Recensione Zyxel NAP303 (Access Point)

Zyxel NAP303 fa parte della serie Nebula Access Point (NAP), in grado di gestire un gran numero di clienti, offrendo un’esperienza wireless ottimizzata grazie al bilanciamento del carico (Load Balancing), alla selezione dinamica dei canali (DCS) e alla guida intelligente del cliente (Smart Client Steering) e, utilizzando la tecnologia Smart Antenna, regola i modelli di trasmissione del segnale per garantire che l’interferenza sia ridotta al minimo indipendentemente dall’ambiente. A differenza dei punti di accesso wireless stand-alone, lo Zyxel NAP303 è in grado di essere configurato e monitorato da remoto insieme a più altri punti di accesso (nonché a più switch e gateway) utilizzando la Nebula Control Center ma, rispetto ai punti di accesso NebulaFlex, come il NWA1123-AC HD, il NAP303 ha un’interfaccia utente autonoma molto limitata, quindi, se non sei interessato a utilizzare il software di gestione del Cloud, la serie NebulaFlex potrebbe essere più adatta alle tue esigenze.

zyxel-nap303-access-point

amazon

Anche se dal punto di vista estetico, il punto di accesso wireless NAP303 è praticamente identico al WAC6503D-S ed è molto simile al NWA1123-AC PRO, ci sono alcune differenze fondamentali in termini sia di hardware interno che di prestazioni (il NAP303 ha di meno corrente PoE e un throughput massimo della WLAN migliore rispetto al WAC6503D-S e ha sei antenne intelligenti integrate anziché l’antenna interna a doppia ottimizzazione dell’NWA1123-AC PRO). Detto questo, diamo un’occhiata più da vicino e vediamo quanto può essere versatile la gestione di Nebula Cloud quando si utilizza lo Zyxel NAP303 insieme ad altri dispositivi Zyxel e se una soluzione solo su Cloud è migliore della gestione locale.

Il Design

La combinazione gateway + punto di accesso è più comune in un’azienda o negli uffici PMI che all’interno di una casa principalmente per comodità (due dispositivi anziché uno – il router wireless), le funzionalità avanzate o a causa del costo generalmente più elevato, ma una soluzione decentralizzata è sempre stata l’opzione migliore poiché è più semplice aggiornare le parti che sono state vecchie o semplicemente rotte.

zyxel-nap303-access-point

Ciò significa che il design del punto di accesso può essere considerato più industriale, ma per fortuna, il suo posto è di solito sul soffitto o sul muro, quindi una custodia bianca minimalista è l’opzione generalmente preferita. Lo Zyxel NAP303 condivide lo stesso design con il WAC6503D-S, il che significa che entrambi hanno un corpo esagonale relativamente grande interamente coperto da una finitura opaca bianca e, analogamente al NWA1123-AC HD, il lato inferiore è realizzato in una lega di zinco, mentre la parte superiore è fata in plastica dura. Quando ho testato lo Zyxel NWA1123-AC HD, ho scoperto che è uno dei più grandi punti di accesso disponibili (se posizionato accanto a Ubiquiti UAP-AC-PRO o Open Mesh A60), ma il NAP303 è in realtà un po’ più grande: misura 23.6 x 22.7 x 6.2 centimetri.

Nonostante le sue dimensioni, l’access point si adatta al resto della stanza quando è montato a parete o sul soffitto (il produttore ha incluso un kit di montaggio all’interno della confezione che include un paio di viti e una staffa rettangolare). Se si desidera mantenere l’AP a terra, Zyxel ha incluso quattro piedini circolari in silicone che si possono aggiungere nelle aree designate dalla parte inferiore del dispositivo, il che dovrebbe garantire che non si muova sulla scrivania (il peso aiuterà un po’ in questo reparto – pesa 982 grammi). Sulla parte superiore del dispositivo, c’è uno canale circolare stretto con molte aperture di ventilazione per aiutare a tenere sotto controllo la temperatura interna. L’NWA1123-AC-HD si affida esclusivamente alla lega di zinco per mantenersi fresco ed ha funzionato in modo fantastico durante l’autunno, ma dopo l’estate, ci sono alcuni punti più caldi sul fondo, qualcosa che non accade sul NAP303 che è stato diventato solo leggermente caldo anche se sottoposto a stress.

