il Server Multimediale e il Server RADIUS. Mentre mi piace il concetto ed i pacchetti offrono molto di più rispetto agli altri router consumer della concorrenza, ho notato che l’elenco è ancora breve. (Forse l’accesso da parte di sviluppatori di terze parti potrebbe aumentare il numero?)

Nella finestra Desktop rimane la Guida SRM e, per visitare più opzioni, è necessario fare clic sull’icona del menu dall’angolo in alto a sinistra: in questo modo, l’interfaccia utente mostrerà una nuova finestra contenendo il File Station (per qualsiasi unità USB collegato), il Log Centre, gli Strumenti di Rete (Ping, Traceroute e Wake on LAN), il Segnalatore Sicurezza (esegue la scansione del sistema e, se rileva eventuali vulnerabilità, mostrerà come li puoi risolvere) e il Centro di supporto.

La Conclusione

Quando Synology aveva solo due router wireless, avevo dubbi sul fatto che volesse veramente perseguire questo mercato, ma, con il rilascio di MR2200ac, sembra che Synology vuole davvero essere competitivo nel mercato dei router wireless. Ho ritestato recentemente l’RT2600ac per evidenziare le modifiche apportate da Synology per renderlo parte di una rete mesh, ma la star dello show è il tri-band MR2200ac, che fa un ottimo lavoro come router indipendente ed è un serio concorrente contro altri sistemi WiFi quando configurato come un nodo mesh (l’ho testato solo con l’RT2600ac e le prestazioni wireless sono stati pari a quelle del TP-Link Deco M9 Plus tri-band).

Inoltre, il sistema operativo SRM è, come sempre, un ottimo modo per interagire con tutte le funzionalità del router e dei pacchetti aggiuntivi e, nonostante siano disponibili solo pochi, ora sono molto più raffinati e avranno meno di un impatto sulla CPU. Detto questo, anche se ci sono già tanti sistemi WiFi sul mercato, Synology è riuscito a fornire un sistema WiFi stabile e relativamente potente (anche in una configurazione RT2200ac + MR2200ac), quindi vale la pena prenderlo in considerazione se sei nel mercato per questo tipo di dispositivo.

amazon

  • 7.5/10
    Il Design - 7.5/10
  • 8.8/10
    Il Segnale WiFi - 8.8/10
  • 8.5/10
    L'Accessibilità - 8.5/10
  • 9.3/10
    Facilità d'Uso - 9.3/10
  • 9.3/10
    Le Caratteristiche - 9.3/10
8.7/10
Sending
User Review
10/10 (1 vote)

Leave a Reply

Your email address will not be published.