Recensione Zyxel WAX650S Punto di Accesso WiFi 6

Considerando che il WiFi 6 sta guadagnando sempre più terreno, era solo una questione di tempo prima che i produttori rilasciassero alcuni access point wireless 802.11ax di livello aziendale e sembra che Zyxel abbia già più opzioni tra cui scegliere, a seconda delle tue esigenze e il budget. Zyxel WAX650S è attualmente il modello meglio equipaggiato della serie WiFi 6 Unified Pro, il che significa che oltre a sfoggiare le caratteristiche previste (come OFDMA, MU-MIMO, larghezza di banda del canale 160MHz), il dispositivo è anche dotato di una porta 5GbE (PoE ++) e il team di ingegneri sembra aver apportato alcune modifiche interessanti all’interno del dispositivo per ridurre l’impatto del rumore sul segnale. La serie Unified Pro significa che il dispositivo può essere utilizzato come punto di accesso autonomo (utilizzando un software di gestione locale completo), insieme al controller NXC o affidandosi alla piattaforma Nebula Cloud Center (NCC).

zyxel-wax650s

amazon

VEDI PRODOTTO SU: zyxel

E questo è il tipo di flessibilità che deve essere apprezzato, poiché è buona norma tenersi protetti nel caso in cui il servizio Cloud venga annullato (anche se la probabilità è molto bassa) o non offra più le funzionalità richieste – c’è anche la possibilità che il servizio diventi troppo costoso (come ha fatto Ubiquiti non molto tempo fa). Il problema è che, analogamente al mercato consumer, le PMI avranno difficoltà ad aggiornare tutto l’hardware poiché questa nuova tecnologia richiede praticamente un cambio completo delle apparecchiature. Ma, se stai già utilizzando gli switch Ethernet multi-Gigabit (preferibilmente supportando PoE++), quindi Zyxel WAX650S dovrebbe immediatamente trovare il suo posto all’interno della rete. Detto questo, testiamo Zyxel WAX650S e vediamo come si comporta rispetto ad alcuni dei suoi principali concorrenti.

Il Design e la Qualità Costruttiva

Di solito, più potente è l’access point, più grande sarà e, anche se non è sempre così (come possiamo vedere con l’EnGenius ECW230), Zyxel WAX650S non è tra gli AP wireless più compatti in circolazione. Invece attirerà sicuramente una certa attenzione verso se stesso quando montato sul soffitto.
La custodia è interamente in plastica, ma all’interno, Zyxel ha aggiunto alcuni pezzi metallici che similmente alla sezione metallica dell’EnGenius ECW230 ha il ruolo di allontanare il calore dai circuiti e spingerlo attraverso i tagli.

E sì, la parte inferiore del punto di accesso è quasi interamente coperta da ritagli sottili che consentono il passaggio del calore. È sicuramente un sistema di gestione del calore interessante poiché in questo modo, non ottieni quella custodia metallica calda al tatto e funziona molto bene poiché il dispositivo è rimasto a una temperatura decente mentre lo stavo testando – c’erano alcuni punti caldi vicino alle porte, nonché vicino al centro sul lato superiore e inferiore dell’AP.

zyxel-wax650s

Nella parte superiore della WAX650S, Zyxel ha deciso di aggiungere un singolo LED per mostrare lo stato della rete: il LED è sorprendentemente discreto, nonostante le sue dimensioni, ma puoi anche spegnerlo dal software se ti disturba la luce.
Preferisco sempre più LED a favore del sistema LED singolo a causa della sua natura non intuitiva, ma è quello che Zyxel ha preferito, quindi esaminiamo alcune delle sue funzioni. Quando il punto di accesso wireless si avvia, il LED lampeggerà in ambra e verde (ciascuno per un secondo) e quando il LED diventerà verde fisso, il dispositivo è pronto per essere utilizzato (l’interfaccia è attivata, la WAX650S è in modalità di alimentazione completa PoE++ e ci sono clienti wireless collegati). Se il LED è blu fisso, non ci sono clienti wireless collegati e se il LED è rosso fisso, il punto di accesso non si è avviato o si è verificato un errore di sistema.