zyxel-nap303-access-point

Sulla parte superiore del dispositivo, sotto il logo Zyxel e all’interno del canale circolare, ci sono sette indicatori LED per mostrare lo stato del sistema: da sinistra, c’è l’indicatore di alimentazione (il verde fisso indica che il punto di accesso è pronto per l’uso e il rosso fisso indica che si è verificato un errore di sistema; il rosso lampeggiante lento indica che l’AP si sta avviando, ma se lampeggia velocemente, il dispositivo è in fase di aggiornamento del firmware), il LED di gestione (se è verde fisso, quindi il dispositivo è gestito da NCC, ma, se lampeggia lentamente in verde, è collegato all’NCC, ma non ancora registrato; un LED giallo lampeggiante lento indica che l’access point sta cercando l’NCC), i LED per la rete WLAN 2.4 GHz e la rete WLAN 5 GHz (se il LED è acceso significa che la WLAN è attiva), il LED Uplink (il LED diventerà giallo se la connessione viene effettuata a meno di 1 Gbps e diventerà verde se viene effettuata a 1 Gbps; il LED lampeggerà quando l’AP sta trasmettendo dati), il LED LAN (funziona in modo simile al LED Uplink) ed il LED di Localizzazione (lampeggerà in bianco per aiutarti a individuare il punto di accesso, utile se hai distribuito più di uno di questi dispositivi).

Troverò sempre che i LED molteplici sono il modo migliore e più intuitivo di mostrare lo stato di un’access point invece di solo un indicatore LED che lampeggia un colore specifico (che può significare qualsiasi cosa).

zyxel-nap303-access-point
Nella parte inferiore del punto di accesso, oltre ai quattro piedi e alle aree di montaggio, è presente un’area intagliata in cui è possibile trovare il connettore di alimentazione CC da 12 V (se non si desidera utilizzare un interruttore PoE, il cavo di alimentazione non è fornito nel pacchetto), una porta Uplink (utilizzare questa porta per collegare l’AP a uno switch PoE – supporta gli standard PoE 802.3at/af), una porta LAN1 (utile se vuoi connettere qualsiasi dispositivo tramite cavo direttamente all’AP), una porta console seriale RJ-45 (per eseguire un’emulazione di terminale), un pulsante di ripristino incassato (tenere premuto per circa 10 secondi, fino a quando il LED di accensione inizia a lampeggiare per ritornare il dispositivo alle impostazioni predefinite di fabbrica) e un vite di messa a terra.

L’Hardware

Dopo aver aperto il dispositivo, ho potuto immediatamente notare le strane antenne posizionate sulla PCB superiore e, dopo ulteriori indagini, sembra che l’hardware interno del NAP303 sia identico al WAC6503D-S (come FCC ID  sembra suggerire), quindi non ho dovuto passare il fastidio di scollegare i due PCB e rimuovere il radiatore (che sono quasi sicuro sia saldato al PCB inferiore).

zyxel-nap303-access-point

In questo modo, potrei identificare uno switch Gigabit Qualcomm Atheros QCA8334-AL3C E56548-2B L2, 128 MB DRAM Nanya 1402 NT5TU64M16HG-AC, un SoC Qualcomm Atheros QCA9558-AT4A WLAN 802.11n, un SoC Qualcomm Atheros QCA9880-BR4A WLAN 802.11a/b/g/n/ac e un semiconduttore reticolare LCMX02-256HC 4TG100C.

zyxel-nap303-access-point

Lo Zyxel NAP303 è un punto di accesso wireless AC1750, quindi presenta una velocità di trasferimento di dati teorica massima di 450 Mbps sulla radio a 2.4 GHz e una velocità di trasferimento di dati teorica massima di 1,300 Mbps sulla banda radio a 5 GHz.

