Recensione Tayogo S2 Cuffie Conduzione Ossea

Gli auricolari senza fili sono attualmente il prodotto più in voga nel reparto audio, ma esiste un altro tipo di dispositivo più di nicchia che ultimamente sta guadagnando un po’ di trazione e si basa sulla conduttività ossea (anziché le orecchie) per farti “ascoltare” la musica. Più specificamente, il concetto dietro le cuffie a conduzione ossea è la dipendenza dalla zona temporo-mandibolare per inviare le vibrazioni verso l’orecchio interno, bypassando efficacemente il timpano. Per questo motivo, l’approccio alla conduzione ossea è stato un modo affidabile per le persone con problemi di udito di essere in grado di ascoltare musica senza danneggiare ulteriormente i timpani, ma i produttori hanno fatto un ulteriore passo avanti e hanno cercato di commercializzare questi dispositivi come mezzo per ascoltare la musica mentre rimanere consapevole del tuo ambiente o come un modo per evitare di riscaldare il condotto uditivo quando ti alleni.

tayogo-s2

Forse le cuffie a conduzione ossea più accessibile sul mercato sono le Tayogo S2 che promettono di offrire una buona riproduzione musicale, una durata della batteria di lunga durata e di essere molto confortevoli, ma, considerando che questa tecnologia è ancora agli inizi, è davvero un buona idea provare un dispositivo entry-level? È chiaramente un prodotto interessante con un concetto interessante dietro, ma un prezzo basso può significare una implementazione inferiore della tecnologia, quindi diamo un’occhiata più da vicino al Tayogo S2 e vediamo se vale la pena acquistarle o se è meglio andare con le soluzioni più costose.

La Qualità di Costruzione e Il Design

Se hai mai visto le cuffie a conduzione ossea Aftershokz Trekz Air (o l’ultimo Aeropex), Tayogo S2 ha un design simile, quindi abbiamo a che fare con un paio di cristalli piezoelettrici (di solito è quarzo e, per ragioni di prezzo, suppongo che sia quello che ha usato anche Tayogo) che si trovano all’interno della coppia di cilindri che verranno posizionati direttamente sulla zona temporo-mandibolare, vicino all’ingresso delle orecchie (suppongo anche che ci sono alcuni amplificatori sonori, altrimenti, la musica sarà molto superficiale e minuscola).

I due elementi cilindrici sono collegati a due archi che passeranno intorno alle orecchie, seguiti da un paio di pezzi di plastica abbastanza grandi (che ospitano il chip Bluetooth e l’hardware relativo ai pulsanti) e, infine, i due vengono collegati da un tubo gommoso abbastanza rigido. Sono chiaramente abbastanza simili a quegli auricolari Bluetooth per il fitness che avevano il filo attorno alla parte posteriore della testa (erano molto popolari prima che gli auricolari truly wireless hanno rubato lo spettacolo), ma una differenza significativa è l’elastico rigido che circonda la testa e si siede elevato.

tayogo-s2

Il motivo sembra essere quello di mantenere i due connettori premuti contro la zona temporo-mandibolare, ma, poiché non è regolabile, non sarà possibile indossare nulla sulla testa durante l’uso delle cuffie S2. A parte questo, il Tayogo S2 si sente ancora abbastanza a suo agio e penso che potrei usarli per un periodo di tempo prolungato, a seconda della durata della batteria. A proposito, il dispositivo è dotato di una batteria da 200 mAh, che, come afferma il produttore, dovrebbe durare per circa 6 ore (resta da testare). Poiché il Tayogo S2 non si affida agli altoparlanti tradizionali per trasmettere il suono, non troverai aperture in cui entri in contatto con la tua pelle e, invece, ci sono due cuscinetti in gomma morbida per garantire che non ci sia una pressione scomoda sulla faccia, senza impedire la trasmissione di vibrazioni verso l’orecchio interno. Sulla cima sinistra, c’è un pulsante MFB (pulsante multifunzione) abbastanza reattivo per mettere in pausa o riprodurre la musica, per rispondere / terminare una chiamata, nonché per mettere il dispositivo in modalità di accoppiamento dopo averlo acceso.

tayogo-s2

Ma il set principale di controlli si trova nella sezione destra delle cuffie, immediatamente dopo il gancio per l’orecchio: prima, c’è un piccolo foro con un LED nascosto al suo interno (lampeggerà in rosso e blu in attesa di essere accoppiato e lampeggerà lentamente in blu dopo che è stato collegato a un dispositivo mobile; quando c’è una chiamata in arrivo, il LED lampeggerà rapidamente in blu e, durante la ricarica, diventerà rosso fisso – quando è completamente carico, ma ancora collegato al caricabatterie, il LED diventerà blu fisso), seguito da un pulsante di Accensione / Spegnimento (lo devi tenere premuto per circa 3 secondi per accendere o spegnere le cuffie) e due pulsanti aggiuntivi, uno per aumentare il volume (inoltre, è possibile tenerlo premuto per andare alla traccia precedente) e l’altra per abbassare il volume (puoi anche tenerla premuta per passare alla traccia successiva). I pulsanti sono gommosi e facili da premere e non ho avuto problemi a identificare quello giusto mentre facevo jogging. Oltre ai pulsanti, c’è anche una porta micro-USB coperta da un piccolo pezzo di silicone per ricaricare la batteria – c’è un piccolo cavo USB all’interno della confezione.

Ho detto che ho trovato le cuffie Tayogo S2 comode e una parte del motivo è il peso che, a circa 30 grammi. Inoltre, Tayogo S2 è certificato IP55, quindi è per lo più protetto dall’ingresso di polvere e la custodia dovrebbe anche offrire protezione mentre piove (è stato testato con getti d’acqua diretti verso il dispositivo da qualsiasi angolazione), ma non è resistente all’acqua, né impermeabile, quindi non dovresti indossare le cuffie S2 mentre nuoti o fai la doccia.

tayogo-s2
Info: Il mio modello è una sfumatura di arancione (Tayogo dice che è rosso) con alcune sezioni nere, ma ci sono anche un paio di altri colori disponibili: blu e grigio.

La Connettività e La Qualità del Suono

Le cuffie Tayogo S2 a conduzione ossea utilizzano Bluetooth v5.0 per connettersi al dispositivo mobile e, in modo simile ad alcuni degli auricolari truly wireless che ho testato finora, la distanza massima fino a quando il segnale diventerà instabile era di circa 10 metri. Anche il processo di accoppiamento è lo stesso: accendi le cuffie, attendi fino a quando il LED inizia a lampeggiare in rosso e blu e quindi, dal dispositivo mobile, cerchi Tayogo S2 dall’elenco Bluetooth – questo è anche l’unico modo per vedere lo stato corrente della batteria.

Dal momento che queste non sono realmente cuffie in senso tradizionale, le vibrazioni viaggeranno direttamente verso l’orecchio interno evitando i timpani, quindi la qualità del suono non sarà mai buona come quella delle cuffie normale. Ma può andare peggio, perché le orecchie sono sempre aperte ai suoni ambientali, il che significa che le cuffie a conduzione ossea devono essere molto forti per contrastare il rumore ambientale e ciò può portare a conseguenze fastidiose.

tayogo-s2

Quando dico forti, intendo che le vibrazioni devono essere più intense (non ci sono altoparlanti) e, a un volume più alto (80% e oltre), il Tayogo S2 diventeranno scomode poiché le vibrazioni danno un effetto pizzicante sulla faccia. Quindi, idealmente, dovrebbe rimanere al di sotto del 70%, ma, in un ambiente rumoroso, sarà ovviamente fuori discussione. Ho usato Tayogo S2 in un bar rumoroso e mentre ero su una strada rumorosa (il suono era misurato a circa 70-75 dB in entrambi i casi) ed era necessario spingere il volume sopra il 70% usando un Google Pixel 2 XL, quindi è meglio usare queste cuffie in un ambiente più silenzioso (60-70dB o inferiore è l’ideale) – ovviamente, se non sei disturbato dal formicolio costante negli zigomi, allora sei libero di usarle indipendentemente dal suono ambientale. Per quanto riguarda la qualità del suono, le frequenze si distorcono un po’ considerando che l’osso non è adatto per ascoltare la musica, quindi non ci si avvicina al livello delle cuffie tradizionale.

Il suono sembra un po’ distante e né i bassi, né gli alti sono pronunciati, l’esperienza complessiva è simile all’ascolto della musica da un paio di altoparlanti a distanza. Ma vedo la loro utilità se sei in bicicletta e vuoi essere in grado di sentire il traffico o quando sei in palestra e non vuoi avere orecchie sudate e questo è stato il pubblico mirato, ma funzioneranno correttamente solo se è una strada o una palestra più tranquilla. Tayogo ha aggiunto due tappi per le orecchie nel pacchetto che presumibilmente miglioreranno la qualità del suono e, ovviamente, lo fanno, ma questo vanifica lo scopo commerciale del prodotto. Ecco perché penso che le persone che trarranno sicuramente il massimo da queste cuffie sono persone con timpani danneggiati, riacquistando la capacità di ascoltare la musica senza essere necessario ascoltarla a un livello pericoloso (quindi danneggiare ulteriormente i timpani) o una di ascoltare nuovamente i podcast o la musica in modalità stereo (se il danno è in un orecchio).

tayogo-s2

Vale la pena notare che c’è qualche perdita di suono, quindi le persone vicine a te possono sentire quello che stai ascoltando, ma sono stato piacevolmente sorpreso dalla qualità della chiamata. Non è stato il massimo da parte mia, poiché, ancora una volta, dipendeva fortemente dal rumore ambientale, ma dall’altra parte della chiamata, la persona ha detto che la mia voce era chiara, quasi indistinguibile da quando stavo usando il microfono del telefono. In termini di durata della batteria, Tayogo afferma che l’S2 dovrebbe durare 6 ore con una singola carica e questo è ciò che ho ottenuto quando il volume variava tra il 60-70 percento.

La Conclusione

L’intera premessa alla base delle cuffie Tayogo S2 è quella di consentire ai suoi utenti di essere consapevoli del loro ambiente e al contempo di ascoltare la loro musica o podcast preferiti (mentre si allenano o vanno in bicicletta) e funzionano bene, se fuori non è troppo rumoroso; in caso contrario, devi coprire le orecchie o lasciare che la tua faccia sarà pizzicata dalle alte vibrazioni. Oltre a ciò, ho scoperto che le cuffie S2 sono comode da usare e la durata della batteria è più che sufficiente, ma, se la qualità del suono è una priorità, dovresti evitare non solo il Tayogo S2, ma tutte le cuffie a conduzione ossea sul mercato, perché la tecnologia non è ancora lì (è vero che le cuffie Aftershokz sono un po’ migliore, ma considerando che i timpani sono progettati per vibrare correttamente invece degli zigomi, non sono del tutto sicuro se la tecnologia migliorerà mai per essere una alternativa decente alle cuffie o auricolari). Naturalmente, le persone con problemi di udito apprezzeranno sicuramente l’uso di queste cuffie e, anche per il resto del pubblico, se non hai bisogno di usarle in un ambiente rumoroso, allora dovresti assolutamente provarle.

Tayogo S2
  • 8/10
    Il Design - 8/10
  • 8.5/10
    La Facilità d'Uso - 8.5/10
  • 5.5/10
    Qualità del Suono - 5.5/10
  • 8/10
    Durata della Batteria - 8/10
  • 8.5/10
    L'Accessibilità - 8.5/10
7.7/10

Leave a Reply

Your email address will not be published.