Ho menzionato le modalità di alimentazione completa e limitata e riguarda la porta Uplink che, oltre a supportare velocità fino a 5 Gbps (comprese le modalità 1GbE e 2.5GbE), deve essere collegata a una sorgente PoE ++ (802.3bt) se si desidera ottenere la migliore prestazione. Per fortuna, Zyxel ha uno switch Ethernet compatibile chiamato XS1930-12HP che ho usato per accendere il punto di accesso e condurre i test. La porta PoE si trova nella parte inferiore della WAX650S, all’interno di una sezione incassata dedicata, insieme a una porta LAN 1 e un connettore di alimentazione CC, utile se non si dispone di uno switch Ethernet o di un adattatore PoE. La porta LAN è limitata a 1 Gbps, ma è abbastanza utile nel caso in cui si desideri collegare un dispositivo cliente cablato. Accanto all’area delle porte c’è una vite di messa a terra e più lontano dovresti essere in grado di vedere il pulsante Reset incassato; se guardi lungo il lato del punto di accesso, c’è uno slot Kensington e una porta della console coperta da un pezzo in silicone.

zyxel-wax650s

Info: All’interno della confezione è possibile trovare solo la staffa di montaggio (che puoi far scorrere sul retro dell’AP), alcune viti e una copertura protettiva trasparente, ma non sono presenti l’alimentatore, l’adattatore PoE o un cavo Ethernet.

L’Hardware Interno

Per aprire la custodia dell’access point WAX650S, è necessario rimuovere le quattro viti sul fondo e poi staccare con attenzione le due parti in plastica. Vedrai immediatamente che un lato ha una parte metallica attaccata ad esso e vari pad termici che hanno il ruolo di condurre il calore verso di esso dai chipset. Il PCB ha molte coperture in alluminio che devono essere rimosse se si desidera dare un’occhiata ai componenti dell’AP e così facendo, rivelerà lo stesso chipset Qualcomm IPQ8072A come nel EnGenius ECW230, seguito da 512 MB di DDR3(L) da Nanya (NT5CC256M16ER-EK), 512 MB /8MB di memoria flash da Winbond.

Inoltre, ho visto un microcontrollore wireless BlueTooth CC2640R2F di Texas Instruments, il che significa che EnGenius WAX650S è pronto per supportare le connessioni IoT (ma sembra essere una caratteristica latente). Per quanto riguarda le funzionalità wireless, il punto di accesso si basa sul chip Qualcomm IPQ8072A (QCN5024) insieme a tre moduli front-end Skyworks SKY85340 76178 1931 MX per la banda a 2.4 GHz e il chip IPQ8072A (QCN5054) insieme a tre moduli front-end altamente integrati Skyworks SKY85747 J6995 2006 MX per la banda 5GHz. È anche molto interessante che ho visto un chipset Qualcomm QCA9889 WLAN 802.11ac sulla PCB superiore.

zyxel-wax650s

È possibile staccare la PCB superiore per accedere alla seconda scheda (Zyxel ha aggiunto tra loro vari elementi antirumore e piastre termoconduttive); l’ultima scheda ha un sistema di antenna molto intricato che Zyxel chiama antenna adattiva orientata al cliente (per BeamForming).

La Funzionalità e il Test Wireless

Poiché è dotato del chipset Qualcomm IPQ8072A, significa che Zyxel WAX650S non è certificato WiFi, ma offre comunque la maggior parte delle funzionalità previste, anche se non tutte al loro massimo potenziale. Detto questo, il punto di accesso wireless utilizza OFDMA, che è una delle migliori innovazioni dello standard WiFi 6 poiché aiuta a migliorare le prestazioni della rete e mantenere bassa la latenza dividendo la larghezza di banda di un singolo canale in più unità di risorse. Inoltre, il nuovo standard WiFi ha anche normalizzato alcune caratteristiche “esotiche” che erano presenti anche nel WiFi 5, come la modulazione 1024-QAM o la larghezza di banda del canale di 160 MHz.

Zyxel WAX650S offre anche MU-MIMO (4×4) che ti aiuterà se hai clienti compatibili, poiché saranno serviti allo stesso tempo e c’è BeamForming che aiuta per focalizzare il segnale verso il dispositivo cliente. Tutti questi suonano alla grande, ma ci sono davvero clienti compatibili in giro? La notizia inaspettata è che sì, i dispositivi clienti che supportano lo standard 802.11ax stanno effettivamente crescendo in numero poiché la maggior parte dei grandi marchi di smartphone lo hanno aggiunto con i loro dispositivi di punta e ho visto che molti nuovi laptop supportano il WiFi 6. Per quanto riguarda il mercato delle PMI, ci sono molte aziende che useranno sicuramente le prestazioni migliorate del WiFi 6, ma dovranno anche aggiornare ogni altra parte hardware.