Le Prestazioni

Una delle più interessanti funzionalità dello Zyxel NAP303 è la tecnologia Smart Mesh che è simile alla tecnologia mesh implementata sui nuovi sistemi WiFi (come Google WiFi o TP-Link Deco M9 Plus). In particolare, lo Smart Mesh garantisce la possibilità di interconnessione di più punti di accesso wireless (con il solo requisito che uno di essi sarà connesso al modem) per creare percorsi ottimizzati per i dati in base alla potenza del segnale, al numero di clienti connessi e altro. Inoltre, garantisce che anche se un nodo (AP) non funziona, i dati raggiungeranno comunque alla destinazione utilizzando qualsiasi nodo immediatamente disponibile. Anche se tecnicamente è possibile interconnettere un gran numero di punti di accesso, il numero massimo consigliato di salti è due perché la larghezza di banda sarà limitata a causa del traffico di backhaul che, una volta accumulato, può rendere il sistema inutilizzabile.

zyxel-nap303-access-point

Questa tecnologia è utile se si intende coprire un sito più grande con più di un punto di accesso e la capacità di spostarsi senza interruzioni da un nodo all’altro è sicuramente una necessità, quindi, per garantire che i clienti ottengano la massima potenza del segnale e il migliore throughput, il punto di accesso si basa sull’Antenna Intelligente (Smart Antenna) che regola costantemente il modello radio per ogni connessione tra il cliente e l’AP. In questo modo, le interferenze sono ridotte al minimo e la copertura è migliore (poiché, per evitare qualsiasi interferenza, altri dispositivi ridurranno la potenza, quindi la copertura ne risentirà). A differenza di MU-MIMO e BeamForming, la funzione Smart Antenna non richiede clienti compatibili, quindi funzionerà con qualsiasi tipo di dispositivo collegato. Inoltre, il NAP303 utilizza la Selezione Dinamica dei Canali (DCS) per mantenere al minimo le interferenze modificando automaticamente il canale quando necessario (il che significa che più AP non trasmettono sullo stesso canale).

C’è anche lo Smart Client Steering che assicura che una banda radio non sia congestionata (di solito è il caso della banda radio da 2.4 GHz) e la pre-autenticazione di roaming veloce (802.11r) che assicura che l’handshake tra il punto di accesso e il dispositivo cliente viene fatto prima che l’utente inizi a eseguire il roaming da un nodo all’altro (funzionerà solo con clienti compatibili). Un’altra caratteristica interessante implementata sul NAP303 è la tecnologia AC WAVE 2 MU-MIMO (Multi-Output Multi-Input Multi-Utente) che assicura che sia possibile collegare più dispositivi al punto di accesso che verranno serviti contemporaneamente invece di competere per la larghezza di banda – analogamente al Fast Roaming, funziona solo con clienti che hanno adattatori WiFi compatibili e anche così, per sfruttare appieno questa funzionalità, deve essere compatibile MU-MIMO 3×3:3 (sfortunatamente, la maggior parte dei clienti MU-MIMO sono solo 1×1 o 2×2).

zyxel-nap303-access-point

Per testare le prestazioni wireless di Zyxel NAP303, ho preso due computer, uno sarà collegato direttamente al punto di accesso tramite un cavo Ethernet (il server) e l’altro computer si connetterà all’AP tramite WiFi e funzionerebbe come cliente (è dotato dell’adattatore WiFi ASUS PCE-AC88). Innanzitutto, ho collegato entrambi i computer alla rete a 5 GHz e, dal cliente al server, ho misurato una media di 537 Mbps quando la distanza tra l’AP e il cliente è stata di circa 1.5 metri; a 5 metri, ho misurato una media di 522 Mbps e, a 10 metri, la velocità effettiva è stata di 258 Mbps. Dal server al cliente, ho misurato in media 308 Mbps a 1.5 metri, mentre a 5 metri, la velocità è scesa a 295 Mbps; a 10 metri, ho misurato una media di 170 Mbps.

zyxel-nap303-access-point

Successivamente, ho passato il cliente alla rete WiFi a 2.4 GHz e, dal cliente al server, ho misurato una media di 173 Mbps a circa 1.5 metri; a 5 metri, ho misurato un throughput medio di 154 Mbps e, a 10 metri, una media di 129 Mbps.  Dal server al cliente, ho misurato una media di 117 Mbps a 1.5 metri, una media di 112 Mbps a 5 metri e circa 103 Mbps a 10 metri.

zyxel-nap303-access-point

Nel passaggio successivo, ho deciso di collegare il punto di accesso a un cliente che era dotato di un adattatore WiFi Intel 8265 2×2. In questo modo, sulla banda 5 GHz, a 1.5 metri e dal cliente al server, ho misurato circa 461 Mbps; a 5 metri, ho ottenuto una media di 380 Mbps e, a 10 metri, una media di 168 Mbps. Dal server al cliente, ho misurato un throughput medio di 314 Mbps a 1.5 metri e 259 Mbps a 5 metri; a 10 metri, la velocità è scesa a soli 117 Mbps. Sfortunatamente, l’NWA1123-AC HD non è ancora stato aggiunto all’elenco supportato, quindi non ho potuto davvero testarlo insieme al NAP303 in una rete mesh (quando Zyxel lo aggiunge, testerò anche la funzione Smart Mesh).

zyxel-nap303-access-point

Il Software

Proprio come il Linksys LAPAC1750C, lo Zyxel NAP303 è stato creato per essere integrato immediatamente nel controller Cloud e puoi registrare il dispositivo tramite l’interfaccia basata sul web o utilizzando l’applicazione Nebula (compatibile con il sistema operativo iOS e Android), ma cosa succede se vuoi ancora utilizzarlo al di fuori della Nebula Cloud? In questo caso, dopo aver eseguito correttamente l’installazione dell’hardware (devi utilizzare un cavo Ethernet per connettersi alla porta LAN e a un computer e un altro cavo Ethernet per collegare l’AP a uno switch PoE (ho usato un NSW100-10HP); in alternativa, puoi anche alimentare il dispositivo usando un adattatore DC o un iniettore PoE), devi identificare l’indirizzo IP del NAP303 e ci sono diversi modi per farlo.

Puoi andare all’elenco dei clienti del router (se usi un gateway NSG50, lo troverai in Gateway > Clienti) oppure puoi utilizzare l’utilità ZON per rilevare tutti i dispositivi Zyxel collegati: nel caso in cui NAP303 abbia lo stesso IP indirizzo al router (di solito nel caso in cui l’IP sia statico), l’utilità ti consentirà di modificare l’IP in DHCP (devi selezionare NAP303 e fare clic sull’IP Config). Dopo aver ottenuto l’indirizzo IP (ed è diverso dal 192.168.1.1), lo devi inserire nell’URL di un browser Web e accedere all’interfaccia utente autonoma (devi utilizzare admin e 1234 come nome utente e password).

zyxel-nap303-wireless-access-point

Quando ho testato il gateway Zyxel NSG50 e l’NSW100-10P, ho visto lo stesso tipo di interfaccia utente basica e nel caso del NAP303, a sinistra, c’è un menu con due sezioni principali, uno è il Cruscotto (Dashboard) e l’altro è la Configurazione. Il Cruscotto mostra le informazioni dell’AP (varie statistiche sul dispositivo), mentre in Configurazione è possibile impostare l’IP (statico, DHCP o proxy) o configurare la VLAN (l’ID VLAN di gestione + la possibilità di scegliere tra Senza Tag e Taggato). E questo è tutto ciò che puoi fare utilizzando l’interfaccia standalone, quindi registriamo il NAP303 nel Nebula Control Center. Per fare ciò, ho deciso di utilizzare l’app Nebula e, dopo aver effettuato l’accesso al mio account, ho potuto vedere l’interfaccia utente principale, da cui ho dovuto fare clic sul pulsante verde Più (se non si dispone di un account, è necessario crearne uno e aggiungere una nuova organizzazione e sito).

Dopo aver premuto il pulsante Più, verrà mostrata la finestra Aggiungi nuovo dispositivo (al sito corrente) in cui dovrai cercare il codice QR dalla parte inferiore del punto di accesso. Dopodiché devi premere ‘Done’ e dopo alcuni secondi, il NAP303 dovrebbe ora far parte del Nebula Control Center. In questo modo, sarà possibile visualizzare lo stato dell’AP sulla Dashboard, nonché il numero di clienti AP e le Applicazioni Principali.

zyxel-nap303-wireless-access-point

Se scorri verso la Dashboard AP, sarai in grado di vedere i Top 5 AP, i 3 SSID principali e i Top 3 clienti. Se tocchi sullo Stato AP, verrà mostrato un elenco dei punti di accesso collegati e se fai clic sul nome, verranno visualizzate alcune informazioni dettagliate del dispositivo. Sempre nello Stato AP, se tocchi i Clienti AP, puoi vedere un elenco di tutti i dispositivi cliente collegati: se fai clic su uno di essi, ti porterà alla pagina Dettagli, dove puoi vedere informazioni più dettagliate sul cliente e puoi Applicare un Criterio specifico (può essere Normale, Autorizzato/Whitelisted o Bloccato). L’app Nebula offre anche la possibilità di modificare le impostazioni WiFi, dove è possibile configurare gli SSID per tutti gli AP connessi (incluso l’utilizzo del Captive Portal).

zyxel-nap303-wireless-access-point

L’app Nebula è un ottimo strumento per la configurazione di base, ma il vero monitoraggio e la gestione possono essere effettuati solo dall’interfaccia web a cui è possibile accedere andando su https://nebula.zyxel.com (inserirla nell’URL sezione). Se non hai aggiunto il NAP303 usando l’app Nebula, puoi farlo nel Nebula Control Center e tutto ciò che devi fare è andare nella sezione Organizzazione e selezionare Inventario dal menu (farà parte del gruppo Configura). Successivamente, fai clic su Registra +, aggiungi il numero di serie e l’indirizzo MAC e, infine, non dimenticare di aggiungere il dispositivo appena registrato al Sito (c’è un piccolo pulsante “Aggiungi a” sulla sinistra).

zyxel-nap303-wireless-access-point

Quando accedi all’interfaccia utente, la prima finestra che vedrai è la Dashboard (Site-Wide), in cui sono presenti blocchi dedicati per ogni tipo di dispositivo, il primo è l’AP (che include il numero di punti di accesso totali, quelli che sono online e il Caricamento Pesante), seguiti dalle sezioni Switch e Gateway, mentre sotto, c’è il blocco AP Client (che mostra il numero totale di Clienti online) e la PoE Power (la potenza assorbita totale dai punti di accesso + il budget PoE disponibile) – a destra, è possibile visualizzare il Riepilogo del Traffico con l’utilizzo di Internet e le principali applicazioni. Per accedere all’area AP, puoi selezionarla dal menu in alto o fare clic direttamente sul blocco AP dalla Dashboard: ti porterà al Rapporto di Riepilogo (Summary Report – parte del gruppo Monitor) dove puoi vedere varie statistiche (tra cui l’utilizzo e l’SSID principali). Se hai familiarità con altri controller di rete, puoi vedere che Zyxel ha adottato un approccio diverso e invece di aprire piccole finestre aggiuntive per ulteriori informazioni e configurazione in modo modulare (come nel caso di Ubiquiti UniFi e Open Mesh Cloudtrax), ti porta semplicemente in una nuova sezione dell’interfaccia utente.

Detto questo, sempre sotto Monitoraggio (Monitor), puoi vedere un elenco di tutti i punti di accesso wireless registrati e facendo clic su uno di essi, ti mostrerà più informazioni sul dispositivo, la sua posizione sulla Mappa (utile se hai i tuoi dispositivi distribuiti in più posizioni) e Zyxel ha anche aggiunto alcuni strumenti Live per aiutarti a vedere il traffico in tempo reale, eseguire il ping di un indirizzo IP, eseguire test Traceroute, riavviare il punto di accesso o avviare il LED di Localizzazione (lampeggerà per aiutarti trovare il dispositivo).

zyxel-nap303-wireless-access-point

Sempre sotto Monitoraggio, c’è l’area AP, dove puoi trovare un elenco di tutti i clienti connessi (fai clic su uno di essi per visualizzare più informazioni e vedere la posizione sulla mappa – puoi anche eseguire il ping), il Registro degli Eventi che ti mostrerà tutti gli eventi accaduti entro un certo periodo di tempo, il Rapporto di Riepilogo (Summary Report) e lo stato Wireless che, al momento è in versione beta, ma mostra alcune informazioni uniche: un grafico per mostrare la panoramica dello stato della connessione wireless dell’AP (qui puoi abilitare anche l’ottimizzazione automatica DCS 5G e 2.4G in caso di troppi errori di connessione) e un grafico per mostrare la panoramica dello stato della connessione dei clienti (include la possibilità di ottimizzare automaticamente la connessione dei clienti). Il gruppo Configura ti consente di impostare gli SSID globali: quando ho testato lo Zyxel NWA1123-AC HD, ho creato due SSID separati, ognuno con le proprie impostazioni e, dopo aver aggiunto il NAP303 al Nebula Control Center, la configurazione è stata immediatamente applicata al nuovo AP.

zyxel-nap303-wireless-access-point

Sotto gli SSID, c’è la Pianificazione SSID e l’Autenticazione, dove è possibile regolare vari aspetti di ciascun SSID, come ad esempio la Visibilità, il tipo di sicurezza WLAN (non lasciarlo Aperto se ti interessa la sicurezza della tua rete – qui è possibile abilitare il Fast Roaming 802.11r), il Captive Portal (l’utente può visualizzare e concordare il Captive Portal per accedere alla rete o utilizzare l’autenticazione del Cloud Nebula, il server RADIUS, Facebook o Facebook WiFi), abilitare il Roaming Assistito 802.11k/v (funzionerà solo con clienti compatibili), l’U-APSD (una funzione QoS che è molto utile per risparmiare energia per qualsiasi cliente alimentato a batteria), il Walled Garden, l’Isolamento di Livello 2 (impedisce ai clienti non elencati di comunicare con altri clienti connessi) e il blocco del traffico Intra-BSS (impedisce al traffico crossover di accedere allo stesso SSID).

Il Captive Portal è anche una parte importante di qualsiasi punto di accesso, che consente ai suoi utenti di modificare il tema, inserire messaggi personalizzati, impostare cosa succede dopo aver effettuato l’autenticazione e altro ancora. Sempre sotto il gruppo Configura, c’è l’impostazione Radio, in cui è possibile regolare il Paese, la Potenza massima in uscita, la Larghezza del canale, l’Impostazione DCS e altro (in basso, è possibile personalizzare le impostazioni per ciascun punto di accesso); c’è anche il Client steering in cui è possibile abilitare il bilanciamento del carico (è possibile scegliere tra ‘Modalità per il numero di dispositivi cliente’ e ‘Modalità Smart Classroom’, quest’ultima adatta all’e-learning) o Smart steering (questa funzione ha il ruolo di indirizzare i clienti verso il punto di accesso con il segnale migliore).

zyxel-nap303-wireless-access-point

Infine, c’è l’impostazione Porta in cui è possibile configurare le tre porte LAN disponibili. Alcune altre aree relative al punto di accesso sono disponibili nella sezione Site-Wide, come il Rapporto di Riepilogo (include gli SSID principali in base all’utilizzo), la Topologia (mostra una rappresentazione grafica della rete), l’impostazione Generale (dove puoi impostare la pianificazione della riautenticazione del Captive Portal) e la gestione del Firmware, dove è possibile aggiornare immediatamente il firmware del NAP303 o creare una pianificazione per quando verrà aggiornato.

La Conclusione

Lo Zyxel NAP303 ha tutto ciò di cui ha bisogno per essere uno dei migliori nella sua categoria, offrendo prestazioni wireless buone, una gestione del calore adeguata e molte funzionalità avanzate, inclusa l’antenna intelligente adattiva che aiuta molto con le interferenze (è anche il motivo per cui la custodia è così spessa), la tecnologia mesh e altre opzioni per garantire la stabilità della rete. Tuttavia, una delle cose migliori del NAP303 è l’integrazione nell’ambiente Nebula che rende sorprendentemente intuitivo il processo di monitoraggio e configurazione del punto di accesso, soprattutto dopo essersi abituati al modo in cui Zyxel ha progettato l’interfaccia NCC.

So che un ambiente di gestione basato solo su Cloud è rischioso perché dipende dal supporto software e dalla longevità del produttore, ma sembra che questa sia la strada intrapresa da tutti i principali produttori, quindi molto probabilmente vedremo un aumento della popolarità verso questo tipo di approccio anziché un ritorno al software di monitoraggio autonomo (se sei ancora preoccupato, la serie NebulaFlex è un’alternativa affidabile).

amazon

Zyxel NAP303
  • 7.7/10
    Il Design - 7.7/10
  • 8/10
    L'Accessibilità - 8/10
  • 9/10
    Le Prestazioni Wireless - 9/10
  • 8.5/10
    Le Caratteristiche - 8.5/10
  • 9.3/10
    La Facilità d'Uso - 9.3/10
8.5/10
Sending
User Review
0/10 (0 votes)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *