Recensione xFyro ANC Pro

Gli xFyro ANC Pro sono la terza generazione di auricolari TWS rilasciati dal produttore e, considerando che la tecnologia di cancellazione attiva del rumore è già stata portata (con successo) su alcuni modelli entry-level, xFyro non ha voluto rimanere indietro. L’ANC Pro utilizza la suddetta tecnologia per limitare l’impatto del rumore ambientale sulla qualità del suono e c’è anche la modalità Trasparenza che amplifica leggermente il suono circostante, mentre la musica è ancora in riproduzione, quindi puoi essere consapevole di cosa sta succedendo intorno a te. L’implementazione ANC migliore finora che ho visto su un paio di auricolari abbastanza economici è stata sui Coumi Freedom Dots, quindi sono molto curioso di sapere come funziona su xFyro ANC Pro che sono circa tre volte più costosi.

xfyro-anc-pro

VEDI PRODOTTO SU: xfyro-logo

Inoltre, xFyro afferma che gli auricolari ANC Pro dovrebbero essere in grado di offrire fino a 10 ore di durata della batteria, il che è molto impressionante se vero: sia l’XS2 che l’Aria hanno buone prestazioni della batteria, il che significa che le aspettative sono piuttosto alte. xFyro si è allontanato dal design sperimentale delle generazioni di auricolari precedenti, quindi gli ANC Pro sono più vicini al design degli Apple AirPods. E so che molte persone preferiscono l’aspetto tradizionale degli auricolari, il che significa che xFyro ANC Pro non dovrebbe avere problemi a navigare tra la miriade di auricolari TWS disponibili. Ma sono riusciti a creare un dispositivo equilibrato e abbastanza interessante per giustificare il prezzo? Scopriamolo.

La Qualità di Costruzione e Il Design

Gli xFyro XS2 erano relativamente unici dal punto di vista del design, in particolare la custodia di ricarica e poi gli auricolari Aria hanno perfezionato un po’ il design per rimanere meglio nelle orecchie. Gli xFyro ANC Pro hanno preso una strada molto diversa e, invece della custodia a forma di pisello, gli auricolari sembrano più simili agli AirPods di Apple. Ciò significa che oltre alla sezione che si inserisce nell’orecchio, c’è un collo allungato che offre un punto di ancoraggio aggiuntivo per gli auricolari e può essere utilizzato per alcuni componenti interni (lasciando così più spazio per una batteria più grande). Ciò significa che non sono così compatti e infatti, ogni auricolare misura 4,1 x 2,7 cm, ma le dimensioni contano meno quando il dispositivo è comodo da indossare per lungo tempo.

xfyro-anc-pro

Gli xFyro ANC Pro sono molto leggeri e sembrano di non essere nell’orecchio (ho dovuto controllare un paio di volte se li ho ancora), quindi non irriteranno il condotto uditivo, soprattutto perché xFyro si affida alle aree sensibili al tocco, al posto del pulsante tradizionale. Quindi, sì, non dovrebbe essere un problema indossare ANC Pro per più di un paio d’ore alla volta, ma sconsiglio di indossarli quando sei all’aperto.
Questo è qualcosa che suggerisco con ogni marca che non ha aggiunto punte in silicone a gancio perché è molto facile che gli auricolari cadano e all’esterno è più difficile recuperarli che all’interno.

Inoltre, l’ANC Pro sembra che possa cadere in qualsiasi momento, ma, sorprendentemente, sono rimasti stoicamente mentre masticavo del cibo. All’interno della confezione, il produttore ha aggiunto altri due set di auricolari, quindi non hai davvero molto spazio per la regolazione, soprattutto perché una buona tenuta è molto importante per l’ANC. Detto questo, xFyro ha aggiunto un microfono dedicato all’ANC sul lato opposto degli auricolari e, si spera, sarebbe sufficiente per una buona prestazione: come riferimento, il Sony WH-1000XM3 utilizza molti più microfoni per le sue prestazioni stellari. C’è un altro microfono nella parte inferiore del collo allungato per le chiamate e nella parte superiore di ciascun auricolare c’è una luce a LED. Il LED funziona come su altre marche: lampeggia occasionalmente in blu quando è associato e alternerà tra blu e rosso quando xFyro ANC Pro è pronto per essere associato.