zyxel-wax650s

E questo è particolarmente vero per le porte multi-Gigabit considerando che WAX650S richiede uno switch Ethernet PoE++ abbastanza potente. Infine, il punto di accesso wireless può essere aggiunto a una rete mesh (Zyxel lo chiama Smart Mesh) ed è un modo per coprire le aree in cui il WiFi non raggiunge. Per testare l’access point Zyxel WAX650S, ho preso le stesse misure di quando ho testato EnGenius EWS230, quindi ci sono due computer, uno è il server e l’altro è il cliente. Il dispositivo server è un MacBook Pro a cui ho collegato un QNAP QNA-UC5G1T – un adattatore che ha una porta Ethernet 5GbE a USB-C (nel nostro caso è una porta Thunderbolt 3) che verrà connesso a uno switch Ethernet multi-Gigabit, XS1930-12HP. Questo switch Ethernet supporta non solo connessioni a 5 Gbps, ma anche a 1 Gbps, 2.5 Gbps e 10 Gbps.

zyxel-wax650s

Il dispositivo cliente è dotato di un TP-Link TX3000E che è uno dei più potenti adattatori PCIe WiFi 6 sul mercato (attualmente). Infatti, dopo aver collegato il dispositivo cliente alla rete 5GHz (larghezza di banda del canale 160MHz) ed eseguito il test dal cliente al server, ho misurato una media di 1,160 Mbps a 1.5 metri e una media di 967 Mbps a 5 metri; a 10 metri il throughput è diminuito a una media di 351 Mbps. Dal server al cliente, ho visto una media di 792 Mbps a 1.5 metri e circa 263 Mbps a 10 metri. Nel passaggio successivo, ho modificato la larghezza di banda del canale a 80 Mhz e ho eseguito gli stessi test. Dal cliente al server, ho misurato una media di 884 Mbps a 1.5 metri e una media di 338 Mbps a 10 metri. Dal server al cliente, ho misurato una media di 816 Mbps a 1.5 metri e una media di 256 Mbps a 10 metri.

zyxel-wax650s

Successivamente, ho collegato il cliente alla rete a 2.4 GHz (larghezza di banda del canale 40 MHz) e, dal cliente al server, ho ottenuto una media di 241 Mbps a 1.5 metri e una media di 122 Mbps a 10 metri. Considerando che la maggior parte di voi utilizzerà un dispositivo WiFi 5, ho deciso di eseguire gli stessi test con un dispositivo cliente diverso: un laptop dotato di una scheda WiFi Intel 8265 2×2.

zyxel-wax650s

In questo modo, mentre il dispositivo era connesso alla rete a 5GHz, dal cliente al server, ho misurato una media di 511 Mbps a 1.5 metri e una media di 201 Mbps a 10 metri. Dal server al cliente, ho misurato circa 346 Mbps a 1.5 metri e una media di 198 Mbps a 10 metri. Infine, ho collegato il dispositivo cliente alla rete 2.4GHz e, dal cliente al server, ho misurato una media di 181 Mbps a 1.5 metri e una media di 125 Mbps a 10 metri.

zyxel-wax650s

La Configurazione e il Software

Considerando che Zyxel WAX650S fa parte della serie Unified Pro, dovresti essere in grado di adottarlo nella piattaforma di gestione Cloud (nel caso in cui tu abbia più di un sito con più punti di accesso wireless, oltre ad altre apparecchiature di rete compatibili), puoi anche gestire il dispositivo utilizzando il controller locale (se non vuoi fare affidamento sui server Zyxel) o puoi semplicemente usarlo come dispositivo autonomo. Poiché la gestione del Cloud è l’argomento più scottante in questo momento nel mondo delle PMI, diamo prima uno sguardo alla NCC (Nebula Control Center). Dopo aver creato un account, il processo di adozione è abbastanza semplice e praticamente identico ad altri dispositivi simili (come EnGenius EWS230): devi creare un’Organizzazione e un Sito, poi fare clic su Inventario. Qui dovresti essere in grado di vedere un elenco di tutti i dispositivi adottati e per aggiungere la WAX650S, fai clic su Register e inserisci l’indirizzo MAC, seguito dal Serial Number (entrambi si trovano nella parte inferiore del punto di accesso).

zyxel-wax650s

Successivamente, devi selezionare l’AP, fare clic su “Aggiungi a” e scegliere il Sito preferito. Il concetto alla base dell’NCC è molto simile ad altre piattaforme gestite dal Cloud: puoi modificare alcune impostazioni generali (prima di tutto, gli SSID e le radio) che possono poi essere applicate a qualsiasi AP appena aggiunto. Questo può essere fatto dalla sezione dedicata chiamata Punto di accesso e, da sotto Configura, puoi creare fino a 8 SSID, impostare le chiavi di sicurezza e il tipo da sotto Autenticazione (include anche modalità NAT, isolamento Layer 2, Limitazione velocità e altro) – qui puoi impostare i tipi di autenticazione Captive Portal, come basata su voucher, autenticazione Nebula Cloud, RADIUS o Facebook.