xfyro-anc-pro

L’area sensibile al tocco sul retro di ciascun auricolare può essere utilizzata per passare dalla modalità ANC alla modalità Trasparenza toccando e tenendo premuto l’auricolare destro per 2 secondi, ma ho notato che ogni volta che prendo l’ANC Pro dalla custodia, l’impostazione predefinita è sempre sulla modalità Trasparenza e questo è un po’ fastidioso. Se vuoi riprodurre o mettere in pausa una traccia, devi toccare due volte su qualsiasi auricolare e, per passare alla traccia successiva o precedente, dovrai toccare tre volte l’auricolare destro o sinistro. xFyro ha incluso il controllo del volume, che è fantastico e, per alzare il volume, è sufficiente toccare l’auricolare destro; per abbassare il volume, tocca una volta sull’auricolare sinistro, quindi è molto intuitivo.

Ho notato che il produttore ha incluso la stessa modalità di gioco del Naenka Lite Pro o del Redmi Airdots S e, per abilitarlo, devi toccare quattro volte l’auricolare sinistro. Per rispondere o terminare una chiamata, tocca due volte su qualsiasi auricolare e per rifiutarlo, tocca e tieni premuta l’area sensibile al tocco di uno dei due auricolari ANC Pro.
Gli auricolari xFyro ANC Pro sono dotati di una piccola custodia di ricarica ricoperta da una finitura nera opaca (anche gli auricolari TWS sono neri) e, come previsto, assomiglia alla custodia di ricarica degli AirPods, sfoggiando anche quel piccolo LED sul davanti. Ma c’è anche un pulsante circolare che puoi premere e tenere premuto per dieci secondi per rimuovere qualsiasi abbinamento precedente dalla memoria (ovviamente, dovrai inserire gli auricolari mentre lo fai).

xfyro-anc-pro

Ci sono un paio di cose leggermente fastidiose, la prima è la cerniera della custodia che si sposta leggermente da un lato all’altro e questo è successo su due modelli xFyro ANC Pro. Il secondo aspetto fastidioso è il modo in cui gli auricolari devono essere estratti dalla custodia: poiché la plastica è ricoperta da una finitura opaca, non è così facile ottenere una presa adeguata e, a seconda delle dita, potresti non essere in grado di prendere facilmente gli auricolari dalla custodia di ricarica. La buona notizia è che xFyro ha aggiunto una porta USB-C nella parte inferiore della custodia.
Info: Gli auricolari sono classificati IPX5, il che significa che il sudore e un po’ di pioggia leggera non li danneggeranno, ma non è consigliabile fare la doccia mentre si indossa l’ANC Pro.

L’Hardware Interno e la Connettività

xFyro afferma che ANC Pro utilizza driver in grafene da 7 mm, che non sono i più grandi che abbia mai visto su un paio di auricolari, ma ripeto, questo non dovrebbe avere un impatto sulla qualità del suono. La messa a punto è l’aspetto più importante, non la dimensione dei driver. Allo stesso tempo, un driver più grande può significare un volume più alto e, in alcuni casi, un suono più pieno. Quindi, vale la pena ricordare che gli xFyro ANC Pro non sono gli auricolari più rumorosi che ho testato finora, anche con ANC attivato. Inoltre, il produttore ha mantenuto il Bluetooth v5.0 e non è una cattiva decisione poiché la portata non differisce molto tra le ultime generazioni di Bluetooth (fino alla v4.2) – lo stesso massimo di 9-10 metri prima che la connessione diventa instabile.

xfyro-anc-pro

Può fare la differenza in termini di larghezza di banda, ma non c’è supporto per formati di file di fascia più alta, quindi non importa. L’ANC Pro supporta AAC, come si può vedere dopo l’associazione con un telefono che supporta questo codec, ma mi sarebbe piaciuto vedere la compatibilità con aptX.

La Qualità del Suono

Prima di dare un’occhiata ad alcune canzoni e vedere come vengono resi i bassi, i medi e gli alti, approfondiamo un po’ i “test più tecnici” che possono essere eseguiti su ANC Pro. Il primo controlla la qualità del driver riproducendo un tono ampio e, idealmente, non dovresti sentire alcun ronzio. La buona notizia è che l’ANC Pro si è comportato davvero bene in questo senso, poiché non ho sentito quasi nessun ronzio (solo uno molto debole, che lo mette al di sopra della maggior parte degli auricolari che ho testato, inclusi i precedenti modelli xFyro). Il secondo test controlla la risposta in frequenza del driver e il suono dovrebbe essere dritto al centro.

La maggior parte degli auricolari non ha problemi a superare questo test, così come l’xFyro ANC Pro, ma ho avuto la sorpresa di vedere che un paio di cuffie di Bluedio (il T7 Plus) è effettivamente riuscito a fallire questo test.

xfyro-anc-pro
Infine, mi piace ascoltare il sound stage 3D che viene creato utilizzando una canzone binaurale registrata da alcuni cantanti professionisti. Potrei dire che la posizione di ogni persona e gli strumenti erano adeguatamente differenziati, ma il suono sembrava un po’ affollato, quindi sono interessato a vedere come questo si traduce nell’effettiva performance sonora. Prima di andare avanti, devo dire che hai solo due modalità e non c’è modo di ascoltare le canzoni senza l’una o l’altra. Ovviamente sto parlando della modalità ANC e della modalità Trasparenza.

La Modalità ANC Attiva

La tecnologia di cancellazione attiva del rumore è complicata sui piccoli auricolari TWS a causa delle dimensioni, quindi dello spazio limitato per i microfoni, ma ci sono implementazioni di successo su alcuni modelli più costosi di Sony e anche gli AirPod funzionano benissimo in questo senso a causa del budget. Allo stesso tempo, ho recentemente testato un paio di auricolari che, al momento della stesura, costavano meno di 50 dollari e funzionano bene. Questo è sui Coumi Freedom Dots e no, non era perfetto, dal momento che c’è sempre un leggero sibilo, ma questi auricolari annullano correttamente il rumore ambientale.

E la qualità del suono è molto buona non a causa di un livello di sintonizzazione audiofilo, ma perché ANC ha contribuito a creare un suono più pieno, mentre il piccolo auricolare ti porterebbe sempre fuori dall’immersione a causa del rumore esterno che si insinua. L’xFyro ANC Pro utilizza un singolo microfono, quindi, fin dall’inizio, chiaramente non sarà in grado di cancellare così tanto rumore ambientale. Ma, quando l’ANC è attivo, non c’è sibilo e non sembra avere un impatto notevole sulla qualità del suono, come è successo con il Bluedio T7 Plus.
Inoltre, annulla un po’ di rumore, ma solo quelli a frequenza molto bassa, quindi, se speravi di entrare in un bar e di essere completamente immerso nel suono, non accadrà.

xfyro-anc-pro

Ora, per quanto riguarda la qualità del suono in sé, è come previsto per un mid-range e forse un po’ più vicino alle prestazioni che di solito si vedono sugli auricolari TWS che costano da qualche parte nelle vicinanze di $50. I bassi sono abbastanza riprodotti, con una buona differenziazione strumentale, ma c’è una percettibile mancanza di profondità e mi è mancata la pienezza che potevo sentire con le mie cuffie Sony e anche con i suddetti auricolari Coumi. I medi e gli alti sono un po’ migliori e la scena sonora era buona, quindi, nel complesso, i bassi, in generale, sono riprodotti correttamente, ma mancano di pienezza. I medi erano chiari, ma un po’ piatti: mi sarebbe piaciuto che fossero più colorati. E gli alti avevano una buona differenziazione degli strumenti, ma allo stesso tempo il suono diventava un po’ affollato quando più strumenti entravano sul palco.

La Modalità Trasparenza

La modalità Trasparenza è la modalità predefinita che avrai abilitato quando prendi gli auricolari dalla custodia di ricarica e può creare confusione per la maggior parte delle persone perché alcuni dei suoni esterni vengono amplificati, causando un sibilo. Inizialmente pensavo che questo fosse ANC e che xFyro avesse sbagliato qualcosa, ma no, dopo aver abilitato ANC, tutto è diventato relativamente silenzioso e potevo ascoltare le canzoni in pace. Il produttore afferma che utilizza l’intelligenza artificiale per selezionare dinamicamente i suoni che gli auricolari ritengono importanti, ignorando quelli che non lo sono.

xfyro-anc-pro

Presumo che sia una certa frequenza di suoni, come persone che parlano o macchine che passano, ma nella mia esperienza, c’era un notevole strato di sibilo. E, sì, alcuni suoni sono stati leggermente amplificati, ma potrei semplicemente togliere l’auricolare dall’orecchio e ascoltare correttamente cosa sta succedendo, soprattutto perché devo toccare l’area esterna sull’auricolare per abilitare questa modalità.
Per quanto riguarda la qualità del suono, è più o meno la stessa dell’ANC attivo, ma solo con un sibilo in sottofondo e occasionalmente un rumore improvviso più forte. Quindi, se vuoi usare questa modalità, fallo solo per un breve periodo di tempo (come quando c’è un annuncio, ma vuoi comunque ascoltare la tua canzone preferita) e poi torna alla modalità ANC.

La modalità di gioco

Come ho detto prima, questa è essenzialmente la stessa tecnologia implementata sia su Naenka Lite Pro (che ho testato alcuni mesi fa) e il suo ruolo è quello di ridurre al minimo il ritardo tra il video o il gioco e il suono che si sente negli auricolari. Non ho notato un ritardo notevole tra l’audio e il video su YouTube, ma, dato che gioco spesso su Stadia (in primo luogo, perché è un modo conveniente per giocare ai giochi veri e propri su dispositivi mobili e in secondo luogo perché il mercato delle GPU è attualmente folle), ho visto un po’ di ritardo del suono di tanto in tanto. Ho notato qualche miglioramento usando questa modalità, ma, come ho visto su Naenka Lite Pro, otterrai una durata della batteria inferiore abilitandola (un taglio di circa il 30%).

La durata della batteria

xfyro-anc-pro

xFyro afferma che gli auricolari possono durare fino a 10 ore con una singola carica, ma, nei miei test, con ANC attivo, sono durati solo 4 ore e 20 minuti. La modalità Trasparenza aggiungerà circa un’ora in più, ma è ancora circa la metà dell’importo pubblicizzato. Forse c’è un modo per non utilizzare nessuna delle due modalità, che potrebbe fornire una migliore durata della batteria, ma non ho ancora trovato un modo per farlo. Passare dallo 0 al 100% ha richiesto circa un’ora e 15 minuti, il che è un ottimo risultato.

La Conclusione

Il tasso di adozione delle nuove tecnologie sugli auricolari TWS entry-level e di fascia media è incredibile e ho già visto alcune implementazioni di grande successo di ANC su dispositivi che costano meno di 50 dollari. Penso che se xFyro ANC Pro si fosse preso un po’ più di rischi, avrebbe potuto prendere la battaglia con alcuni dei migliori auricolari ANC sul mercato. Ma, nel suo stato attuale, è un discreto mid-ranger, che offre una buona implementazione ANC, una durata della batteria accettabile (sì, non andrà a 10 ore, ma 4-5 ore è ancora decente) e, mentre la qualità del suono non era incredibile e lontano dal livello audiofilo, andava comunque bene per la musica mainstream. Allo stesso tempo, gli auricolari TWS entry-level stanno iniziando a raggiungere non solo i la fascia media, ma alcuni sono in grado di confrontarsi con dispositivi che costano molto al di sopra dei 100 dollari. Quindi sì, spero che xFyro faccia un po’ di più sulla prossima generazione di auricolari TWS e forse renderà il prezzo un po’ più competitivo.

xFyro ANC Pro
  • 7.8/10
    Il Design - 7.8/10
  • 9/10
    La Facilità d'Uso - 9/10
  • 7.5/10
    Qualità del Suono - 7.5/10
  • 7.8/10
    Durata della Batteria - 7.8/10
  • 7/10
    L'Accessibilità - 7/10
7.8/10

Leave a Reply

Your email address will not be published.