Inoltre, puoi andare alle impostazioni della radio dove puoi impostare la potenza di uscita massima, l’impostazione DCS, escludere i clienti legacy, abilitare lo sterzo intelligente e l’ampiezza del canale. Puoi vedere che, per impostazione predefinita, la larghezza di banda del canale è solo fino a 80 MHz. Tuttavia, poiché WAX650S supporta la larghezza di banda del canale di 160 MHz, è necessario andare in fondo alla pagina, selezionare il modello di AP, la banda a 5GHz e quindi fare clic su Modifica: in questo modo è possibile regolare alcune impostazioni particolari per ogni singolo AP, senza influire sul resto.

Puoi anche monitorare la WAX650S selezionandola dall’elenco (Monitor > Punti di accesso) e controllare la configurazione, lo stato, la posizione sulla mappa (utile se hai più dispositivi in varie posizioni), controllare alcuni strumenti Live (include Ping, Traceroute, LED di localizzazione e accesso remoto), nonché la cronologia di utilizzo e connettività. Infine, devo menzionare la sezione Cliente, dove puoi visualizzare un elenco di tutti i dispositivi cliente collegati (nonché a quale AP è connesso) e puoi anche impostare alcune regole di policy.

zyxel-wax650s

Nel caso in cui non vuoi fare affidamento sulla gestione della piattaforma Cloud, hai la possibilità di utilizzare un controller On-Premises stesso (è un gateway). Ho controllato il sito Web Zyxel e non sembra esserci un modo per eseguire il software sul tuo computer o su un NAS, quindi il gateway è l’unico modo per accedere al controller NebulaFlex. La terza opzione è la modalità stand-alone e per accedere all’interfaccia è necessario annullare la registrazione del punto di accesso, se era già stato adottato dall’NCC e se non lo era, è sufficiente accendere la WAX650S e collegarla al tuo router.

Successivamente, devi identificare l’indirizzo IP del punto di accesso (controlla l’elenco dei clienti dall’interfaccia utente del router) e, quando richiesto, inserisci admin / 1234 per il nome utente e la password. In questo modo, sarai accolto da un’interfaccia molto semplice con quattro sezioni principali, la prima è la Dashboard, dove puoi vedere varie informazioni sugli AP, incluse le risorse di sistema e l’Ethernet Neighbor. Successivamente, c’è la sezione Monitor, dove puoi controllare lo stato della rete, oltre a varie statistiche wireless e registri. La terza sezione è la Configurazione e qui si ottiene un set di opzioni simili a quello dell’NCC, ma verranno applicate solo localmente sulla WAX650S. Vale la pena notare che ho visto la sezione Bluetooth, ma sembra essere inutilizzabile al momento (diventerà attivo a marzo 2021); inoltre, da Sistema, è possibile accedere a SSH, TELNET, FTP e SNMP.

zyxel-wax650s

La quarta sezione è la Manutenzione in cui puoi accedere ai file di configurazione, puoi anche caricare un nuovo firmware, eseguire script di shell, modificare il comportamento del LED, riavviare il punto di accesso o spegnerlo. Come previsto, è disponibile anche un’app NCC per il monitoraggio della rete quando non hai accesso a un terminale più grande.
L’applicazione è molto più semplice della versione completa di NCC che ottieni sul browser, ma puoi comunque dare un’occhiata ai tuoi punti di accesso connessi, ai clienti, regolare l’SSID globale e le impostazioni radio e controllare i dispositivi sulla mappa.

La Conclusione

Zyxel WAX650S potrebbe non offrire l’intero spettro delle funzionalità WiFi 6, ma è ancora uno dei punti di accesso wireless meglio attrezzati nella sua categoria, con una porta PoE++ 5GbE e sfrutta OFDMA, MU-MIMO e un sistema di antenne intelligenti per aumentare e ottimizzare la produttività, nonché stabilizzare le sue prestazioni su un’area più ampia. E infatti, durante il mio test dello Zyxel WAX650S, il throughput è rimasto stabile e, anche se non avevo l’attrezzatura più potente, ha comunque superato il limite di 1 Gigabit. Ovviamente, considerando le tecnologie che sono state implementate all’interno del punto di accesso (così come il suo prezzo), è chiaramente un dispositivo adatto alle PMI e l’NCC (o NXC) ha reso il WAX650S un formidabile concorrente per i dispositivi di Aruba o Ubiquiti.

Zyxel WAX650S -
  • 8.5/10
    Il Design - 8.5/10
  • 8/10
    La Facilità d'Uso - 8/10
  • 9/10
    La Configurabilità - 9/10
  • 6.5/10
    L'Accessibilità - 6.5/10
  • 9.5/10
    Le Prestazioni Wireless - 9.5/10
8.3/10
Sending
User Review
0/10 (0 votes)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *